COB Jackets
2
PIT Penguins
2
2. tempo
(2-2 : 0-0)
CAR Hurricanes
4
NY Rangers
1
2. tempo
(2-0 : 2-1)
NY Islanders
2
ARI Coyotes
0
1. tempo
(2-0)
Detroit Red Wings
1
DAL Stars
1
1. tempo
(1-1)
CHI Blackhawks
MIN Wild
02:30
 
russia-navalny-e-i-suoi-messi-al-bando-come-estremisti
In piazza con il ritratto di Navalny (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
cile
4 ore

La nipote di Allende ministra a 50 anni dal golpe

La rivincita di Maya. Tante donne nei posti chiave del governo
usa-russia a ginevra
5 ore

Mosca provoca: “Via la Nato da Romania e Bulgaria”

L’incontro in Svizzera è l’ennesimo nulla di fatto. Il Cremlino insiste sulle sue posizioni intransigenti legate alla situazione in Ucraina
Estero
5 ore

‘Fermate lo sterminio di criceti’, bufera ad Hong Kong

La infezioni legate ai roditori potrebbero contenere una nuova mutazione del virus, giustificando l’abbattimento di migliaia di animali domestici
Estero
7 ore

Bagno di sangue nello Yemen

Un bombardamento saudita ha provocato la morte o il ferimento di oltre 200 persone
Confine
8 ore

Como, tre arresti per frode nel settore del compro oro

I beni sequestrati dalla Guardia di finanza ammontano a 383mila euro. La frode si basava su un collaudato sistema di cooperative fantasma
Estero
10 ore

Gli americani non rivogliono Biden presidente

Secondo un sondaggio, soltanto il 28% degli interpellati è per la ricandidatura
Estero
12 ore

Preti pedofili a Monaco, verifiche della Procura su 42 persone

Berlino chiede che la Chiesa ‘faccia chiarezza in modo completo e trasparente’. ‘Non è una questione interna, se c’è indizio di reato la giustizia indaga’
italia
1 gior

Quirinale, si fa sotto l’ipotesi Mattarella bis

Melina di Berlusconi nel centrodestra. Tenere il presidente attuale sembra il modo migliore di salvare la legislatura in piena pandemia.
Estero
1 gior

La Francia denuncia il genocidio degli uiguri

Pechino s’infuria per l’attacco alla viglia delle Olimpiadi invernali di Pechino
Estero
1 gior

La Cia: ‘Nessun nemico dietro la Sindrome dell’Avana’

L’annuncio americano: ‘Esclusa un’azione straniera, ma cause ambientali e mediche’
Estero
1 gior

L’Austria introduce l’obbligo di vaccinazione

Dopo l’annuncio del cancelliere Karl Nehammer di settimana scorsa, oggi il Parlamento ha dato via libera alla misura a larghissima maggioranza.
10.06.2021 - 22:390

Russia: Navalny e i suoi messi al bando come estremisti

Europa e Stati Uniti contro il Cremlino a pochi giorni dall'incontro a Ginevra tra Biden e Putin

Il caso Navalny (ri)esplode proprio durante il viaggio europeo di Joe Biden e a pochi giorni dell'atteso incontro con Vladimir Putin. Il tribunale della città di Mosca ha infatti etichettato le organizzazioni di Navalny come "estremiste", facendo così scattare l'affilata tagliola appena varata dal Parlamento - il pacchetto di misure draconiane che liquidano dalla scena politica tutto l'organigramma costruito da Navalny negli ultimi 15 anni. L'Occidente, chiamato a raccolta dal presidente Usa al G7 di Cornovaglia, ha subito espresso in varie forme il suo sconcerto. E lui, la nemesi di Putin, ha risposto con l'ennesima indagine occhio per occhio che proverebbe definitivamente lo zampino del Cremlino nell'avvelenamento al Novichok.

Il processo

Ma andiamo con ordine. Intanto il processo. Dopo mesi di dibattimento a porte chiuse (per la presenza di materiale classificato tra gli atti) la corte ha stabilito che sì, le organizzazioni di Navalny - sia il Fondo Anti-Corruzione che la Fondazione per la Protezione dei Diritti dei Cittadini, già considerate agenti stranieri - sono da considerarsi "estremiste" poiché, "con il pretesto di slogan liberali, sono impegnate a creare le condizioni per la destabilizzazione sociale e sociopolitica" della Russia. Eversive, dunque. Ecco allora dispiegarsi l'intera forza del pacchetto anti-Navalny, opportunamente entrato in vigore la settimana scorsa. Chiunque abbia "sostenuto" queste sigle negli scorsi 12 mesi a partire dal 9 giugno (il termine è vaghissimo, include l'aver preso parte a una manifestazione non autorizzata e persino aver condiviso un post) sarà escluso dalla partecipazione alle elezioni di ogni ordine e grado per tre anni. Nel caso di donazioni, anche micro, si rischiano 10 mila dollari di multa e fino a otto anni di prigione. Stessa cosa per i dipendenti delle organizzazioni. Per i dirigenti, invece, l'esclusione alle elezioni è maggiorata a cinque anni.

Colpo da ko

Divieto assoluto poi di ricreare la stessa organizzazione, per finalità, con altro nome o status. Il colpo è mortale, mira alla giugulare. Anche perché la sentenza mette in dubbio persino l'agibilità dello Smart Voting messo in campo da Navalny, ovvero la piattaforma che per ogni seggio calcola quale candidato di qualsiasi schieramento, compresi gli indipendenti, abbia più probabilità di battere il rappresentante di Russia Unita, il partito di Putin. Un giochino che ha avvantaggiato molto di recente i Comunisti. Bene. Chi riceve l'endorsement potrebbe essere ora incluso, per estensione, nella lista nera degli estremisti? È possibile.

Sui social, appena è uscita la sentenza, Navalny ha promesso di voler "continuare la battaglia, in ogni modo". Ma è retorica. Usa, Ue e Regno Unito hanno definito la mossa, a turno, come "inquietante", "repressiva" e "kafkiana". Però la fatwa c'è, è agli atti. Messaggio inequivocabile che Putin, con Biden, è disposto a negoziare di molto ma non di tutto, di certo non ciò che Mosca considera quinta colonna dell'Occidente in patria. Con buona pace per le libertà di base. In questo quadro, già di per sé teso, s'innesta l'ultima zampata di Navalny.

I suoi legali, con uno stratagemma, sono riusciti a fotografare la sua cartella clinica lo scorso novembre, a Omsk, per poi ottenerla, in via ufficiale, un mese dopo. I due faldoni sono simili ma diversi. In particolare manca un'analisi chiave, fatta il 25 agosto 2020, sul livello della colinesterasi (bassissimo). "Le varie diagnosi sul metabolismo, la pancreatite e altri disturbi naturali alla sua salute sono assurde", si legge nell'inchiesta. Quell'analisi sarebbe l'impronta digitale dell'avvelenamento da organofosfati, il gruppo a cui appartengono i composti al nervino come il Novichok. Insomma, era già tutto lì. Il resto è teatro. Meglio, 'desinformazia'. Perché poi lo staff di Navalny abbia aspettato a pubblicare la pistola fumante sino ad oggi, rientra nella strategia di guerriglia mediatica di cui sopra. L'ultima rimasta.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved