il-dolore-di-elisabetta-ai-funerali-della-sua-roccia
La regine Elisabetta (Keystone)
+6
ULTIME NOTIZIE Estero
italia
16 ore

Flop Casellati, ma al Quirinale si avvicina un’altra donna

La presidente del Senato stoppata senza appello, mentre fa incetta di voti Mattarella. Leader vicini a un accordo al femminile: Belloni in pole position
Estero
17 ore

Quirinale, fumata nera, 336 voti a Mattarella, 445 astenuti

L’elezione del nuovo presidente della Repubblica italiana procede a rilento. Domani due nuove tornate
Estero
17 ore

In Russia popolazione cala di un milione, pesa anche Covid

Un calo storico degli abitanti sul quale ha influito anche la pandemia. I morti a causa del virus sarebbero oltre 660mila.
francia
17 ore

Marion Le Pen snobba zia Marine e si avvicina a Zemmour

Nuovo strappo in famiglia. La destra in fermento in vista delle elezioni presidenziali
Estero
17 ore

Portogallo al voto, testa a testa socialisti-centrodestra

Cresce la destra radicale, giochi aperti alla vigilia delle urne
Estero
17 ore

Ue, scoppia il caso degli sms tra von der Leyen e Pfizer

L’Ombudsman dell’Ue apre ufficialmente un caso che potrebbe avere conseguenze sensibili sulla gestione degli atti delle istituzioni europee.
Estero
18 ore

Biden: ‘La Russia sta per attaccare’. Ma Kiev nega

L’Ucraina: ‘Basta creare panico’. Putin: ‘Ignorati i nostri timori’
germania
18 ore

Ultradestra tedesca fuori controllo, lascia il leader

Con l’addio di Meuthen si tratta del terzo leader di Afd a mollare: ‘Parte del partito si muove fuori dai limiti della democrazia’
italia
20 ore

Morto l’ex brigatista Corrado Alunni

Aveva 75 anni, componente delle Br della prima ora, fu anche protagonista con Vallanzasca della maxievasione nel 1980 dal carcere di San Vittore
stati uniti
20 ore

Giudice cancella licenze petrolifere concesse da Biden

Ennesimo schiaffo al presidente: ‘Ignorati gli effetti sul riscaldamento globale’. L’area, nel Nuovo Messico, è di oltre 300mila chilometri quadrati
Estero
21 ore

Il Covid pesa sui conti del Vaticano, deficit da 33 milioni

Oltre alla pandemia, a condizionare le finanze della Santa Sede anche il calo costante, da anni, delle donazioni all’Obolo di San Pietro
italia
21 ore

Casellati bocciata al Quirinale

La candidata di Salvini ha ottenuto meno di 400 voti: il quorum è 505. La Lega a caccia dei franchi tiratori
Confine
22 ore

Nei due bar chiusi nel Comasco anche ’ndranghetisti dal Ticino

I due locali a Cirimido e Cadorago sono considerati basi logistiche della potentissima cosca Molè della piana di Gioia Tauro
CONFINE
23 ore

A processo per il furto delle ceneri del marito

I fatti sono stati scoperti il 31 gennaio dell’anno scorso nel cimitero di Monte Olimpino. La vedova nega ogni addebito.
Gran Bretagna
18.04.2021 - 08:450

Il dolore di Elisabetta ai funerali della sua 'roccia'

Un omaggio sobrio, ma commosso, con due protagonisti a interpretare il momento dell'estremo congedo al principe Filippo e un intero Regno a fare da sfondo

Un omaggio sobrio, ma commosso, con due protagonisti a interpretare il momento dell'estremo congedo e un intero Regno a fare da sfondo. La Gran Bretagna ha detto addio al principe consorte Filippo, spirato venerdì 9 aprile quasi centenario, chiudendo un capitolo di storia nazionale durato quanto i 73 anni del suo matrimonio inossidabile con Elisabetta II. E la regina, a pochi giorni dal 95esimo compleanno, ha salutato per l'ultima volta l'uomo e il sostegno di una vita, aggrappandosi come sempre allo stoicismo d'un ferreo senso del dovere, eppure ripiegata nella solitudine del crepuscolo senza poter nascondere un dolore umano profondo: segnato da qualche inusuale lacrima inghiottita a stento, in piedi dinanzi alla bara.

Un funerale non di Stato, ma solenne

Il funerale, non di Stato, ma solenne - prescritto dalle minuziose volontà dello scomparso e sancito dalle non meno rigorose indicazioni fissate dalla sovrana per garantire che tutti i riflettori del tributo nazionale fossero puntati sul marito - si è svolto secondo le cronometriche cadenze militari che il duca di Edimburgo, veterano della Seconda Guerra Mondiale tra le file della Royal Navy e figura popolare per quanto non aliena a controversie e gaffe politicamente scorrette, amava. Con il Regno che si è fermato per un minuto in silenzio, da Boris Johnson in giù, ma senza fronzoli o clamori (salvo una militante ambientalista esibitasi a distanza in topless, quasi inosservata). E con gli stessi componenti della Royal Family confinati a fare corona.

Occhi puntati su William e Harry

Complici gli obblighi dell'emergenza Covid, che hanno circoscritto l'accesso alla cappella di St George annessa al Castello di Windsor per il rito della sepoltura a una trentina tra familiari e cortigiani strettissimi; e limitato a qualche presenza alla spicciolata i raduni di sudditi e curiosi all'esterno, malgrado il sole della prima giornata davvero primaverile di quest'aprile. Tutto è iniziato con un breve corteo dietro il feretro, coperto dallo stendardo del principe, dal suo berretto e dalla sua sciabola di ufficiale di Marina sul cassone della Land Rover verde militare che lo scomparso - bastian contrario sino alla fine - aveva fatto modificare in forma di stravagante carro funebre in barba a tutte le tradizioni del cerimoniale. Corteo guidato a piedi dall'erede al trono Carlo e dagli altri figli della coppia reale (Anna, Andrea, Edoardo), seguiti da tre dei nipoti William e Harry (figli di Carlo e Diana) e Peter Philips (primogenito di Anna), dal genero Timothy Laurence e da David Linley, figlio della principessa Margaret.

Tutti in abiti civili con sfoggio di medaglie

Tutti in abiti civili, e con Elisabetta separata nel tragitto a bordo d'una Bentley reale. Un ordine di precedenze concepito per evitare distrazioni, con gli attesissimi principi William e Harry, al primo incontro dopo il traumatico strappo del fratello minore dal casato e del suo trasferimento in America assieme alla moglie Meghan, tenuti separati dal protocollo. E peraltro ritrovatisi poi all'uscita per una chiacchierata all'apparenza serena allargata a Kate, consorte del primogenito. Comparse, comunque, in una giornata dove a dominare è stato il ricordo della personalità eccentrica di Prince Philip e del suo incrollabile legame con la donna che per tutti era e resta Sua Maestà la regina, ma per lui è stata Lillibet fin da quando s'incontrarono ragazzi. Oltre alla commozione dei loro quattro figli, testimoniata in particolare in primo piano dai due più anziani: l'eterno erede Carlo e Anna, ormai entrambi ultrasettantenni, incapaci di celare gli occhi lucidi l'uno, addirittura i singhiozzi sotto la veletta nera l'altra. Ricordo riecheggiato in tanti dettagli, dallo schieramento dei reparti in alta uniforme, alla presenza del calesse favorito, alla scelta di musiche e preghiere predisposta con cura dal defunto per una liturgia tanto rigorosa quanto snella. Inni e orazioni legati alla tradizione marinara cara al duca, come pure all'eco di quella delle Chiese ortodosse greca e russa, in ossequio alle radici del consorte di Elisabetta: nato Filippos a Corfù nella famiglia reale di Grecia, con sangue tedesco, russo e danese nelle vene, e sbarcato come esule e outsider Oltremanica fino a diventare nelle parole del royal correspondent Duncan Larcombe "il richiedente asilo di maggior successo nella storia britannica".

Omelia di 8 minuti e non di più

Il tutto condito da poche parole di omaggio pubblico affidate ai concelebranti, il rettore di Windsor, David Connor, e l'arcivescovo anglicano di Canterbury, Justin Welby, in assenza d'un vero e proprio elogio funebre, secondo i gusti di un uomo che amava andare per le spicce persino come fedele, sino a minacciare una volta - scherzando fino a un certo punto - di far rinchiudere un vescovo "nella Torre di Londra" se la sua omelia fosse durata "più di 8 minuti". "Siamo qui oggi nella Cappella di St George per affidare alle mani di Dio l'anima del suo servo il Principe Filippo, Duca d'Edimburgo", s'è limitato a dire Connor, esprimendo "la gratitudine" dei presenti per "la sua lunga vita". Non senza esaltarne "la lealtà infrangibile alla nostra Regina, il suo servizio alla nazione e al Commonwealth, il suo coraggio, la sua fede", ma pure "l'humour" caustico e "l'umanità". Forse ciò che mancherà di più a Elisabetta.

 

Guarda tutte le 10 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved