sesta-notte-di-violenze-in-irlanda-del-nord
Uno dei cancelli di Belfast durante gli scontri (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
3 min

Bachelet: la visita in Cina non è un’indagine

L’Alto Commissario dell’Onu per i diritti umani ha aperto la conferenza stampa sulla prima visita in Cina in 17 anni, incentrata sullo Xinjiang.
Estero
3 ore

Si tuffa nel Lago di Como e non riemerge: morto 17enne

Il ragazzo era stato recuperato ieri in condizioni disperate. Si era buttato in acqua mentre era con gli amici. Probabilmente fatale lo choc termico
Estero
4 ore

È morto il cardinale Sodano, ex Segretario di Stato vaticano

Aveva 94 anni. Fu il “numero due” della Santa Sede sotto Giovanni Paolo II e Benedetto XVI
Estero
5 ore

Usa: donna armata uccide un uomo che sparava sulla folla

La donna possedeva l’arma legalmente. L’uomo ha iniziato a far fuoco dall’auto dopo esser stato invitato ad allontanarsi da un party in strada
Estero
6 ore

Trump alla lobby delle armi: ‘Ci riprenderemo la Casa Bianca’

L‘ex presidente è intervenuto alla convention della National Rifle Association (Nra) a Houston. ’Quando sarò ancora presidente combatterò il male’
Speciale Ucraina
LIVE

I russi pensano a una Norimberga per il battaglione Azov

Lo ha dichiarato il leader dell’autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk. Segui il live de LaRegione
Video
Estero
17 ore

Bambini armati nel video della convention Nra

A Houston in Texas parla fra le proteste il ceo della potente lobby, che replica a Biden sull’ipotesi di abolire il secondo emendamento
Estero
19 ore

‘Solo un sì è un sì’: violenze sessuali, la Spagna indica la via

Primo via libera del Parlamento alla legge che pone al centro il consenso esplicito. La ministra Irene Montero: frutto di 30 anni di lotta civica.
Stati Uniti
20 ore

‘Una decisione sbagliata’ non irrompere nella classe

Tre giorni dopo il massacro di Uvalde, il capo del Dipartimento di pubblica sicurezza prende la parola. Oltre cento i colpi sparati dal killer
Olanda
23 ore

Cadono due gondole nel parco a tema, quattro feriti

Una giostra perde pezzi: momenti di paura questo pomeriggio al Sprookjesbos di Valkenburg, nei Paesi Bassi
08.04.2021 - 18:19
Aggiornamento : 21:00

Sesta notte di violenze in Irlanda del Nord

Questa volta scontri anche tra nazionalisti e unionisti a Belfast, dopo i tafferugli tra i primi e la polizia. La Brexit acuisce un nodo irrisolto

Ansa, a cura de laRegione

Un autobus di linea è stato preso d'assalto e incendiato ieri sera a Belfast nel corso della sesta notte consecutiva di violenze in Irlanda del Nord. Secondo quanto riporta il Guardian, il mezzo è stato attaccato in un'area che divide le comunità nazionaliste e unioniste, ha reso noto il Servizio di Polizia dell'Irlanda del Nord (Psni). Agenti di polizia, inoltre, sono stati attaccati con lanci di pietre, copertoni e cestini della spazzatura sono stati dati alle fiamme e un fotografo di una testata giornalistica è stato aggredito. I primi ministri nordirlandese e britannico, Arlene Foster e Boris Johnson, hanno condannato le violenze. "Il modo per risolvere le differenze è attraverso il dialogo, non la violenza o la criminalità", ha twittato Johnson.

Condanna unanime

Condanna unanime del governo locale dell'Irlanda del Nord - nella sua componente unionista guidata dalla first minister del Dup, Arlene Foster, come di quella repubblicana capeggiata dalla vicepremier dello Sinn Fein, Michelle O'Brian - delle nuove violenze esplose nella notte a Belfast: con scontri fra manifestanti e polizia, un bus bruciato, un giornalista aggredito.

In un comunicato ufficiale congiunto, diffuso dopo una riunione odierna ad hoc dell'esecutivo, gli scontri - già censurati dal governo centrale di Londra e dal primo ministro britannico Boris Johnson - sono state bollate come "completamente inaccettabili".

"Condanniamo nella maniera più ferma tutte le violenze che si sono verificate nell'Irlanda del Nord in questi giorni", ha invece detto poche ore fa il portavoce della Commissione europea Eric Mamer replicando ai giornalisti. "Nessuno può trarne un guadagno da questo - ha aggiunto -. Chiediamo a tutte le parti di astenersi immediatamente da questi atti di violenza".

Il caos cresce

Si è trattato dell'ultima di una serie di nottate di disordini registrate da una settimana a questa parte in varie città nordirlandesi. Disordini scatenati in prima battuta da gruppi radicali unionisti: infuriati per la decisione della polizia locale di non procedere penalmente contro le violazioni della regole del lockdown anti Covid compiute da centinaia di attivisti repubblicani e dirigenti dello stesso Sinn Fein in occasione del funerale di uno storico ex esponente di spicco dell'Ira.

Un episodio per il quale la stessa Arlene Foster aveva inizialmente invocato le dimissioni del comandante della Psni (Police Service of Northern Ireland), Simon Byrne, gettando secondo i repubblicani benzina sul fuoco.

In difesa della polizia

Nel comunicato di oggi, comunque, sia Foster sia gli alleati-rivali dello Sinn Fein, condannano come "assolutamente inaccettabili e ingiustificabili le devastazione, la violenza, le aggressioni ai poliziotti". Mentre dichiarano sostegno alla Psni nello sforzo per "mettere fine" ai disordini e "prevenire ulteriori violenze".

Sullo sfondo, oltre al caso del funerale, pesano peraltro le conseguenze della Brexit: in particolare i malumori del fronte unionista contro gli accordi firmati dal governo Johnson con l'Ue per garantire il mantenimento del confine aperto fra Irlanda del Nord e Repubblica d'Irlanda - previsto dagli storici accordi di pace del Venerdì Santo 1998 - anche a costo di accettare controlli amministrativi doganali sulle merci europee in transito alla frontiera interna fra Ulster e resto del Regno Unito. Controlli dai quali Downing Street ha di fatto finora svicolato, ma che secondo gli unionisti gettano comunque un'ombra sul legame con Londra.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
belfast brexit irlanda irlanda del nord scontri
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved