dietrofont-di-angela-merkel-ho-sbagliato-e-chiedo-scusa
‘Un errore va chiamato col suo nome e va corretto tempestivamente’ (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
Confine
9 min

Attacco informatico ai servizi sanitari di Como e Varese

Pubblicati i dati sensibili di ottocento disabili delle due province. I ‘pirati’ del web hanno chiesto un riscatto
Confine
5 ore

Un anno fa la strage del Mottarone: ‘Abbandonati da tutti’

Lo sottolinea la madre di Elisabetta Personini e nonna del piccolo Mattia, 2 delle quattordici vittime del disastro della funivia a Stresa
Estero
8 ore

Biden: 13 Paesi in piano Indo-Pacifico. Aiuto a Taiwan se invasa

Il presidente Usa ha inoltre affermato che si sta considerando l’abolizione di alcuni dazi commerciali sulla Cina
Speciale Ucraina
LIVE

Carcere a vita per il soldato russo che uccise un civile

Il sergente Vadim Shishimarin è stato condannato da un tribunale di Kiev per l’omicidio di un uomo nella regione di Sumy. Segui il live de laRegione
la strage di capaci: 1992-2022
11 ore

‘La mafia li uccideva, poi rubava le loro parole’

A trent’anni dalla morte di Falcone restano l’orgoglio e le ferite di chi ha lottato per la verità
Estero
20 ore

Italia: ladri passano dalle fogne e rubano mezzo milione

Il colpo in una gioielleria a due passi da Ponte Vecchio a Firenze
Estero
22 ore

Armi nucleari, Giappone e Usa chiedono trasparenza alla Cina

I due Paesi stanno limando gli ultimi dettagli di una proposta che conduca Pechino a un maggiore impegno per il disarmo dei propri arsenali
Estero
23 ore

Sudafrica: ancora devastanti inondazioni sulla costa Est

Il mese scorso circa 500 persone erano già state costrette ad abbandonare le loro case
Estero
23 ore

Francia, accuse di violenza sessuale per il neoministro Abad

Il politico smentisce: ‘Queste voci riferiscono di atti o gesti che mi sarebbero semplicemente impossibili a causa del mio handicap’
Germania
24.03.2021 - 20:40

Dietrofont di Angela Merkel: ‘Ho sbagliato e chiedo scusa’

La cancelliera tedesca ammette l'errore e torna sui suoi passi. In Germania non ci sarà un locdown a cavallo di Pasqua

Angela Merkel ammette di aver commesso un errore e chiede scusa ai tedeschi. Un gesto con il quale oggi ha scritto un altro pezzo della sua storia da cancelliera, che sta chiudendo il quarto e ultimo mandato alla guida del Paese.

Subito dopo il motivo finisce in ombra, sembra quasi diventare un dettaglio: la bufera sollevata dai 'Ruhetage', i giorni di lockdown decisi a cavallo di Pasqua per contenere la terza ondata del Covid, appare velocemente smontata. E tutti a guardare la "debolezza" che diviene "grandezza", per usare le parole della Sueddeutsche Zeitung, il giornale vicino ai socialdemocratici che insieme alla Bild e alla Welt vede il gesto già "nei libri di storia". Una cosa del genere non era mai capitata in 16 anni.

Il clima resta chiaramente agitato e il momento è difficile, se non difficilissimo: con i conservatori in caduta libera nei sondaggi e i numeri del virus che non danno scampo. Merkel in mattinata ha convocato d'urgenza a sorpresa un nuovo vertice con i ministri presidenti dei Länder per correggere una misura decisa nella maratona notturna di due giorni fa e poi rivelatasi impraticabile.

Il lockdown rafforzato con lo stop totale anche giovedì e sabato santo che avrebbe visto un'estensione di fatto dei festivi in calendario. La stampa le aveva strillato contro e mezzo Paese si era ribellato. «Un errore va chiamato con il suo nome e va corretto tempestivamente», ha detto lei comparendo davanti ai giornalisti subito dopo la riunione blitz.

«Lo dico chiaro e tondo: questo è stato un mio errore. So che ha provocato ulteriore insicurezza, mi dispiace e chiedo scusa alle cittadine e ai cittadini». La cancelliera si è scusata anche con i cronisti, per il fatto di non poter rispondere alle domande: era attesa al Bundestag per il question time, e qui ha ripetuto il discorso ai parlamentari, che lo hanno salutato con un applauso.

C'è anche chi ha chiesto che ponesse la questione di fiducia: Afd, Linke e Liberali vorrebbero una verifica della tenuta della coalizione. Ma la miccia sembra per ora disinnescata. Perfino Christian Lindner, non proprio un sostenitore, ha commentato che «la correzione di un errore merita rispetto».

Il contesto però non darà tregua alla Grosse Koalition nei prossimi giorni: i conservatori stanno crollando nei sondaggi, il Forsa fotografa l'Unione di Cdu e Csu al 26% (altri 3 punti in meno rispetto alla settimana scorsa) con i Verdi sempre più vicini al 22.

Se si votasse subito, ci sarebbero i numeri per un governo 'semaforo' con ecologisti, socialdemocratici e liberali. E la pandemia, nella stanchezza generale, è sempre più difficile da gestire: la terza ondata va frenata e i numeri vanno portati indietro, ha detto la Bundeskanzlerin, che ieri ha messo in guardia dal collasso sanitario cui si assiste in altri Paesi: «Vorrei potercelo risparmiare».

Il Governo ha annunciato poco dopo di avere in corso la verifica per capire se sia possibile imporre un divieto di viaggi all'estero. Anche i voli tutti esauriti per Maiorca restano infatti un nodo da risolvere nella Germania che lascerà gli alberghi chiusi nei giorni di festa e vorrebbe una Pasqua all'insegna del motto "restiamo a casa".

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
angela merkel germania lockdown
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved