coronavirus-germania-pronta-a-un-nuovo-giro-di-vite
Keystone
Angela Merkel
21.03.2021 - 19:20
Aggiornamento: 21:20

Coronavirus, Germania pronta a un nuovo giro di vite

Domani la cancelliera Angela Merkel incontra i rappresentanti dei Länder. Probabile un’estensione fino ad aprile di tutte le restrizioni in vigore.

Francoforte – Le autorità tedesche si preparano lunedì a dare un nuovo giro di vite per contrastare la terza ondata di Covid, con il rischio di far sprofondare il paese un po' più nel baratro e di alimentare il malcontento. Le restrizioni potrebbero essere estese fino ad aprile.

Angela Merkel e le regioni tedesche si incontreranno di nuovo per discutere la strategia anti-pandemia. Ma mentre la riunione doveva essere dedicata ad allentare la pressione qualche settimana fa, l'ordine del giorno è cambiato completamente di fronte alla diffusione della variante britannica del virus.

In un documento preparatorio per la riunione, redatto da diversi Länder e ottenuto domenica dall'Afp, si chiede che tutte le restrizioni e chiusure in vigore nel paese, in teoria fino alla fine di marzo, siano "estese" in aprile. La data esatta sarà determinata lunedì. Il documento parla di una "dinamica esponenziale" delle infezioni.

Frenata d'emergenza

L'estensione sembra ormai scontata, dato che la stessa Cancelliera ha già fatto una dichiarazione in tal senso. Il tasso di incidenza nazionale è salito domenica sopra la soglia simbolica di 100 (a 103,9), che fa scattare i "freni di emergenza", cioè nuove restrizioni a livello locale. "Purtroppo dovremo usare questi freni", ha avvertito venerdì Angela Merkel.

Nel giro di tre settimane, la situazione è completamente cambiata in Germania, che la scorsa primavera era un "buon allievo" in Europa in termini di gestione della pandemia e ora rischia di essere sommersa da una terza ondata. Le riaperture previste il 4 aprile nella ristorazione all'aperto o nei luoghi di cultura e di sport in particolare, sembrano molto lontane.

Un passo indietro

Senza aspettare, la città di Amburgo ha deciso venerdì di tornare sulle distensioni decise all'inizio di marzo e sulle riaperture annunciate di zoo, musei o alcuni negozi.

E il presidente dell'associazione nazionale degli insegnanti ha dichiarato domenica sul quotidiano Bild di temere "che non saremo in grado di tenere aperte le scuole durante la terza ondata".

"È molto probabile che a Pasqua avremo una situazione simile a quella che abbiamo avuto prima di Natale, con un numero molto alto di casi, molti casi gravi e morti, e gli ospedali sopraffatti", ha avvertito anche Lars Schaade dell'organo di vigilanza sanitaria Rki.

La Germania contava sull'aumento della sua campagna di vaccinazione per rallentare questa dinamica. Ma è uno dei paesi più lenti in Europa a farlo.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
angela merkel coronavirus estensione germania restrizioni
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved