al-via-le-elezioni-in-olanda-il-premier-rutte-in-testa
Una bandiera olandese bucata per protesta (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
Ucraina
43 min

Guerra del grano, luce verde all’export per altre sei navi

Superati i relativi controlli, le imbarcazioni con a bordo cereali potranno lasciare l’Ucraina attraverso il corridoio marittimo umanitario
Estero
2 ore

Crolla un ponte: due veicoli precipitano nel fiume

È accaduto stamane in Norvegia. Il ‘Tretten’ collegava le due sponde del Gudbrandsdalslågen, nel sud del Paese
Stati Uniti
2 ore

Auto contro la folla in Pennsylvania: un morto e 17 feriti

L’uomo ha dapprima investito le persone di un corteo, dopodiché ha preso mira una 56enne, poi presa a colpi di martello
Stati Uniti
3 ore

Aggressione a Rushdie: Blinken punta il dito contro l’Iran

Il segretario di Stato degli Usa condanna autorità e media: ‘Le istituzioni hanno incitato alla violenza contro di lui per anni’
Estero
18 ore

Salman Rushdie è sulla via della guarigione

Lo ha detto il suo agente, Andrew Wylie, in un comunicato al Washington Post
Estero
19 ore

Si schianta in auto contro Capitol Hill, spara e si suicida

Un uomo si è schiantato contro la Cancellata del Congresso, ha poi esploso alcuni colpi in aria e si è tolto la vita. Nessun altro è rimasto ferito
Estero
20 ore

Spopolamento a Venezia, abitanti sotto la soglia dei 50mila

Il processo sembra inarrestabile. Nel 2002 il capoluogo aveva 64mila residenti.
Estero
20 ore

Dopo Rushdie, minacce su Twitter a Rowling: ‘Tu la prossima’

Il messaggio minaccioso è stato inviato all’autrice della saga di Harry Potter come replica a un tweet. Il profilo dell’autore è poi sparito
Estero
21 ore

In 10mila a ballare contro la mafia a ‘casa’ del boss

Migliaia di giovani hanno partecipato all’evento ‘Musica&Legalità’ a Castelvetrano, paese del boss di Cosa Nostra latitante Matteo Messina Denaro
15.03.2021 - 20:39

Al via le elezioni in Olanda, il premier Rutte in testa

Il liberale si avvicina al quarto mandato: insegue il populista Wilders. Voto spezzato in tre giorni causa coronavirus

Non ci si attende un terremoto politico alle elezioni legislative che si sono aperte in Olanda e che dovrebbero riconfermare l'inossidabile premier uscente, il liberale Mark Rutte, al potere dal 2010, che otterrebbe così un quarto mandato. Restano però le incognite legate alle alleanze e al colore politico della futura coalizione di governo; ma soprattutto se la prossima maggioranza sarà in grado di essere autosufficiente considerato che i sondaggi conferiscono un buon piazzamento al populista anti-Islam Geert Wilders, del Partito della Libertà (Pvv).

Il leader di estrema destra, osservato speciale, è pronto a dare battaglia fino all'ultima scheda e dovrebbe ottenere il secondo posto con una forbice compresa tra l'11 ed il 13% dei voti, confermando una performance simile a quella ottenuta nel 2017 quando, pur senza sfondare, era arrivato secondo sull'onda della Brexit e del populismo ispirato a Donald Trump. Il voto sarà dunque l'occasione per fare una verifica sul sentiment populista-sovranista a livello europeo e sul ruolo degli altri partiti come i Verdi, anche all'indomani delle elezioni regionali in Germania nel Baden-Württemberg e nella Renania-Palatinato che hanno segnato una sconfitta dei conservatori tedeschi e un trionfo degli ecologisti. Ma oltre a questo il voto in Olanda rappresenta anche un test politico sulla gestione della pandemia da parte del governo dell'Aja.

I primi dati

Secondo le ultime rilevazioni il Partito popolare per la libertà e la democrazia (Vvd) di Rutte dovrebbe ottenere circa il 25% dei consensi, mentre i suoi attuali alleati, i conservatori dell'Appello Cristiano Democratico (Cda), sarebbero stimati tra il 10 e l'11%, e l'Unione Cristiana (Cu) al 4%. La strada è dunque tutta in salita per Rutte e non si escludono sorprese dell'ultimo minuto, considerati altri candidati in lizza come quelli del partito ambientalista GroenLinks, che potrebbero dare una svolta al variegato panorama e magari anche incidere sulla futura coalizione governativa. Sarà interessante scoprire anche come e dove si incanalerà l'ombra del malcontento nei confronti delle politiche adottate dal governo dei Paesi Bassi di fronte al Covid. In primis la criticata misura del coprifuoco e poi il lockdown che ha penalizzato le attività commerciali del Paese, che conta 17 milioni di persone e che ha registrato più di un milione di casi e 16mila decessi.

Lo scorso 15 gennaio il governo Rutte si era dimesso a seguito di uno scandalo legato al bonus figli. Un polverone sollevato dopo che i funzionari del fisco avevano accusato ingiustamente 20mila famiglie di frode, facendone indebitare molte per rimborsare le indennità per l'infanzia nel periodo tra il 2013 ed il 2019. La tre giorni di voto è stata decisa per evitare il rischio di code e folle ai seggi elettorali con il virus in agguato. I seggi rimarranno quindi aperti fino a mercoledì: fino a domani votano soprattutto le persone ad alto rischio, come gli anziani, mentre la giornata di mercoledì sarà dedicata al resto della popolazione. Per la prima volta è stato consentito anche il voto per corrispondenza agli elettori di età pari o superiore a 70 anni.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
elezioni geert wilders mark rutte olanda
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved