il-vaticano-non-e-lecito-benedire-le-unioni-omosessuali
(Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
Confine
31 min

Fermato in dogana con ricambi di orologi di lusso non dichiarati

Un 70enne del Biellese è stato controllato al valico di Piaggio Valmara di rientro dalla Svizzera. La merce aveva un valore di circa 10’000 euro
Estero
2 ore

Con il caro-energia, addio ai voli a 10 euro di Ryanair

Lo ha dichiarato il Ceo della compagnia irlandese. Le tariffe superscontate sono destinate a sparire per un certo numero di anni
Estero
3 ore

Kim Jong-Un proclama una ‘eclatante vittoria’ sul Covid-19

Il leader nordcoreano ha dichiarato vinta la guerra contro il virus dopo quasi due settimane senza alcun caso ufficialmente registrato nel Paese
Estero
3 ore

Arrestato uno dei quattro ‘Beatles’ dell’Isis

Aine Davis, britannico, è accusato di far parte di un gruppo di rapitori e assassini dello Stato islamico ribattezzato come il quartetto di Liverpool
Estero
14 ore

Fermata di nuovo la giornalista russa col cartello ‘No War’

Marina Ovsyannikova era apparsa in tv durante un tg inneggiando alla pace: ora rischia fino a dieci anni di carcere
alpi
14 ore

Persi 200 ghiacciai, lo zero termico a 5mila metri

La temperatura registrata in Svizzera, a luglio, all’altezza di 5’184 metri. ‘Un dato senza precedenti’
Estero
15 ore

‘È in ritardo’, torna indietro la prima nave ucraina con il mais

Partita da Odessa per il Libano, l’acquirente non ha voluto farla attraccare e si è infine diretta verso la Turchia
pacifico
15 ore

La Cina chiude le manovre a Taiwan, ma la tensione resta alta

Pechino ha ribadito il proposito di prendere il controllo dell’isola anche con la forza, se necessario. Per Taipei non ci sarà alcuna riunificazione
la guerra in ucraina
15 ore

Kiev, a Zaporizhzhia il rischio di una nuova Fukushima

‘I russi danneggiano la centrale’. Zelensky azzarda: ‘Libereremo la Crimea’
Estero
15 ore

Trump interrogato sul fisco a New York: ‘Non rispondo’

L’ex presidente invoca il quinto emendamento e attacca la procuratrice afroamericana James, accusata di essere ‘razzista’
Estero
16 ore

Naufragio nell’Egeo, sono 50 i profughi dispersi in mare

Sulla barca salpata dalla Turchia, diretta in Italia, c’erano circa 80 persone. Intanto gli sbarchi sulle coste italiane entrano nella campagna elettorale
15.03.2021 - 13:36
Aggiornamento: 20:13
Ats, a cura de laRegione

Il Vaticano: non è lecito benedire le unioni omosessuali

La Congregazione della Dottrina della Fede nega 'analogie, neppur remote, tra le unioni omosessuali e il disegno di Dio sul matrimonio e la famiglia'

La Chiesa non dispone del potere di impartire la benedizione a unioni di persone dello stesso sesso: lo afferma la Congregazione della Dottrina della Fede rispondendo ad un quesito sul tema.

"Non è lecito impartire una benedizione a relazioni, o a partenariati anche stabili, che implicano una prassi sessuale fuori dal matrimonio (vale a dire, fuori dell'unione indissolubile di un uomo e una donna aperta di per sé alla trasmissione della vita), come è il caso delle unioni fra persone dello stesso sesso", afferma la Congregazione.

Papa Francesco "è stato informato e ha dato il suo assenso" alla pubblicazione della risposta sulla questione delle benedizioni delle unioni gay.

In alcuni ambiti ecclesiali - ricorda la Congregazione - si stanno diffondendo progetti e proposte di benedizioni per unioni di persone dello stesso sesso.

"Non di rado, tali progetti sono motivati da una sincera volontà di accoglienza e di accompagnamento delle persone omosessuali - sottolineano il Prefetto, Card. Luis Ladaria, e il segretario, mons. Giacomo Morandi - alle quali si propongono cammini di crescita nella fede, affinché coloro che manifestano la tendenza omosessuale possano avere gli aiuti necessari per comprendere e realizzare pienamente la volontà di Dio nella loro vita".

"Tra le azioni liturgiche della Chiesa rivestono una singolare importanza i sacramentali", tra i quali ci sono appunto le "benedizioni", attraverso le quali, "con una certa imitazione dei sacramenti", "vengono santificate le varie situazioni della vita".

"Di conseguenza, per essere coerenti con la natura dei sacramenti, quando si invoca una benedizione su alcune relazioni umane occorre, oltre alla retta intenzione di coloro che ne partecipano, che ciò che viene benedetto sia oggettivamente e positivamente ordinato a ricevere e ad esprimere la grazia, in funzione dei disegni di Dio iscritti nella Creazione e pienamente rivelati da Cristo Signore.

Sono quindi compatibili con l'essenza della benedizione impartita dalla Chiesa solo quelle realtà che sono di per sé ordinate a servire quei disegni", sottolinea l'ex Sant'Uffizio spiegando che "per tale motivo, non è lecito impartire una benedizione" a unioni fra persone dello stesso sesso.

"Inoltre, poiché le benedizioni sulle persone sono in relazione con i sacramenti, la benedizione delle unioni omosessuali non può essere considerata lecita - si legge ancora nella nota del Vaticano -, in quanto costituirebbe in certo qual modo una imitazione o un rimando di analogia con la benedizione nuziale, invocata sull'uomo e la donna che si uniscono nel sacramento del matrimonio, dato che non esiste fondamento alcuno per assimilare o stabilire analogie, neppur remote, tra le unioni omosessuali e il disegno di Dio sul matrimonio e la famiglia".

"La dichiarazione di illiceità delle benedizioni di unioni tra persone dello stesso sesso non è quindi, e non intende essere, un'ingiusta discriminazione, quanto invece richiamare la verità del rito liturgico e di quanto corrisponde profondamente all'essenza dei sacramentali, così come la Chiesa li intende", conclude la Congregazione per la Dottrina della Fede.

La risposta al 'dubium' proposto - si legge ancora - "non esclude che vengano impartite benedizioni a singole persone con inclinazione omosessuale, le quali manifestino la volontà di vivere in fedeltà ai disegni rivelati di Dio così come proposti dall'insegnamento ecclesiale, ma dichiara illecita ogni forma di benedizione che tenda a riconoscere le loro unioni".

Nessuna discriminazione, assicura il Vaticano. Ma il mondo gay tuona contro la posizione della Santa Sede. "La scelta del papa di non benedire le coppie omosessuali è un passo indietro per quei credenti che speravano nel nuovo papa, ma non deve influenzare la politica italiana", commenta Fabrizio Marrazzo, portavoce in Italia del Partito Gay per i diritti della comunità lesbica, gay, bisessuale e transgender. "Purtroppo - aggiunge - quotidianamente sentiamo politici di tutti gli schieramenti che affermano di ispirarsi al papa".

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
unioni omosessuali vaticano
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved