trump-e-nei-guai-l-impeachment-e-ormai-avviato
Legislativo blindato (KEYSTONE)
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
1 ora

Golpe in Sudan, il premier chiama la gente a scendere in piazza

Forze armate hanno sparato contro i manifestanti contrari al colpo di Stato. Internet interrotta in tutto il Paese, chiuse le vie di accesso a Khartum
Estero
1 ora

Maltempo in Sicilia e Calabria: due dispersi, trovato un corpo

Il corpo del marito della coppia di anziani segnalata come dispersa da ieri sera a Scordia, nel Catanese, era distante dal luogo dell’ultimo avvistamento
Estero
6 ore

Colpo di Stato in Sudan, arrestato il premier

Militari non meglio identificati hanno assediato l’abitazione del primo ministro del Sudan, Abdalla Hamdok, dichiarandolo agli arresti domiciliari
italia
8 ore

I nazifascisti della porta accanto cancellati da Facebook

A Varese continua a fare proseliti la Comunità militante dei Dodici Raggi (Do.Ra.), tra invettive via web, eventi nostalgici e pubblicazioni fuorilegge
Estero
17 ore

Nuovi focolai in Cina, annullata la maratona di Wuhan

La gara avrebbe dovuto celebrare il definitivo ritorno alla normalità, ma i 26 nuovi casi suggeriscono cautela anche in vista dei Giochi invernali
Estero
19 ore

Lady Fisherman’s Friend lascia 41 milioni alla sua città

Doreen Lofthouse, a capo della nota azienda di caramelle, è morta a 91 anni. La sua eredità va al villaggio di Fleetwood, nel Nord dell’Inghilterra
Estero
19 ore

La Cina chiede ai genitori di non fare studiare troppo i figli

Con una nuova legge il Comitato permanente dell’Assemblea nazionale del popolo vieta un eccessivo carico didattico sui giovani
Estero
19 ore

Gran Bretagna: contagi sotto la soglia dei 40mila

Tale risultato non si vedeva da 11 giorni. In calo pure i decessi, per il secondo giorno di fila, che si assestano a 72
Estero
20 ore

‘Meglio in carcere che a casa con mia moglie’

Un 30enne è evaso dagli arresti domiciliari e si è presentato alla caserma dei Carabinieri di Guidonia. Il motivo? Era esasperato dalla compagna
Estero
20 ore

Yemen: uccisi in tre giorni dalla coalizione araba 264 Houthi

I ribelli sono morti a seguito dei raid compiuti ad Al Jawba, 50 chilometri a sud di Marib, e a Al Kassara
STATI UNITI
13.01.2021 - 23:140

Trump è nei guai, l’impeachment è ormai avviato

Restano da chiarire le tempistiche e se si troverà la maggioranza di due terzi che serve per ’condannare’ il presidente Donald Trump dopo l’assalto al Congresso

Washington – Una settimana esatta prima della fine del suo mandato alla Casa Bianca la Camera vota l’impeachment contro Donald Trump, che diventa così il primo presidente della storia a essere messo in stato d’accusa due volte. Gli si contesta l’incitamento all’insurrezione per aver istigato in un comizio i suoi fan ad assaltare il Congresso e impedire la certificazione della vittoria di Joe Biden, contestata per settimane evocando inesistenti brogli elettorali e minacciando anche il segretario di Stato della Georgia. Un attacco violento costato cinque morti, diversi feriti, danneggiamenti e un vulnus senza precedenti alla democrazia americana.

“Trump è un pericolo evidente e immediato, ha incitato la ribellione armata contro la nazione, deve essere destituito”, ha denunciato in aula la speaker della Camera Nancy Pelosi, definendo i rivoltosi non “patrioti”, come li ha chiamati il presidente, ma “terroristi”. Il voto è avvenuto “sulla stessa scena del delitto”, come ha sottolineato un deputato. E in un’atmosfera da stato di guerra nella capitale: centinaia di riservisti hanno passato la notte all’interno di Capitol Hill; la Guardia Nazionale presidia a mano armata anche tutto il perimetro esterno del Parlamento.

La mozione d’impeachment arriva dopo che la Camera ha approvato quella sul 25esimo emendamento. Mike Pence tuttavia si è rifiutato di invocarlo, ritenendo che non sia “nel miglior interesse del Paese” e invitando a evitare “azioni che dividerebbero e infiammerebbero ulteriormente la passione del momento”. La seconda messa in stato d’accusa di Trump ha però ricevuto un crescente consenso tra i repubblicani, che in quella precedente per l’Ucrainagate erano stati invece compatti alla Camera. Già prima del voto erano usciti allo scoperto cinque deputati del Grand Old Party. Tra loro Liz Cheney, numero tre del partito alla Camera e figlia del controverso ex vicepresidente di George W. Bush. “È Trump ad aver acceso il fiammifero dell’attacco”, ha accusato la parlamentare, che pilota il fronte interno contro The Donald candidandosi di fatto a guidare il partito alla Camera.

Cosa succede ora

La chiave di volta potrebbe essere il potente leader repubblicano al Senato Mitch McConnell, che in privato ha detto di vedere di buon occhio l’impeachment, ritenendolo fondato e utile per aiutare il partito a voltare pagina. Se confermasse pubblicamente la sua posizione potrebbe aprire una grande breccia tra i suoi, consentendo forse di arrivare alla maggioranza dei due terzi per la ‘condanna’ (non giuridica, ma politica, e non necessariamente relativa a fatti di rilevanza penale: nel 1998 Bill Clinton fu messo in stato d’accusa per avere mentito circa una relazione extraconiugale).

In passato una tale maggioranza non si è mai trovata, né per lo stesso Trump durante l’Ucrainagate nel 2019 – fu accusato di aver fatto pressioni sul governo ucraino per avviare indagini sul conto della famiglia Biden –, né per alcun altro presidente. Neppure Richard Nixon attese la fine della procedura per dimettersi dopo il Watergate. Stavolta, però, i fatti discussi sono sotto gli occhi di tutti.

Resta aperta la questione delle tempistiche. Il trascinarsi dell’impeachment preoccupa il subentrante Biden, che teme di dividere il Paese proprio durante i fatidici ‘cento giorni’ nei quali dovrà mettere in cantiere le misure più urgenti, comprese quelle contro il coronavirus. Per questo già si pensa di rimandare i lavori alla tarda primavera: un impeachment ‘postumo’ non è mai stato attivato, ma nulla pare escluderlo e sarà utile per interdire a Trump una nuova candidatura nel 2024. La strada, in ogni caso, potrebbe rivelarsi ancora lunga. ANSA/RED

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved