covid-19-vaccino-moderna-efficace-contro-casi-gravi-al-100
La terza fase dello studio sembrano positivi (foto Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
Stati Uniti
3 ore

Strage in Texas, per la polizia rischio di accuse e cause legali

Sotto indagine la reazione inadeguata delle forze di polizia durante la strage nella scuola elementare di Uvalde in cui sono morti 19 bambini e 2 docenti
Estero
5 ore

Bachelet: la visita in Cina non è un’indagine

L’Alto Commissario dell’Onu per i diritti umani ha aperto la conferenza stampa sulla prima visita in Cina in 17 anni, incentrata sullo Xinjiang.
Estero
8 ore

Si tuffa nel Lago di Como e non riemerge: morto 17enne

Il ragazzo era stato recuperato ieri in condizioni disperate. Si era buttato in acqua mentre era con gli amici. Probabilmente fatale lo choc termico
Estero
10 ore

È morto il cardinale Sodano, ex Segretario di Stato vaticano

Aveva 94 anni. Fu il “numero due” della Santa Sede sotto Giovanni Paolo II e Benedetto XVI
Estero
10 ore

Usa: donna armata uccide un uomo che sparava sulla folla

La donna possedeva l’arma legalmente. L’uomo ha iniziato a far fuoco dall’auto dopo esser stato invitato ad allontanarsi da un party in strada
Estero
11 ore

Trump alla lobby delle armi: ‘Ci riprenderemo la Casa Bianca’

L‘ex presidente è intervenuto alla convention della National Rifle Association (Nra) a Houston. ’Quando sarò ancora presidente combatterò il male’
Speciale Ucraina
LIVE

I russi pensano a una Norimberga per il battaglione Azov

Lo ha dichiarato il leader dell’autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk. Segui il live de LaRegione
Video
Estero
22 ore

Bambini armati nel video della convention Nra

A Houston in Texas parla fra le proteste il ceo della potente lobby, che replica a Biden sull’ipotesi di abolire il secondo emendamento
Estero
1 gior

‘Solo un sì è un sì’: violenze sessuali, la Spagna indica la via

Primo via libera del Parlamento alla legge che pone al centro il consenso esplicito. La ministra Irene Montero: frutto di 30 anni di lotta civica.
Stati Uniti
1 gior

‘Una decisione sbagliata’ non irrompere nella classe

Tre giorni dopo il massacro di Uvalde, il capo del Dipartimento di pubblica sicurezza prende la parola. Oltre cento i colpi sparati dal killer
Olanda
1 gior

Cadono due gondole nel parco a tema, quattro feriti

Una giostra perde pezzi: momenti di paura questo pomeriggio al Sprookjesbos di Valkenburg, nei Paesi Bassi
Estero
1 gior

Stavolta è un guasto informatico a tenere a terra easyJet

Dopo i voli cancellati causa Covid in aprile, la compagnia low-cost fermata da problemi con i computer. Duecento decolli annullati nel Regno Unito
30.11.2020 - 20:29

Covid-19, vaccino Moderna efficace contro casi gravi al 100%

Il rimedio previene al 94,1% la malattia negli altri casi, secondo la fase 3 dello studio. L'azienda ha richiesto l'autorizzazione per uso d'emergenza

Ats, a cura de laRegione

Si è dimostrato efficace al 100% nel prevenire le tipologie gravi di Covid-19 e al 94,1% nel prevenire la malattia negli altri casi il candidato vaccino dell'azienda statunitense Moderna, secondo i risultati dello studio di fase 3 su 196 volontari resi noti dall'azienda.

Oggi stesso Moderna - i cui titoli sono saliti del 15,69% a Wall Street - ha fatto richiesta all'autorità statunitense per i farmaci Fda dell'autorizzazione per l'uso di emergenza, e all'Agenzia europea per i medicinali Ema di un'autorizzazione all'immissione in commercio condizionata.

I risultati divulgati lascerebbero dunque ben sperare e si aggiungono a quelli degli altri due vaccini che parrebbero più prossimi al traguardo, quello di Oxford-AstraZeneca-Irbm e di Pfizer-BioNTech.

Dati parziali e non ancora pubblicati

Tuttavia i dati sono parziali e non ancora pubblicati. Per questo, la comunità scientifica invita alla cautela e l'ex direttore esecutivo dell'Ema Guido Rasi avverte che i dati reali sui vaccini saranno solo quelli aggregati che deriveranno da una valutazione completa. E come Moderna, anche AstraZeneca e Pfizer sono in procinto di richiedere all'Ema l'ok condizionato.

Lo studio COVE per il candidato vaccino RNA-1273 di Moderna ha coinvolto in totale in Usa 30mila partecipanti. L'analisi presentata oggi è basata su 196 casi di Covid: di questi, 185 sono stati osservati nel gruppo di volontari trattati con placebo, contro 11 casi osservati nel gruppo di volontari vaccinati con mRNA-1273. Questo ha determinato una stima dell'efficacia del vaccino pari al 94,1%. Si sono inoltre analizzati casi severi di Covid-19 e si sono considerati 30 di questi casi nell'analisi: tutti e 30 i casi severi si sono verificati nel gruppo trattato con placebo e nessuno nel gruppo vaccinato.

Entro fine anno: disponibilità di 20 milioni di dosi

Il comitato vaccini della Fda dovrebbe riunirsi il 17 dicembre per analizzare i dati. Entro il 2020, Moderna prevede di avere la disponibilità di circa 20 milioni di dosi negli Stati Uniti, inoltre prevede la produzione di 500 milioni-1 miliardo di dosi globalmente nel 2021. L'azienda ha anche annunciato ulteriori progressi mirati ad assicurare che la distribuzione, conservazione e manipolazione del vaccino possano essere effettuati utilizzando infrastrutture esistenti.

Ma, in generale, sui risultati dei candidati vaccini finora resi noti dalle aziende restano delle lacune. L'Ema, ha spiegato Rasi, "ha visto i dati preliminari e a ora non ha avuto obiezioni su questa parte, ma i dati importanti sono quelli che iniziano in queste settimane. Almeno due ditte sottoporranno i dati in questi giorni e la verità inizia da qui. Sono convinto che le ditte non abbiano dato dati lontani dalla verità, però hanno sempre parlato di gruppi. Da oggi probabilmente iniziamo a sapere qualcosa di vero".

Vaccini prevengono il contagio?

Altra questione da chiarire è se i vaccini saranno in grado di prevenire, oltre ai sintomi, anche la diffusione del contagio. Vanno bene entrambe le situazioni, ha chiarito Rasi, "ma farebbe una grossa differenza se prevenissero anche la trasmissione, accelererebbe la normalizzazione della nostra vita".

Infatti, rileva il virologo Fabrizio Pregliasco, "a oggi manca la conferma del fatto che questi candidati vaccini, oltre a evitare la malattia da SarsCov2 nei soggetti vaccinati, evitino anche che l'infezione possa comunque svilupparsi nel soggetto vaccinato e che quest'ultimo, pur non avendo sviluppato malattia ed essendo asintomatico, possa essere contagioso".

Commissione Europea firma con CureVac per 405 milioni di dosi

Intanto, la Commissione Europea ha firmato formalmente con la società CureVac un nuovo contratto, già approvato da Bruxelles nei giorni scorsi, per la fornitura fino a 405 milioni di dosi di un vaccino anti-Covid. È il sesto contratto firmato dall'Ue con altrettante case farmaceutiche. Sale così a circa due miliardi il numero complessivo di dosi di vaccini di cui l'Ue si è finora assicurata la fornitura con, oltre a CureVac, 160 milioni di dosi dall'accordo con Moderna, 400 milioni di dosi da AstraZeneca, 300 milioni da Sanofi-Gsk, fino a 400 milioni da Johnson & Johnson e fino a 300 milioni da, BioNTech-Pfizer.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
covid-19 moderna vaccino
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved