laRegione
trump-sigilla-la-pace-israele-emirati
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
2 ore

Austria: morto il re dei cristalli Langes-Swarovski

Pronipote del fondatore Daniel Swarovksi, aveva 78 anni. Avevaa guidato l'azienda per 35 anni
Estero
2 ore

Assalto a Congresso, Facebook sta dando all'Fbi i dati utenti

Secondo Forbes, una denuncia contro un dimostrante dimostra che sono stati controllati dall'Fbi messaggi privati, indirizzo IP, telefono e indirizzo Gmail
Italia
3 ore

Arrestata la 'nonna' della droga che spacciava con i nipoti

Una 74enne in Sicilia gestiva giro di spaccio insieme ai nipoti e i loro fidanzati o fidanzate. In Puglia una donna faceva spacciare il figlio di 9 anni
Estero
4 ore

Multe salate in Gran Bretagna per le feste in casa

Il grosso rispetta le regole, ma – dice la ministra dell'interno – esiste 'una minoranza che si ostina' a violarle per la quale non ci saranno sconti.
Estero
7 ore

Covid, le varianti fanno paura e l'Ue stringe sui viaggi

L'Unione europea decide per delle zone 'rosso scuro', ma non chiude i confini. Scoraggiati i movimenti 'non essenziali'. Alcuni Paesi sono preoccupati
Confine
9 ore

Campione d’Italia, preoccupa l’antenna 4G a ridosso delle case

La consigliera comunale, Rosalba Andresini pronta a raccogliere le decine di lamentele e ad approfondire il dossier
Estero
16 ore

Joe Biden dichiara guerra al coronavirus

Nel maxi-piano del neopresidente più mascherine e test, 100 milioni di vaccinazioni e tamponi prima dell’imbarco per chi entra negli Usa
Estero
16 ore

No Tav, pene molto più lievi in appello

Si è concluso stasera a Torino con 32 condanne il maxiprocesso per gli scontri del 2011 tra manifestanti e forze dell’ordine
Estero
17 ore

Allarme varianti, l’Ue verso i controlli ai confini

La linea di Angela Merkel sembra passare al Consiglio dei ministri, riunito in videoconferenza. Sul tavolo anche un ‘certificato digitale delle vaccinazioni’.
Estero
18 ore

Attentato suicida a Baghdad, più di 30 morti

Due kamikaze si sono fatti esplodere in una piazza della capitale irachena, nei pressi di un mercato popolare. L'attacco non è ancora stato rivendicato.
Estero
15.09.2020 - 20:460

Trump sigilla la pace Israele-Emirati

Il presidente statunitense: ai palestinesi toccherà adeguarsi.

"Un giorno storico per la pace, nasce un nuovo Medio Oriente con un accordo che nessuno pensava fosse possibile e che a breve verrà firmato da altri cinque o sei Paesi arabi". Donald Trump sigilla con nuove promesse la pax americana in Medio Oriente, formalizzata dalla firma alla Casa Bianca degli 'accordi di Abramo', ossia le intese per la normalizzazione dei rapporti gradi tra Israele da un lato e gli Emirati Arabi e il Bahrein dall'altro, in cambio della sospensione dell'annessione della Cisgiordania, in verità solo promessa e non messa per iscritto. "Una nuova alba di pace, superiamo le divisioni e ascoltiamo il battito della storia", gli ha fatto eco il premier israeliano Benyamin Netanyahu, che ha siglato le intese con i ministri degli Esteri degli altri due Paesi, rispettivamente Abdullah bin Zayed Al Nahyan e Khalid bin Ahmed bin Mohammed Al Khalifa.

"Storici accordi di pace", li ha definiti il presidente americano nel South Lawn della Casa Bianca, davanti ad una folla di centinaia di invitati con pochissime mascherine e senza distanziamento sociale. Ma Emirati e Bahrein non sono mai stati in guerra con Israele, non sono trattati di pace come quelli siglati con l'Egitto nel 1979 e con la Giordania nel 1994. In ogni caso si tratta di intese storiche che cambiano la mappa e gli equilibri mediorientali, segnando l'accettazione di Israele nel mondo arabo e un'alleanza comune contro l'Iran, il nemico numero uno di Washington nella regione.

Per Trump è indiscutibilmente un trionfo diplomatico, che gli permette di accreditarsi come artefice di pace e di vantare la candidatura al Nobel (avanzata da un deputato norvegese di estrema destra) a sette settimane dalle elezioni, mentre spera di incassare un nuovo successo dai negoziati sull'Afghanistan. Come suggerisce lo stesso nome degli accordi, è una vittoria anche per il suo amico ed alleato Netanyahu, inseguito finora dalle polemiche del processo per corruzione e per il rinvio del lockdown per la pandemia. L'unico prezzo che paga è la sospensione, non la rinuncia, all'annessione della Cisgiordania.

Già: i palestinesi. Manifestamente ignorati dal "piano di pace" di Jared Kushner, genero di Trump, in questa occasione si sono sentiti "pugnalati alle spalle" dagli accordi dei due Paesi arabi. "È un giorno buio", ha detto il premier palestinese Mohammed Shtayyeh. Ma il Trump promette ora di coinvolgere altri Paesi del Golfo, probabilmente Oman e Arabia Saudita, convinto che alla fine anche i palestinesi "arriveranno a un punto in cui vorranno unirsi all'accordo di pace", altrimenti "saranno lasciati da parte". Dove già sono.

C'è poi la questione dei caccia F-35: Trump ha detto che non avrebbe alcun problema a venderli agli Emirati Arabi ma resta, almeno ufficialmente, l'opposizione di Israele, che vuole mantenere la supremazia militare nella regione. Montano intanto le tensioni con l'Iran dopo la pubblicazione di un rapporto dell'intelligence Usa secondo cui Teheran pianificava l'assassinio dell'ambasciatrice americana in Sudafrica Lana Marks per vendicare l'uccisione del generale iraniano Qassem Soleimani, colpito in un raid americano all'aeroporto di Baghdad. Il presidente ha già ammonito via Twitter che la risposta a qualunque attacco iraniano sarà "mille volte più forte". Respingendo le accuse, Teheran lo ha invitato a non commettere "un nuovo errore strategico" e ad "evitare un nuovo avventurismo" solo per "conquistare un altro mandato presidenziale". Ma dalla tribuna della Casa Bianca Trump ha offerto un ramoscello d'ulivo: "Farò un grande accordo con l'Iran dopo le elezioni, anche se Teheran sta aspettando il voto sperando di fare un accordo migliore con sleepy Joe Biden". 

© Regiopress, All rights reserved