laRegione
Nuovo abbonamento
ll-governo-conferma-esplosivo-sequestrato-sei-anni-fa
Un'esplosione devastante (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
2 ore

Boccia resort su Tripadvisor, denunciato turista americano

Una recensione online poco lusinghiera sulla sua vacanza ha messo nei guai uno statunitense in Thailandia, rischia due anni di prigione
Confine
4 ore

Tonnellate di acque luride nel Verbano a Luino

Preoccupa il ‘by-pass’ fognario che dovrebbe essere realizzato durante il cantiere per la messa in sicurezza dei viadotti sulla statale 394
Estero
6 ore

Studenti spariti in Messico, coinvolti polizia ed esercito

Settanta ordini di cattura per il caso dei 43 ragazzi di Ayotzinapa scomparsi nel nulla 6 anni fa nello Stato di Guerrero
Estero
9 ore

Usa, Trump nomina Barrett alla Corte Suprema

Una cattolica conservatrice e antiabortista alla Corte Suprema
Estero
10 ore

Coronavirus, Bruxelles anticipa la chiusura di bar e caffè

Da domani dovranno chiudere alle 23, anticipando di due ore l'orario. Le altre attività commerciali che vendono bevande e cibo dovranno chiudere alle 22
Estero
1 gior

Trump: Amy Coney Barrett al posto di Bader Ginsburg

Il presidente statunitense avrebbe deciso la sostituta alla Corte Suprema
Estero
1 gior

Un altro arresto eccellente tra le fila dell'Uck

Kosovo, fermato il vicepresidente dell'Associazione dei veterani, dopo l'ex capo dei servizi sereti
Estero
1 gior

Ucraina, precipita un aereo militare, 25 le vittime

L'incidente che ha coinvolto un Antonov An-26 è avvenuto in serata, nella regione di Charkow. Vi sono anche dei sopravvissuti. Ignote le cause del disastro
Estero
1 gior

Inghilterra, un premio a Magawa, il topo antimine

Riconoscimento di prestigio per il roditore che in Cambogia ha contribuito a scovare decine di ordigni inesplosi
Estero
05.08.2020 - 17:410
Aggiornamento : 22:09

ll governo conferma, esplosivo sequestrato sei anni fa

Il nitrato d'ammonio era stato confiscato nel 2014 a una nave con bandiera moldava in rotta verso una destinazione sconosciuta

Il ministro dell'Interno libanese Mohammed Fehmi ha confermato che il materiale "estremamente volatile", il nitrato di ammonio, che ha dato origine alle esplosioni di ieri a Beirut erano state immagazzinate in un locale all'interno del porto sei anni fa, nel 2014.

Il materiale - riporta il sito del quotidiano libanese An-nahar citando il ministro - "era stato confiscato a una nave con bandiera moldava in rotta verso una destinazione sconosciuta in bizzarre circostanze".

Cosa è il nitrato d'ammonio

Nei sacchi di fertilizzante si presenta bianco, inodore, apparentemente innocuo, ma il nitrato di ammonio, indicato quale causa scatenante del disastro di Beirut, ha seminato più volte morte e distruzione.

Spesso usato come base per la produzione di esplosivi, a uso soprattutto dell'industria mineraria, rimane relativamente stabile a temperatura ambiente ma può innescare reazioni potenti in presenza di condizioni particolari, come un incendio o un catalizzatore. E non meno allarmanti sono i possibili effetti sulla salute dalle sostanze tossiche sprigionate nell'aria dopo una esplosione.

Uno degli effetti delle esplosioni che coinvolgono questa sostanza - spiega l'esperto Carlo Della Volpe dell'università di Trento sul blog della Società Chimica Italiana - è la produzione di ossidi di azoto gassosi che, secondo la scheda di rischio, sono letali per inalazione e provocano ustioni e lesioni oculari anche gravi, e possono essere molto persistenti nell'aria se non vengono dispersi dagli agenti atmosferici. Da qui la preoccupazione delle autorità libanesi per le possibili conseguenze dell'esplosione sull'aria e sulla salute dei residenti, ai quali è stato consigliato di lasciare la città.

Il nitrato di ammonio, chimicamente un solido cristallino, di per sé non è considerato molto pericoloso per l'uomo, e secondo la sua scheda di sicurezza il rischio maggiore per la salute è che "può provocare grave irritazione agli occhi". La maggior parte di quello prodotto nel mondo è utilizzata in agricoltura (circa il 93%), ma le applicazioni sono diverse, ad esempio nel cosiddetto 'ghiaccio istantaneo' che sfrutta il fatto che quando viene sciolto in acqua ne abbassa la temperatura. Viene ottenuto facendo reagire ammoniaca e acido nitrico, e fu sintetizzato per la prima volta nel 1659, anche se solo nel 1849 si scoprì che, se incendiato, poteva innescare un'esplosione.

"L'esplosione del nitrato di ammonio - spiega Della Volpe - può venire innescata dall'esplosione di un altro esplosivo oppure dall'azione di un catalizzatore mescolato alla massa di materiale o infine da un incendio sostenuto da materiale combustibile mescolato ad esso".

"Beirut e il Libano sono in una situazione sociale e politica difficile come altri Paesi del Medio Oriente - osserva lo studioso - e questo certamente può avere fornito il contesto dell'esplosione, ma ricordiamo che esplosioni poderose di questo medesimo tipo si sono verificate negli ultimi decenni anche negli impianti di produzione come in Texas nel 2013 o a Tolosa nel 2001, a pochi giorni dall'11 settembre, o nel porto di Tianjin nel 2015".

© Regiopress, All rights reserved