(Keystone)
ITALIA
20.09.2019 - 12:560
Aggiornamento : 14:12

La bambina di Pontida non avrebbe dovuto essere lì

Salvini l'ha chiamata sul palco per alimentare la polemica su Bibbiano. Ma non c'entrava nulla ed era stata sottratta alla comunità d'affido

Greta, la bambina salita sul palco con Matteo Salvini durante due comizi a Roma e a Pontida non doveva essere lì e non è stata neanche "restituita alla madre": era scappata dalla comunità che l'aveva in affidamento. Lo rivela il quotidiano italiano 'La Repubblica':

In realtà la bambina di Lomazzo, che ha 11 anni, il 3 settembre è fuggita al termine di un incontro protetto con la madre Sara, brindisina di 36 anni. Dal parco Lura, dove aveva fatto un pic-nic alla presenza dell’assistente sociale, si è rifugiata nell’abitazione della mamma e del suo nuovo compagno. Inutile il tentativo dei carabinieri di convincerla a rientrare nella comunità “Il Marsupio” di Varese, dove l’Azienda Sociale Comuni Insieme l’ha collocata in affido temporaneo.

Nessuna sottrazione irregolare e nessua 'restituzione', dunque. La madre, invece di assicurare il suo soggiorno presso la comunità e il rispetto dell'obbligo scolastico, l'ha condotta con sé a vedere Salvini a Roma ed è stata poi convinta a partecipare al raduno di Pontida del 15 settembre, per testimoniare una presunta storia di "lieto fine". La donna sperava così di fare pressioni sui giudici e sugli assistenti sociali, creando una forte risonanza mediatica. Salvini – nell'impossibilità di trovare persone coinvolte nel caso di Bibbiano sul quale sta alimentando una virulenta polemica – sarebbe stato al gioco. Questa la ricostruzione di Repubblica:

Il problema è che Matteo Salvini fatica ad ingaggiare famiglie di Bibbiano da far sfilare davanti al popolo leghista e sotto i riflettori. Ai suoi ordina così di trovare “bambini sostitutivi”, necessari anche irrobustire il comizio di Lucia Borgonzoni, candidata presidente alle prossime Regionali in Emilia Romagna. “Non sono leghista – dice Sara – ma ho accettato perché mi hanno promesso che avrei incontrato Salvini e che avrei potuto far saltare fuori tutto”.

Il leader della Lega era già stato criticato per aver indotto in errore l'opinione pubblica circa la correlazione fra il caso di Greta e quello di Bibbiano:

 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved