laRegione
Nuovo abbonamento
Foto Keystone
ULTIME NOTIZIE Estero
Hong Kong
28 min
Hong Kong, la censura cinese si abbatte sui libri scolastici
I volumi che non rispettano la nuova legge sulla sicurezza nazionale imposta da Pechiono dovranno essere ritirati
Stati Uniti
50 min
Negli Usa i grandi elettori 'devono rispettare il popolo'
Nelle elezioni presidenziali, non tutti i delegati hanno rispettato le scelte della popolazione del proprio Stato. Per i giudici il rischio è il 'caos'
Estero
1 ora
Arresti e confische contro boss della 'ndrangheta in Lombardia
Gli inquirenti hanno smantellato un traffico di droga e confiscato beni di proprità dello storico boss Bartolomeo Iaconis.
Croazia
7 ore
Croazia, ampia vittoria dei conservatori
Confermati i dati degli exit poll: l'Unione democratica croata con 66 seggi. Dura sconfitta per il centrosinistra. I Verdi per la prima volta in parlamento
Confine
9 ore
Appartamento in centro a Como sequestrato a società svizzera
Attiva nel settore bancario, operava senza l'autorizzazione della Banca d'Italia. Il valore dell'immobile è stimato a 2,7 milioni di euro
Estero
11 ore
Coronavirus: per 239 esperti esiste la trasmissione aerea
Lettera aperta all'Oms: rivedete le raccomandazioni. Sarebbe necessaria la mascherina in tutti gli spazi chiusi e la revisione dei sistemi di ventilazione.
Estero
23 ore
Croazia, si confermano i conservatori
Gli exit poll attribuiscono 62 seggi su 151 seggi in parlamento al partito del premier uscente Plenkovic. Bene la destra e la coalizione Verdi/sinistra radicale.
Estero
1 gior
Nuovo lockdown in Spagna: 70 mila persone confinate
Il virus non dà tregua, 530mila morti nel mondo. Stati Uniti, Brasile e Israele in piena emergenza. Preoccupa la situazione in India.
Confine
1 gior
Svizzeri multati a Como: difficile risalire ai nominativi
Il comandante della Polizia cittadina denuncia: 'I nostri vicini non ci forniscono più i dati per risalire agli automobilisti indisciplinati'
Estero
1 gior
Maltempo in Giappone, 18 vittime e 14 dispersi
Si aggrava il bilancio delle piogge torrenziali che hanno provocato l'inondazione di ampie aree delle prefettura di Kumamoto
Estero
18.07.2019 - 21:510

Italia a un passo dalla crisi, Salvini: 'Finita fiducia con M5S'

L'ennesima spaccatura fra i due partiti di governo italiani è emersa durante la votazione per la nuova presidente della Commissione europea Von der Leyen

Tre giorni, o poco più, per far cadere tutto. L'ultima spallata al governo italiano giallo-verde si materializza in un'afosa giornata di luglio, sull'onda dello scontro M5S-Lega sul voto alla nuova presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen e di un'inchiesta sui fondi russi, che al di là dell'ostentata tranquillità di Matteo Salvini rischia di porre più di un ostacolo all'ascesa leghista.

È uno scontro tutto a mezzo stampa quello che va in scena tra il ministro dell'Interno della Lega e l'omologo vicepremier del Movimento Cinque Stelle Luigi Di Maio, con il premier Giuseppe Conte che ribadisce di aver agito, nelle trattative Ue e non solo, "in trasparenza e nella fedeltà assoluta agli interessi del Paese". E Palazzo Chigi osserva in queste ore silenti il degenerare dello scontro tra M5S e Lega, constatando un dato: da giorni i due vicepremier non si parlano più.

Anzi, per tutta la giornata Di Maio e Salvini se le danno di santa ragione. E la volontà del leader leghista di tenere in piedi l'alleanza è appesa a un filo, tanto che, in serata, si rincorrono le voci che Salvini, già domani in mattinata, potrebbe salire al Quirinale.

"Con il M5S "si è persa la fiducia, anche personale", tuona Salvini da Helsinki attaccando frontalmente Di Maio ("lo lascio ai suoi sfoghi, io penso ai fatti) e annunciando che, domani, sarà assente sia al Consiglio dei ministri delle 12 sia al successivo vertice sulle Autonomie. "Oltre questo governo ci sono solo le elezioni", avverte Salvini cercando di decostruire, sul nascere, qualsiasi ipotesi di piano B e di asse M5S-Partito democratico per un Conte-bis. Ma il leader della Lega non vuole alcuna colpa di un'eventuale crisi: giustizia, autonomia, manovra, "con questi tre no allora cambia tutto", è il diktat di Salvini.

Pesa, sull'ira del leader leghista, il sì del M5S a Ursula von der Leyen. Un sì sul quale, però, il M5S replica durissimo all'alleato. "Un'alleanza tra noi e il Pd? E' una grave falsità. La Lega mente, c'era il loro ok poi si sono ritirati quando hanno capito che non avevano più il commissario", attacca Di Maio descritto come furioso per il meme con cui, sui social leghisti, è accostato ai Democratici. E il leader M5S rimpalla il gioco del cerino direttamente a Salvini. "Se la Lega vuole far cadere il governo lo dica chiaramente e se ne prenda la responsabilità, minacciare la crisi ogni giorno crea un clima di incertezza e non fa male al Paese".

A Palazzo Chigi, almeno fino al pomeriggio, la situazione non viene descritta come senza uscita. Certo, si osserva, il rischio di una totale paralisi è concreto e pesano due elementi, soprattutto: il dossier Autonomia, sul quale ci sono diversi nodi tecnici da sciogliere, e l'inchiesta sui fondi russi alla Lega.

Sul primo punto Conte opta per convocare, senza ampio preavviso, un vertice a Palazzo Chigi con i ministri Marco Bussetti e Erika Stefani per sciogliere, per lo meno, il nodo della scuola. E, subito dopo, il premier vede i tecnici del Ministero dell'economia e delle finanze in vista del vertice di domani. Vertice che, tuttavia, difficilmente potrà essere decisivo.

Sul caso Russia, invece, per il premier sarà necessario almeno un confronto con Salvini prima dell'informativa del 24 luglio al Senato. Confronto al momento difficile visto che anche i contatti tra il premier e il leader leghista in queste ore sono nulli.

In Transatlantico si assiste con una certa sorpresa all'escalation. "La situazione non è mai stata così seria"; confida un deputato M5S registrando, tuttavia, come nelle commissioni riunite sul decreto sicurezza bis l'aria non fosse pre-crisi, anche tra gli esponenti leghisti.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved