Confine

La strada per Porto Ceresio rimane chiusa

La statale 344 non sarà accessibile almeno fino a sabato 2 settembre a causa della frana avvenuta

La frana è avvenuta la mattina del 29 agosto
(Archivio Ti-Press)
30 agosto 2023
|

Resterà chiusa almeno sino alle 12 di sabato 2 settembre, la statale 344 dopo la frana caduta all'alba del 29 agosto a Porto Ceresio. È andata delusa la speranza di poter riaprire già questa mattina, dopo la pulizia della sede stradale, ma sono necessari lavori che richiederanno 3 o 4 giorni di tempo. È il responso di questa mattina, 30 agosto, dopo il sopralluogo del geologo e di una ditta incaricata dal Comune di verificare lo stato del costone roccioso interessato dal movimento franoso. “È necessario mettere in sicurezza il versante mediante il fissaggio di un grande masso di 1 metro cubo, il disgaggio di numerosi massi e il taglio di cinque piante – comunica il sindaco Marco Prestifilippo –. Le operazioni sono iniziate già questa mattina e per concluderle la strada rimarrà chiusa fino a sabato 2 settembre alle 12”. Insomma, disagi anche per il traffico transfrontaliero, considerato che la statale è utilizzata da centinaia di frontalieri. Per coloro che debbono transitare tra Porto Ceresio e Brusimpiano c'è una sola alternativa: raggiungere Cuasso al Piano, arrivare fino a Cuasso al Lago e scendere nuovamente sulla statale all’altezza della caserma della Guardia di Finanza. Ciò significa allungare il percorso di una decina di chilometri.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE