ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
50 min

Turchia, del castello di Gaziantep non restano che macerie

Il terremoto miete vittime anche fra i monumenti storici: completamente distrutta la fortezza patrimonio dell’Unesco
Estero
3 ore

La visita dei parlamentari svizzeri a Taiwan preoccupa la Cina

Pechino critica i contatti ufficiali fra le autorità dell’isola che considera una provincia ribelle e i Paesi che hanno relazioni diplomatiche con la Cina
Confine
3 ore

Confine, arrestato un 21enne per spaccio di droga

Nell’abitazione del giovane militari e cane antidroga hanno rinvenuto 500 grammi di hashish, diversi contanti e una bici elettrica rubata in Ticino
Estero
3 ore

Già oltre 2’300 le vittime del sisma, ma si scava ancora

Superati 1’500 morti in Turchia, poco più di 800 in Siria. Erdogan: ‘Il più grande disastro nel Paese dal 1939’
Confine
4 ore

Violenta lite in famiglia a Verbania

L’alterco ha avuto per protagonisti un 32enne di origini albanesi e con cittadinanza italiana e suo padre, con quest’ultimo lievemente ferito
Estero
4 ore

Il terremoto più violento nella regione addirittura dal 1202

È quanto afferma il centro libanese di geofisica in merito al sisma che ha interessato Turchia e Siria
Stati Uniti
5 ore

Cura dimagrante in vista per Dell: via 6’650 impieghi

Calo della domanda e futuro incerto pesano sull’azienda statunitense, costretta a tagliare il 5% della forza lavoro globale del gruppo
Estero
5 ore

Nel Sud-est della Turchia la terra trema nuovamente

Dopo il violento terremoto della notte, un’altra scossa, stavolta di magnitudo 7,5, ha investito una regione già sommersa di macerie
04.12.2022 - 14:47
Aggiornamento: 17:52

Sarà trasferita a Sondrio la truffatrice fermata a Brogeda

La 70enne che viveva in Ticino è accusata di aver raggirato numerosi anziani nel Nord Italia. Lunedì 5 dicembre l’interrogatorio in carcere.

di Marco Marelli
sara-trasferita-a-sondrio-la-truffatrice-fermata-a-brogeda
archivio Ti-Press
Si è fatta consegnare gioielli e soldi

Sarà interrogata nella giornata di lunedì 5 dicembre al Bassone dal giudice delle indagini preliminare del Tribunale di Como, la 70enne pensionata svizzera, residente a Lugano, arrestata giovedì alla dogana autostradale di Brogeda. Per la Procura di Sondrio, titolare dell’indagine scaturita a seguito di sei truffe ai danni di donne di età compresa fra gli 80 e i 94 anni (due andate a segno, le altre quattro fallite in quanto le vittime designate non ci sono cascate nel tentativo di raggiro), la 70enne sarebbe una truffatrice seriale che in diverse regione del Nord Italia avrebbe portato a termine altre truffe ai danni di persone anziane (tutte donne) e altre tentate.

A tradire la truffatrice è stato il fatto che, per le sue scorribande, era solita noleggiare in Ticino una Smart, notata a Sondrio. Scontato l’esito dell’interrogatorio al Bassone, in quanto si tratta di una rogatoria chiesta dalla magistratura valtellinese. Insomma, l’arresto sarà confermato. Appare scontato il trasferimento della donna a Sondrio, dove le indagini degli agenti della Squadra Mobile proseguono, con particolare attenzione all’analisi del traffico telefonico della mezza dozzina di cellulari, tra cui due iPhone e dei cellulari gsm, sequestrati alla donna, unitamente a mille euro in contanti e 6 carte di credito svizzere, sulle quali la magistratura valtellinese è intenzionata a chiedere una rogatoria internazionale alle autorità svizzere.

Gli investigatori della squadra mobile di Sondrio stanno inoltre cercando di saperne di più sulla fine che hanno fatto i preziosi, per una valore di oltre 35mila euro, che la donna è riuscita a farsi dare dalle due vittime delle truffe messe a segno lo scorso 16 novembre, giorno in cui altri quattro raggiri sono andati in fumo. Il tutto in rapidissima sequenza, come è stato ricostruito dagli investigatori. Il primo tentativo alle 11.30 in via Fossati, seguito da un altro alle 12.20 in via Ercole Bassi. Dieci minuti dopo, alle 12.30, la truffatrice era riuscita a farsi consegnare denaro e oggetti di valore da un’anziana in Lungomallero Diaz, e alle 13.15 aveva replicato, stavolta in via Gorizia. Infine gli ultimi due tentativi, in via Marconi alle 13.30 e in via don Guanella alle 15.10.

La successione delle truffe dimostra che siamo in presenza di una truffatrice seriale il cui modo di operare è tragicamente noto anche in Ticino. Quello del falso nipote bisognoso di soldi in quanto coinvolto in incidenti stradali che aveva telefonato alle vittime designate. Attraverso la memoria dei cellulari sequestrati alla 70enne, gli investigatori sperano di identificare il falso nipote.

Leggi anche:

Truffa anziani in Valtellina, arrestata una 70enne ticinese

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved