urta-una-harley-sull-a9-viene-preso-a-martellate
Ti-Press
Come in un film
13.06.2022 - 18:17
Aggiornamento: 18:40
di Marco Marelli

Urta una Harley sull’A9. Viene preso a martellate

Vittima di un episodio di violenza un automobilista che aveva appena passato il valico. La Procura di Como apre un’inchiesta

Episodio di violenza sull’autostrada A9 nel tratto tra Brogeda e il casello autostradale di Grandate. Un cittadino italiano residente a Montecarlo, reo di aver urtato una Harley Davidson, è stato preso a martellate da alcuni motocilisti degli Hell’s Angels tedeschi che stavano raggiungendo Genova, diretti a Palermo per partecipare a un raduno.

Nel tentativo di superare il serpentone di moto, l’automobilista che si trovava al volante di una Tesla e proveniva dal Ticino ha urtato un motociclista tedesco, poi terminato a terra. In quel punto dell’Autolaghi non c’è corsia di emergenza e la vettura ha proseguito verso la prima piazzola, inseguito però da una decina di moto che l’hanno obbligato a fermarsi in mezzo alla strada. Uno di loro, armato di martello, ha dapprima distrutto il finestrino di sinistra della Tesla, poi l’altro finestrino e quindi il cofano. Di seguito gli aggressori se la sono presa con chi era al volante, preso pure lui a martellate alle braccia e alle gambe.

Alcuni automobilisti di passaggio hanno segnalato quanto stava accadendo alla Polstrada di Como. Quando gli agenti sono giunti sul posto, i motociclisti si erano già dileguati. Tanto l’automobilista che il motociclista finito a terra sono stati ricoverati in ospedale. Il primo con traumi e contusioni è stato giudicato guaribile in 20 giorni; il secondo è stato dimesso dopo una notte.

Nelle ultime ore si è appreso che due dei soci del club Hell’s Angels a Brogeda erano stati trovati in possesso di cocaina. Rapina aggravata, lesioni gravi e violenza privata i reati per i quali la Procura di Como ha aperto un fascicolo a carico di ignoti.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
autostrada a9 harley davidson martellate
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved