30.12.2021 - 18:21
Aggiornamento: 18:47

Como, Capodanno senza botti e lanterne cinesi

L’ordinanza firmata dal sindaco Mario Landriscina sarà in vigore dal 31 dicembre al 1° gennaio

di Marco Marelli
como-capodanno-senza-botti-e-lanterne-cinesi
archivio Ti-Press
Vietati

Il sindaco di Como Mario Landriscina ha firmato l’ordinanza che da domani, 31 dicembre, a sabato primo gennaio vieta su tutto il territorio comunale l’accensione, il lancio e lo sparo di fuochi d’artificio, mortaretti, petardi, bombette e oggetti simili, nonché il lancio delle lanterne cinesi. “Come in diverse altre città, anche a Como sarà vietato lanciare petardi e fuochi artificiali a Capodanno – afferma Mario Landriscina –. Ho preso questa decisione prima di tutto per evitare i pericoli che derivano dalla consuetudine di festeggiare con artifici pirotecnici, che non di rado comporta danni a cose e persone, purtroppo anche rilevanti, sia per chi li utilizza, sia per chi si trova nelle vicinanze e può essere ferito. Non dimentichiamo poi che i botti rappresentano un trauma e un rischio per i nostri animali. Si può festeggiare l’inizio dell’anno nuovo con le persone che amiamo senza bisogno di creare disagi e mettere a rischio gli altri, per questo invito tutti a trascorrere la notte di San Silvestro con gioia ma in modo responsabile”. L’inosservanza dell’ordinanza sindacale prevede una multa da 25 a 500 euro.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved