27.07.2021 - 16:02
Aggiornamento: 16:18

Emergenza nel Comasco, alcuni paesi isolati

A Cernobbio le rogge hanno invaso le strade. Interrotta la statale Regina in più punti, così diverse strade provinciali

Ats, a cura de laRegione
emergenza-nel-comasco-alcuni-paesi-isolati
(Foto:Vigili del Fuoco)

Auto trascinate da torrenti in piena, colate di fango, strade interrotte. Resta pesante la situazione nel Comasco per l'ondata di maltempo delle ultime ore, che ha colpito soprattutto la sponda occidentale del Lario da Cernobbio fino a Colonno e la valle d'Intelvi.

Non a caso è la zona in cui le sponde sono molto ripide, con le montagne che scendono direttamente nel lago e dove l'acqua scaricata in grande quantità durante la notte, precipita a valle a velocità sostenuta. Non sono al momento segnalati feriti ma ingentissimi sono i danni.

Pesante la situazione a Cernobbio, dove varie rogge hanno invaso le strade e raggiunto le case. Sono molti i paesi isolati: la statale Regina risulta interrotta tra Cernobbio e Moltrasio, poi a Brienno e a Colonno, Impraticabile anche la via alternativa nel Basso Lario: la provinciale 71 è interrotta a Carate Urio e a Laglio (dove la furia delle acque ha spazzato via un pezzo di lungolago).

Chiusa anche la provinciale Argegno-Schignano, problemi inoltre tra Nesso e Lezzeno, sulla sponda occidentale del lago, dove un camionista è stato evitato per un soffio da un'improvvisa caduta di massi, alberi e fango sulla carreggiata della ex statale Lariana, che resta interrotta anche all'altezza di Blevio. Centinaia i vigili del fuoco e i volontari, della protezione civile e non solo, chiamati per allagamenti e ripulire dai detriti.

Sotto controllo, almeno per il momento, il livello del Lario che è comunque cresciuto nelle ultime ore.
 
 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved