Economia

Rivoluzione nei versamenti bancari in tempo reale

A metà gennaio la Banca nazionale svizzera e il gestore borsistico Six hanno iniziato a utilizzare il sistema

Pagamenti in tempo reale
(Ti-Press)
19 febbraio 2024
|

I versamenti di denaro sono di fronte a una rivoluzione: i trasferimenti bancari si potranno spesso effettuare 24 ore su 24, anche nei fine settimana. Il destinatario riceverà la somma in tempo reale. Il tutto sarà possibile grazie a un sistema di nome “Sic5”.

A metà gennaio la Banca nazionale svizzera e il gestore borsistico Six hanno iniziato ufficialmente a utilizzare il sistema. Ora anche le singole banche cominceranno a usarlo.

Elemento centrale sono i cosiddetti “Instant-Payment-Services”, o Ips. Grazie a questi è possibile effettuare versamenti all’interno della Svizzera in tempo reale. Vi sarà quindi la possibilità di versare denaro in maniera elettronica sempre, nello spazio di pochi istanti, anche nei giorni festivi.

Finanze sotto controllo

I vantaggi sono diversi, ha sottolineato Six. Il denaro ricevuto è subito a disposizione e la gestione del patrimonio è semplificata, con possibilità di automatizzazioni. Oltretutto, aziende, banche e privati possono avere costantemente sott’occhio la situazione in tempo reale delle finanze.

Da agosto di quest’anno le grandi banche devono accettare tali pagamenti immediati. L’obiettivo è che almeno 50 banche aderiscano alla novità, con una quota del 98% dei pagamenti in Svizzera. Tutti gli altri avranno tempo fino a fine 2026.

Nonostante si tratti di una novità enorme, i vantaggi di “Sic5” non saranno percepiti da subito, ha spiegato Severin Pflüger, vicedirettore della federazione del commercio elvetico Handelsverband.swiss. In agosto infatti le banche saranno obbligate ad accettare simili pagamenti, ma un altro discorso è quando potranno anche inviarli, e potrebbe volerci un po’, ha sottolineato Pflüger.

Non proprio ‘istantaneo’

Per pagamenti diretti nel commercio al dettaglio, ovvero alla cassa del supermercato, ci potrebbe volere ancora più tempo, poiché non esistono ancora applicazioni funzionali.

Uno dei problemi, secondo Pflüger, è che i pagamenti non sono istantanei nel vero senso della parola, ma può essere necessaria un’attesa di una decina di secondi. “Per versamenti normali è sensazionale”, ma nel commercio al dettaglio verrebbe percepito come un’eternità. “Alle persone in fila alla cassa sembrerebbero 10 minuti”.

A Handelsverband.swiss si è comunque “molto fiduciosi” sul fatto che in futuro si troverà una soluzione, “ma non per l’agosto 2024”.

Twint, dal canto suo, non vede “Sic5” come un pericolo per i propri affari: “Le persone continueranno a twintare anche in futuro”, ha detto la portavoce Demet Biçe. Il nuovo sistema di versamenti bancari verrà studiato per capire se si potranno realizzare innovazioni.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE