Ti-Press
Economia
21.05.2019 - 17:000
Aggiornamento : 22.05.2019 - 11:58

FarmaIndustria Ticino, un settore in buona salute

Con 31 aziende associate, più di 2'900 occupati e una massa salariale di oltre 255 milioni di franchi, è uno dei comparti produttivi trainanti dell'economia cantonale

Il settore farmaceutico ticinese conferma il suo buono stato di salute. Con 31 aziende associate a FarmaIndustria Ticino (Fit); più di 2’900 occupati e una massa salariale di oltre 255 milioni di franchi (compresi gli oneri sociali), quello farmaceutico – anche se piccolo rispetto ai campioni nazionali basilesi – è certamente uno dei comparti produttivi trainanti dell’economia cantonale. Il fatturato globale ammonta a oltre 2,45 miliardi di franchi (pari al 39,5% dell’intero settore industriale e all’8,3% del Pil cantonale) di cui 1,7 miliardi relativi alla sola produzione, l’80% dei quali destinato all’export. Sono dati resi noti dal presidente della Fit Giorgio Calderari in occasione dell’assemblea ordinaria. Calderari ha anche fatto una panoramica dell’economia cantonale, ricordando l’ultimo studio del Bak di Basilea a proposito della crescita del Pil tra il 2006 e il 2017. Il Ticino – ha ricordato il presidente della Fit – ha registrato un aumento del Pil reale dell’1,8% l’anno. Una dinamica leggermente superiore alla media svizzera dello stesso periodo e con un impatto delle crisi – nel raffronto internazionale – meno drastico rispetto ai principali paesi europei.

Elevato livello di innovazione

Il presidente della Fit ha anche ricordato come l’ecosistema ticinese conosca un livello di innovazione molto elevato tanto che il Ticino – sempre rispetto al resto del Paese e indicizzando il numero di brevetti – si colloca al di sopra della tendenza nazionale che è comunque elevata. Il settore farmaceuto contribuisce in misura elevata a questa dinamica. Anche dal lato investimenti (stando alle intenzioni delle aziende aderenti alla Fit) il dato è di tutto rispetto: 650 milioni di franchi nel quinquennio 2016-2018 di cui 500 milioni e oltre in Ticino. I due terzi circa di questi investimenti sono destinati alla ricerca e sviluppo mentre il 29% all’impiantistica e produzione e il rimanente per le strutture amministrative e logistiche. 

FarmaIndustria si avvia a festeggiare nel 2020  il 40.mo anno di attività. L’anniversario sarà sottolineato da due giornate di eventi pubblici il 23 e 24 settembre 2020 presso il Palazzo dei congressi di Lugano.

Potrebbe interessarti anche
Tags
ticino
fit
rispetto
farmaindustria
franchi
farmaindustria ticino
presidente fit
economia cantonale
pil
aziende
© Regiopress, All rights reserved