Economia
16.05.2018 - 07:510

Gli svizzeri continuano a preferire il contante

Il pagamento tramite cellulare o carte di credito o debito rimane appannaggio di pochi e solo il 13 per cento rinuncerebbe a monete e banconote

Il denaro contante rappresenta il mezzo di pagamento preferito dagli Svizzeri. L'uso di altri sistemi per regolare le pendenze, ossia mediante cellulare o carte di credito o debito senza contatto, sta però prendendo piede, anche se tale metodo di pagamento rimane ancora appannaggio di pochi.

Il pagamento attraverso Bitcoin o altre criptovalute è tutt'ora irrilevante in Svizzera, come mostra un sondaggio svolto dall'istituto per le ricerche di mercato GfK su a fine aprile tra 1517 soggetti nella svizzera tedesca e francese.

L'87% delle persone contattate non intende rinunciare al denaro contante quale mezzo di pagamento. Il 70% non rinuncerebbe alla carta di credito e il 47% alla carta di debito. Solo il 9,5% giudica irrinunciabile l'uso di TWINT (il 6,5% per Apple Pay). Tale percentuale scende al 2,5% per le criptovalute.

Il sondaggio ha messo in risalto anche differenze circa il mezzo di pagamento tra regioni e gruppi di età. In Romandia, il pagamento in contanti è considerato meno importante rispetto alla Svizzera tedesca; i consumatori fanno più spesso uso del cellulare.

Pagare in contanti è giudicato più importante tra le persone tra i 50 e i 74 anni. Diverso il giudizio dei più giovani: per le persone d'età compresa tra i 19 e i 25 anni, i mezzi di pagamento mobili sono assai popolari. Tuttavia, anche tra costoro sono in pochi quelli che rinuncerebbero al contante.

Tags
pagamento
contante
mezzo pagamento
cellulare
debito
uso
svizzeri
credito
mezzo
svizzera
© Regiopress, All rights reserved