23.01.2023 - 16:08

Ottavia Piccolo in ‘Cosa Nostra spiegata ai bambini’

Sale sul palco del Teatro di Locarno la storia della pediatra e sindaca di Palermo Elda Pucci, sabato 4 e domenica 5 febbraio

ottavia-piccolo-in-cosa-nostra-spiegata-ai-bambini
Raffaella Rivi
Ottavia Piccolo sulla scena

‘Cosa Nostra spiegata ai bambini’ di Stefano Massini, con la regia di Sandra Mangini, è il quinto spettacolo della stagione teatrale pensata dall’Associazione Amici del Teatro di Locarno che andrà in scena sabato 4 e domenica 5 febbraio, rispettivamente alle 20.30 e alle 17.

Sulla scena, l’attrice Ottavia Piccolo con un ensemble di voci – i solisti dell’Orchestra multietnica di Arezzo – racconta la storia di una donna, una città, un anno. ‘Cosa Nostra spiegata ai bambini’ è "la biografia poetica di Elda Pucci nell’anno in cui fu sindaco di Palermo. Era il 1983/1984, quello dell’ascesa dei Corleonesi a capo di Cosa Nostra, un periodo particolarmente sanguinario. Elda Pucci era pediatra e fu portata alla guida della città dalla Democrazia Cristiana, per dare un segnale di cambiamento, ma si trattava evidentemente di uno specchietto per le allodole. La donna, dal canto suo, commise l’errore di operare con coscienza e onestà, nel rispetto del ruolo istituzionale che le era stato affidato, andando a mettere il dito in un sistema di interessi, saldamente intrecciati tra Cosa Nostra e la politica stessa. Per questo motivo non arrivò a governare nemmeno un anno e fu sfiduciata", raccontano le note di regia.

"La storia di Elda sindaco è scandita in dieci episodi, ognuno dei quali porta il nome di un bambino: Gegé, Ruggero, Sasà, Ancilina… i suoi pazienti dei quartieri poveri, le cui storie affiorano alla sua memoria come esemplificazioni che illuminano ciò che le sta accadendo. C’è anche un capitolo dedicato a Totò, un piccolo Salvatore Riina agli esordi della sua scelta criminosa; e, significativamente, c’è un capitolo finale intitolato a Elda, in una sorta di identificazione con lo stato di fragilità e impotenza dell’infanzia".

Informazioni: www.teatrodilocarno.ch; biglietti: www.ticketcorner.ch.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved