LongLake Lugano
12.07.2022 - 16:30
Aggiornamento: 16:54

Buskers Festival, la carica dei cinquanta

Performance artistiche di ogni tipo dal 13 al 17 luglio. E fino al 15 luglio Antoine Déprez e Ursula Bucher lavorano al murale ‘Il trio spodestato’

buskers-festival-la-carica-dei-cinquanta
Frank Scheffka
Springtime

Concerti, teatro, cabaret, marionette, acrobazie aeree e installazioni estemporanee. Sono le performance del Buskers Festival che torna dal 13 al 17 luglio in versione ‘Samba Edition’. Organizzato dall’Associazione Buskers, in collaborazione con la Divisione eventi e congressi della Città di Lugano, la 14esima edizione ospiterà più di cinquanta artisti tra musicisti, acrobati, attori, simultaneamente in diverse postazioni sul lungolago, da Piazza Manzoni fino a Punta Foce: palchi veri e propri o postazioni create sulla strada attraverso una presa elettrica e una piccola luce per quando scende la sera, il tutto per un esperimento di convivenza con l’imprevisto quale ospite d’onore.

Tra gli artisti visual/teatro di strada troviamo: dal Belgio, Chiringuito Paradise by Sitting Duck; dalla Francia, Deux secondes! By Petit Monsieur, En éventail by The Five Foot Fingers, Beatbox Burlesque by Megahertz Compagnie; dall’Argentina, Les Frikis by Niño Costrini e Mina, Football Show by Mencho Sosa; dai Paesi Bassi, Springtime by Hendrick-Jan de Stuntman meets Merel Kamp. Per la musica: dalla Gran Bretagna, Alabaster DePlume; dall’Italia, Banda Rulli Frulli, Bee Bee Sea, Elisabetta Del Ferro, Danielle, Filmoni (di e con Giacomo Toni e Topazio Perlini), Garbino, Giacomo Toni, Leatherette; dalla Svizzera, Service Fun, Julien Papen & The Autobahns; dalla Francia, Korto; dagli Stati Uniti, Tonstartssbandht; tra la Svizzera e l’Italia, GaryLaLoupe, Joanina e Batucada, Mambassa, Yeleen, Yety Plays Tropical; ancora dai Paesi Bassi, The Mauskovic Dance Band.

Fino al 15 luglio, Antoine Déprez e Ursula Bucher realizzeranno, nell’ambito di LongLake Urban Art Festival, un murale volto a far riflettere il pubblico circa la percezione ambivalente che permane nei confronti della natura. In via Foce apparirà ‘Il trio spodestato’, opera artistica su di una parete perimetrale del Lido di Lugano, accanto allo Studio Foce. I protagonisti del murale sono tre simboli dell’antico
bestiario europeo, ovvero orso, lupo e corvo. Gli artisti incontreranno il pubblico giovedì 14 luglio alle 17, davanti alla parete. Ursula e Antoine saranno al lavoro indicativamente dalle 9 alle 17, salvo in caso di brutto tempo.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved