ULTIME NOTIZIE Culture
Società
4 ore

Pensi di leggere il giornale, ti trovi a far propaganda russa

Facebook blocca profili di una rete fra le più complesse mai individuata attivi soprattutto in Germania, Francia, Regno Unito, Italia e Ucraina
cinema
4 ore

Ruggini per l’attore Alec Baldwin a rischio incriminazione

Possibili guai giudiziari per l’attore statunitense che sul set di ‘Rust’ esplose un colpo vero di pistola che uccise Halyna Hutchins
Spettacoli
4 ore

Riposo vocale per Anastacia, rinviato il concerto di Locarno

Imposizioni mediche impongono la riprogrammazione del live del 29 settembre al Fevi. I biglietti restano validi per la nuova data, di prossimo annuncio
Spettacoli
6 ore

Vita da pornostar: Rocco Siffredi diventa una serie tivù

Netflix annuncia ‘Supersex’, di cui sono iniziate le riprese a Roma: ‘È la storia di un uomo che ci mette 7 puntate e 350 minuti a dire ti amo’
Spettacoli
6 ore

I ‘Sogni’ dei Legnanesi a Locarno

Sabato 19 novembre al PalaExpo Fevi tornano Antonio Provasio, Enrico Dalceri, Lorenzo Cordare con uno spettacolo onirico
Culture
7 ore

‘Emergenza Terra’ a Mendrisio, al via con Marco Paolini

La minaccia climatica che incombe sul pianeta, aggravata dalla guerra in Ucraina, in un ciclo d’incontri che inizia mercoledì 28 settembre
Spettacoli
10 ore

Shakira va alla sbarra, chiesti otto anni e due mesi

La cantante colombiana rinviata a giudizio per frode ai danni del fisco iberico. Dovrà pagare anche una multa di oltre 23 milioni di euro.
Letteratura
13 ore

La continua ricerca di Siddhartha

L’opera di Hermann Hesse compie il secolo di vita e conta innumerevoli ripubblicazioni, merito del carattere universale della figura protagonista
Cinema
26.04.2022 - 12:31
Aggiornamento: 18:18

Locarno Film Festival, Vision Award Ticinomoda a Laurie Anderson

L’artista e ‘narratrice di storie’ statunitense a Locarno il 10 e 11 agosto. Per l’occasione, si proiettano ‘Heart of the Dog’ e ‘Home of the Brave’

locarno-film-festival-vision-award-ticinomoda-a-laurie-anderson
Keystone
Laurie Anderson, il 10 e 11 agosto a Locarno

"Narratrice di storie", come ama definirsi, tra arte, musica e cinema. Il Locarno Film Festival renderà omaggio alla compositrice, artista visiva e regista statunitense Laurie Anderson con il Vision Award Ticinomoda, il premio dedicato a chi ha ampliato gli orizzonti dell’immaginario cinematografico. La cerimonia si svolgerà mercoledì 10 agosto in Piazza Grande, e sarà seguita da una conversazione con il pubblico, giovedì 11 agosto allo Spazio Cinema e dalla proiezione di due dei titoli diretti da Anderson: ‘Heart of a Dog’ (2015) – dedicato al marito Lou Reed da poco scomparso, presentato alla 72esima Mostra Internazionale del Cinema di Venezia – e la versione restaurata 4K di ‘Home of the Brave’ (1986).

"Accogliere Laurie Anderson è un onore" ha dichiarato, citato nel comunicato, il direttore artistico Giona A. Nazzaro. «Premiamo una regista, una musicista, una coreografa, una danzatrice, una poetessa» ci aveva dichiarato lunedì a margine dell’Assemblea generale: Laurie Anderson compirà 75 anni, la stessa età del Locarno Film Festival, poche settimane prima della premiazione: «È un nome che per noi è un viatico perché è vero che Laurie Anderson è ormai una istituzione culturale, ma è una persona che non si è mai seduta, è una persona che ha scritto la storia della musica, della performance, dell’avanguardia newyorkese, della poesia, del rock. Ci piacciono i talenti inquieti» aveva concluso Nazzaro.

Tra le figure di maggior rilievo dell’avanguardia statunitense sin dagli anni Settanta, Laurie Anderson è simbolo dell’invenzione e della sperimentazione, esploratrice della multimedialità e della tecnologia attraverso le collaborazioni con William S. Burroughs, John Cage, Philip Glass, Brian Eno, Wim Wenders, Peter Gabriel, Jean-Michel Jarre e Lou Reed. Ma c’è anche la compositrice di colonne sonore, come quella di ‘Something Wild’ di Jonathan Demme (1986, con John Cale), la scrittrice, la regista e, appunto, la narratrice di storie con un piede nelle classifiche nel 1981 con ‘O Superman’, apripista per gli album ‘Big Science’ (1982), ‘Life on a String’ (2001) e ‘Homeland’ (2010). Home of the Brave (1986) è diventato la colonna sonora del suo film-concerto. Nel 2018, con il Kronos Quartet, ha pubblicato l’album ‘Landfall’, ispirato all’uragano Sandy e vincitore di un Grammy.

Il suo lavoro visivo è stato presentato nei maggiori musei del mondo. La sua personale più importante, ‘Laurie Anderson: The Weather’, è stata recentemente allestita allo Smithsonian’s Hirshhorn Museum di Washington D.C. Nel 2021, Laurie Anderson ha tenuto sei Norton Lectures, prestigiosa serie di conferenze stampa organizzate dall’Università di Harvard, la cui registrazione è disponibile online.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved