ULTIME NOTIZIE Culture
Spettacoli
38 min

Il futuro apocalittico di ghiacci sciolti con ‘Ulisse Artico’

Lo spettacolo scritto da Lina Prosa e diretto da Carmelo Rifici verrà rappresentato in prima nazionale martedì 7 febbraio (in replica l’8) al Lac
Locarno Film Festival
3 ore

Successione Marco Solari, c’è la commissione

Avanzerà al Cda proposte di possibili candidate o candidati alla successione di Solari. Sarà presieduta da Mario Timbal, direttore Rsi
L’intervista
9 ore

Le Donne, la musica e Ornella Vanoni

Superato l’incidente che ha fermato il tour, l’artista italiana sarà a Lugano venerdì 3 febbraio, con band tutta al femminile (galeotto fu Paolo Fresu)
Scienze
19 ore

Un chip per rilevare e prevenire i sintomi del Parkinson

È stato messo a punto dagli scienziati del Politecnico federale di Losanna. Utile anche nel campo dell’epilessia
Musica
21 ore

L’Orchestra della Svizzera romanda suonerà i Led Zeppelin

A curare gli arrangiamenti sarà il cantautore e produttore neozelandese Jaz Coleman, cantante della band britannica Killing Joke
Scienze
21 ore

San Francisco tassa le bibite zuccherate, calano i consumi

L’intento della ‘Soda Tax’ è quello di ridurre i casi di diabete e ipertensione e ha generato 15 milioni di entrate, impiegati in programmi salutari
Spettacoli
23 ore

Addio all’attrice Annie Wershing, star di ‘24’

Recitò anche in ‘Bosch’ e fu la regina dei Borg in ‘Star Trek’. È morta a soli 45 anni dopo due anni di battaglia contro il cancro
Spettacoli
23 ore

Sanremo 2023, ora i duetti sono ufficiali

Di venerdì a duettare con gli artisti in gara, tra gli altri, Eros Ramazzotti, Edoardo Bennato, Salmo, Arisa, Carla Bruni. L’elenco completo
Spettacoli
23 ore

È morta Lisa Loring, fu la prima Mercoledì della Famiglia Addams

L’attrice aveva 64 anni ed è deceduta in seguito ad un ictus. Suo il ruolo della figlia di Gomez e Morticia nella serie originale degli anni Sessanta
Musica
23 ore

Il violoncello di Jean-Guihen Queyras in Auditorio con l’Osi

Il programma del terzo appuntamento della stagione allo Stelio Molo di Lugano, giovedì 2 febbraio, propone brani da Bach a Haydn e Ligeti
Scienze
1 gior

Il Covid resta un’emergenza internazionale

Per il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità, ‘il virus conserva la capacità di evolversi in nuove e imprevedibili varianti’
Spettacoli
1 gior

La febbre del calcio con Stefano Accorsi al Lac è ‘Azul’

Lo spettacolo scritto e diretto da Daniele Finzi Pasca arriva a Lugano con quattro rappresentazioni, da giovedì 2 a domenica 5 febbraio
fumetto
1 gior

Il fumettista svizzero Panchaud vincitore ad Angoulême

Grazie a ‘La Couleur des choses’, l’artista è stato premiato lo scorso fine settimana al 50esimo Festival international de la bande dessinée
concerto
1 gior

La mostra dedicata a Marcel Dupertuis chiude in musica

In occasione del finissage al Museo Vela di Ligornetto, domenica 12 febbraio, si esibirà il duo composto dall’arpista Ziveri e dal sassofonista Creola
L’intervista
1 gior

Marco Paolini, contro la solitudine doppiamente ‘Sani!’

Nel disequilibrio generale, il maestro del teatro di narrazione porta in scena un’iniezione di fiducia: giovedì 2 e venerdì 3 febbraio al Teatro Sociale
Ticino Musica
25.07.2021 - 20:47
Aggiornamento: 26.01.2022 - 15:06

Anna Talácková: ‘Il flauto è la risposta a tutti i miei dubbi’

A colloquio con la flautista ceca. Il suo recital, martedì 27 luglio nell’Aula Magna del Conservatorio con la collaborazione della pianista Marta Cencini

di Alessandra Aitini
anna-talackova-il-flauto-e-la-risposta-a-tutti-i-miei-dubbi
Anna Talácková (foto: Danijel Radanović)

Ticino Musica ospita ogni anno giovani musicisti premiati in alcuni dei più importanti concorsi internazionali di esecuzione e interpretazione strumentale. Tra questi, vi è il Concorso ‘Primavera di Praga’, che nel 2019 ha registrato il successo della flautista ceca Anna Talácková, invitata a Ticino Musica a tenere un recital che avrà luogo martedì 27 luglio nell’Aula Magna del Conservatorio con la collaborazione della pianista Marta Cencini. È la stessa Anna Talácková a introdurci al concerto, raccontandoci un po’ di sé...

Come ti sei avvicinata al flauto e come il tuo strumento ti ha accompagnata e supportata lungo i vari momenti della tua vita?

Purtroppo non ricordo il motivo preciso per cui ho scelto il flauto come strumento, tuttavia posso affermare che la musica è sempre stata parte della mia vita, sin da quando ero piccola. I miei fratelli ed io suonavamo vari tipi di strumenti musicali, tutti ad esempio sapevamo suonare il pianoforte e cantavamo in un coro, i miei fratelli e mia sorella suonavano il violino e per un certo periodo a casa abbiamo avuto la fisarmonica e la batteria…e io ho aggiunto il flauto. Dopo anni in cui ho suonato sia il flauto, sia il pianoforte, lo strumento a fiato ha vinto! È nella mia vita da ormai 20 anni e posso dire che la musica ed il flauto sono diventati la risposta ai miei dubbi. Nei momenti in cui mi sono sentita completa o insicura, o quando mi sono trovata a combattere per esprimere i miei pensieri o le mie idee, il flauto mi ha sempre aiutato. Trasmettere tutte queste emozioni agli altri attraverso la musica è diventato l’essenza della mia vita.

Nel programma del tuo concerto per Ticino Musica ci sono dei brani a cui sei particolarmente affezionata?

Prima di tutto, devo dire che non vedo l’ora di suonare a Ticino Musica! Insieme alla pianista Marta Cencini abbiamo preparato un bellissimo programma in cui è difficile prediligere un solo brano. La Sonata in sol maggiore di Franz Benda è stata incisa per la prima volta nel 1955 dal grande Jean-Pierre Rampal ed è stata proprio questa registrazione che mi ha mostrato la bellezza del suono di Rampal e del flautismo francese. Conosco questa sonata da anni e ogni volta che la suono mi accorgo di come la approfondisco, musicalmente e tecnicamente. È una bellissima sonata, ma non viene eseguita molto di frequente e trovo sia un po’ un peccato. Ma il brano che più sento nelle mie corde è la Sonatina di Henri Dutilleux. A mio avviso è un capolavoro che permette al performer di mostrare tutti i colori del suono del flauto e l’intera gamma e varietà di emozioni, oltre alle abilità tecniche. È sicuramente il brano per flauto che preferisco nella letteratura di tutti i tempi.

Com’è cambiata la tua vita in seguito al premio al Concorso Primavera di Praga?

Penso che il più grande cambiamento sia avvenuto nella mia mente. Grazie al successo in questo concorso ho cominciato a vedermi come musicista professionista, non più soltanto come studente che sta cercando di diventare qualcuno. Con maggiore fiducia in me stessa, ho cercato di conquistare un posto di lavoro in un’orchestra sinfonica e allo stesso tempo ho cominciato a ricevere richieste per concerti come solista…carriera e orgoglio: sto vivendo questo sogno!

Ci puoi raccontare qualcosa relativamente ai tuoi progetti dopo Ticino Musica?

Subito dopo Ticino Musica mi recherò in Slovacchia per partecipare a un fantastico progetto – Romano Drom – organizzato dalla Czech Philarmonic in collaborazione con Čhavorenge, un coro di ragazzi zingari di Slovacchia e Repubblica Ceca. Attraverso la musica, questi ragazzi (spesso molto talentuosi) apprendono disciplina, educazione ed un codice di comportamento sociale. In seguito, inizierà la nuova stagione concertistica ed essendo membro dell’Orchestra Sinfonica della Radio di Praga sarò molto impegnata con le produzioni orchestrali. Parallelamente sto progettando alcuni concerti e un CD di debutto con il mio quintetto a fiati, il Quintetto Alinde, a cui tengo moltissimo!

Il lunedì di Ticino Musica

La seconda settimana di Ticino Musica inizia domani, lunedì 26 luglio, alle 9.30 nella Chiesa di San Siro a Canobbio con l’openclass di organo condotta da Stefano Molardi, che riprenderà alle 14.30. Alle 12.15 il Pranzo in musica al Boschetto Parco Ciani a Lugano, in collaborazione con il LongLake Festival; alle 17.30 in Conservatorio, il Concerto pomeridiano con i giovani maestri. Sempre a Canobbio, nella Chiesa di San Siro, alle 20.30 il concerto dei giovani maestri confrontati con Bach sull’organo Mascioni. Allo stesso orario, nella Chiesa Evangelica di Ascona,i giovani maestri della classe di musica da camera di Ulrich Koella; alle 21.00, nell’Aula Magna del Conservatorio di Lugano, spazio ad Adrian Oetiker, apprezzato pianista svizzero che interpreterà capolavori di Franz Liszt e Franz Schubert (info e prenotazioni: www.ticinomusica.com, info@ticinomusica.com, tel. +41 91 980 09 72).

Leggi anche:

Adrian Oetiker per due giganti dell'Ottocento

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved