ULTIME NOTIZIE Culture
Culture
7 ore

A Milano una serata per celebrare la Cramps Records

Etichetta fondata nel 1972 da Gianni Sassi, pubblicò ‘Arbeit Macht Frei’, primo album degli Area. Appuntamento al Lirico Giorgio Gaber giovedì 6 aprile
Musica
8 ore

LuganoMusica, Francesco Piemontesi tra Debussy e Schubert

Martedì 31 gennaio alle 20.30 al Lac. Poco prima, alle 19.30 nella Hall, in dialogo con Etienne Reymond, il pianista presenta il programma al pubblico
Scienze
15 ore

Anche le formiche nel loro piccolo s’inca**ano: colpa del clima

Uno studio austriaco su colonie di formiche da Svizzera, Austria, Francia e Italia dimostra che quelle in arrivo dalle zone più calde sono più aggressive
Figli delle stelle
19 ore

Maestro, che ne pensa dei Måneskin?

Måneskin, ‘Rush!’ - ★★★★✩ - Per Uto Ughi sono ‘un’offesa alla cultura e all’arte’, ma il mondo della musica classica (almeno una parte di esso) è cambiato
Spettacoli
20 ore

‘Kokoschka’ e Alma Mahler, di amore e ossessione (e stranezze)

Al Sociale sabato 28 il nuovo spettacolo della compagnia ticinese Opera retablO, ispirata alla relazione tra il pittore austriaco e la vedova di Gustav
Jazz Cat Club
20 ore

Strino-Tandoi, Napoli incontra Roma e lo swing diventa solare

Una pianista e una chitarrista accomunate dall’amore per lo swing e per la melodia, venerdì 27 gennaio al Teatro del Gatto. Intervista a Francesca Tandoi
Giornate del cinema
1 gior

‘Until Branches Bend’, c’è un po’ di Ticino nel Prix de Soleure

Prodotto dalla luganese Cinédokké, al film della regista svizzero-canadese Sophie Jarvis è andato il premio più importante di Soletta
09.07.2021 - 18:17

Il personale Rts si appella a Simonetta Sommaruga

Più di 350 dipendenti chiedono alla consigliera federale di intervenire affinché il Cda della Ssr faccia luce su anni di cattiva condotta alla radiotelevisione romanda

Ats, a cura de laRegione
il-personale-rts-si-appella-a-simonetta-sommaruga
Il direttore generale Marchand era a capo della Rts (Keystone)

Il personale della radiotelevisione svizzera di lingua francese RTS si è rivolto direttamente alla consigliera federale Simonetta Sommaruga: più di 350 dipendenti chiedono alla responsabile del Dipartimento federale della comunicazione, di far sì che il consiglio di amministrazione della SSR faccia luce su anni di cattiva condotta alla RTS.

Ciò che è stato fatto finora non soddisfa le aspettative dei dipendenti, deplorano i firmatari della lettera, come riportato oggi dai giornali Tamedia.

La missiva, scritta dal Sindacato svizzero dei mass media (SSM), è stata ricevuta dal Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC), ha confermato quest'ultimo oggi a Keystone-ATS.

Giovedì scorso, uno studio legale ginevrino "Collectif de défense", incaricato da RTS aveva presentato un rapporto con 220 testimonianze secondo cui ci sarebbero state numerose situazioni di lesioni alla personalità verificatesi all'emittente negli ultimi vent'anni, come baci indesiderati, palpeggiamenti e discriminazioni sulla base dell'origine o della nazionalità.

Il consiglio di amministrazione della SRG ha adottato un catalogo di misure per migliorare la cultura aziendale la cui applicazione doveva iniziare immediatamente. Tuttavia, il sindacato dei media SSM ha definito questo catalogo come insufficiente.

Direttore generale SSR era capo della RTS

Nella lettera a Sommaruga, i dipendenti della RTS chiedono che vengano chiariti i ruoli e le responsabilità dei singoli manager. L'attuale direttore generale della società madre SRG, Gilles Marchand, era lui stesso a capo della RTS all'epoca dell'inchiesta. Il consiglio di amministrazione gli ha tuttavia rinnovato la fiducia in primavera.

Anche se il consiglio di amministrazione della SRG ha pubblicato in aprile la sintesi di un rapporto intermedio sui casi di molestie in seno alla RTS, ha tenuto nascosto l'intero rapporto - anche nei confronti del sindacato dei media SSM. E questo contrariamente a ciò che era stato promesso, ha detto il segretario centrale di SSM Jérôme Hayoz a Keystone-ATS. Il SSM è ancora pronto a discutere la questione e cerca una soluzione amichevole, ma considera anche un'azione legale.

Il DATEC ha ribadito oggi di non avere alcuna competenza di sorveglianza formale a causa dell'indipendenza della SRG, che è sancita dalla costituzione. La SRG è la sola responsabile delle questioni relative al personale. La settimana scorsa, Sommaruga aveva già insistito sulla necessità di un cambiamento di cultura alla RTS.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved