laRegione
taskforce-culture-ok-restrizioni-ma-gli-aiuti-siano-chiari
Incertezza (Keystone)
Spettacoli
25.10.2020 - 18:390

Taskforce Culture: 'Ok restrizioni, ma gli aiuti siano chiari'

L'organismo che riunisce rappresentanti di diverse associazioni culturali svizzere chiede chiarezza e regole unitarie: 'In pericolo artisti e imprese'.

Nel giorno in cui tornano a chiudersi cinema e teatri in italia, Taskforce Culture, organismo che riunisce rappresentanti di diverse associazioni culturali svizzere, lancia un nuovo appello allo Stato. Sì alle restrizioni imposte dall’emergenza salitaria, ma “chiarezza e regole unitarie”, si legge in un comunicato odierno. Al centro della questione, una volta di più, quattro raccomandazioni di fondo: l’armonizzazione per tutte le regioni delle regole relative agli avvenimenti culturali; il coinvolgimento delle associazioni nel concepimento delle misure economiche di sostegno ai lavoratori; informazioni anticipate sulle misure da prendersi contro la pandemia e partecipazione alla messa in opera delle stesse; esecuzione rapida e senza rallentamenti amministrativi della concessione dei sostegni finanziari promessi.

Si torna dunque a chiedere che le restrizioni statali alle attività siano attenuate attraverso un sostegno finanziario non burocratico tramite il coinvolgimento delle associazioni stesse a tutti i livelli dell'organizzazione statale: federale, cantonale e comunale. “Chi opera nel ramo – specifica Taskforce Culture – può capire che sono necessarie misure più drastiche per contenere la pandemia di Covid-19. Tuttavia è bene far sapere che questi provvedimenti metteranno in pericolo l'esistenza di molti artisti e imprese culturali”. Forte è il senso d’insicurezza: “Molte energie sono state investite nell’elaborazione e la messa in opera delle misure di protezione, incluso lo spostamento degli eventi estivi all’autunno. Ma i cantoni che chiudono le proprie istituzioni culturali o dettano regole ancor più ferree per la loro organizzazione stanno diventando sempre più numerosi”.

© Regiopress, All rights reserved