era-il-principe-filippo-sempre-un-passo-indietro-anche-due
1921-2021 (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Culture
Scienze
16 ore

Scoperto il primo pianeta ovale come una palla da rugby

’Scovato’ grazie al satellite Cheops dell’Esa. Si chiama Wasp-103b, è a 1’800 anni luce da noi e compie un’orbita in meno di un giorno.
Culture
16 ore

Sostegno alla cultura, rinnovati gli accordi triennali

Prolungato li sostegno per il periodo 2022-24 per le associazioni culturali attive nei sei principali comuni e per i Circoli del cinema
Culture
17 ore

‘Traditi dagli ebrei’, disse Otto Frank: un libro lo conferma

Il padre di Anna lo affermò nel 1948. In ‘Chi ha tradito Anne Frank’ di Rosemary Sullivan, l’indagine che ha portato a questa conclusione
Covid e cultura
18 ore

Scuole musica e federazione bandistica chiedono deroga al Decs

Nella lettera indirizzata a Manuele Bertoli ‘l’inaccettabile discriminazione tra giovani ticinesi impegnati nella formazione musicale e coetanei svizzeri’
Cinema Teatro Chiasso
18 ore

Massimo Lopez & Tullio Solenghi Show: si recupera il 10 aprile

Riprogrammato il concerto con i due mattatori annullato lo scorso 8 gennaio
Cinema
18 ore

Visions du Réel, Marco Bellocchio ospite d’onore

L’omaggio di Nyon al regista, sceneggiatore e produttore italiano prevede una retrospettiva e la presentazione di un nuovo documentario.
Musica
19 ore

Raggiunto accordo sull’eredità di Prince: vale il doppio

Il lascito del ‘folletto’ è di 156,4 milioni di dollari, quasi il doppio della stima precedente. Gli eredi potrebbero sfruttare la vendita del catalogo
Scienze
22 ore

In 500 anni si è estinto il 10% delle specie conosciute

Lo dice uno studio coordinato tra università delle Hawaii e Museo di storia naturale di Parigi pubblicato su Biological Reviews
Jazz in Bess
1 gior

Suisse Diagonales Jazz, Lombardi & Salis prima dei Mohs

Secondo appuntamento ticinese del festival svizzero: alle 20.30 i 30 anni di sodalizio dei due ticinesi; alle 22 il quartetto capitanato da Kysk e Valazza
Culture
1 gior

‘Shoah, tempo e memoria’, concerto-lettura per non dimenticare

Mercoledì 26 gennaio alle 19.15 alla Biblioteca di Bellinzona, pianoforte e voce narrante aspettando la giornata della memoria
Musica
1 gior

Riccardo Minasi guida l’Osi in Auditorio

Giovedì 20 gennaio alle 20.30 allo Stelio Molo, il violinista e direttore d’orchestra in un concerto incentrato sul romanticismo tedesco
Società
1 gior

È morto Monsieur Pigeon, clochard dal grande cuore

Il senzatetto Giuseppe Belvedere, protagonsita del bel documentario di Antonio Prata, è stato trovato senza vita a Parigi
La recensione
1 gior

‘Una famiglia vincente’, Will Smith nel regno di King Richard

Alla ricerca dell’Oscar, imbolsito quel che serve, è il megapapà di Venus e Serena in un film in cui tutti (o quasi) sanno tenere in mano una racchetta
Spettacoli
1 gior

L’Osi, Kowalski e la musica dalla Polonia bigotta

Primo concerto della stagione in Auditorio dell’Orchestra della Svizzera italiana. Alla guida dell’Osi, il Konzertmeister Robert Kowalski
Culture
1 gior

È morto lo stilista italiano Nino Cerruti

Tra i protagonisti della moda del Novecento, negli anni Sessanta arruolò Armani
Musica
3 gior

La versione di Fiorella spiegata a Locarno

Sabato 2 aprile al Palaexpo Fevi, la tappa ticinese del tour di Fiorella Mannoia che prende il nome dal programma Rai.
Spettacoli
3 gior

Santoro SOLOinscena al Foce per ‘Edgar Allan Horror Poe’

Mercoledì 19 gennaio alle 19, con musiche dal vivo di Claudia Klinzing, Emanuele Santoro nel recital dedicato al grande autore statunitense
Culture
3 gior

‘Novecento’ di Baricco è la prima opera letteraria Nft

L’Nft (Non-Fungibile Token) è un certificato che attesta la proprietà e la provenienza di un asset digitale.
Società
10.04.2021 - 05:150

Era il Principe Filippo, sempre un passo indietro (anche due)

È 'spirato pacificamente', quasi centenario. Di lui restano gli otto giorni di lutto, le gaffe e il gossip, che da quelle parti regna più sovrano dei sovrani.

Che bella la seconda stagione di ‘The Crown’, dove la storia d’amore tra Elisabetta II d’Inghilterra fresca d’incoronazione e Philip Mountbatten, Duca di Edimburgo, nato principe Filippo di Grecia e Danimarca, per tutti ‘Il Principe Filippo’, è nel pieno del suo romanticismo. Gli scandali, quelli tosti, devono ancora arrivare e lui, dai ghiacci dell’Antartide dove lei lo ha spedito a farsi le ossa da regnante, registra per lei messaggi d’amore criptati; e altrettanto fa lei dalle regali stanze, sbottonandosi quanto basta, per poi recuperare la misura. Quella stessa misura di cui è pregno l’epitaffio reale, che ieri ha annunciato la dipartita del principe consorte: “È con profonda tristezza – scrive il reale ufficio stampa (tutto è reale in questo articolo) – che Sua Maestà la Regina annuncia la morte del suo amato marito, Sua Altezza Reale il Principe Filippo, Duca di Edimburgo, spirato pacificamente stamattina nel Castello di Windsor. Ulteriori annunci saranno dati a tempo debito. La Famiglia Reale si unisce alle persone che nel mondo sono in lutto per la perdita”. È così che, ufficialmente e stringatamente, si concludono i 73 anni di vita insieme e, presi singolarmente, i 99 di Filippo d’Edimburgo, nato a Corfù il 10 giugno 1921, scomparso a soli 2 mesi dal diventare centenario. Colpa di una non meglio precisata infezione – il Covid-19 non è citato – cui si sono aggiunti problemi al cuore.

Tutti lo piangono. Dai capi di Stato – anche Erdogan, persino Nicola Sturgeon, leader secessionista scozzese – fino a noi comuni mortali. Ma a tenere banco, una volta esaurite le cariche politiche e le politiche implicazioni del defunto, sono agenzie come “Harry farà il possibile per tornare”, “Meghan è incinta e serve il parere del medico” e “non è chiaro se il principe avesse in mente un altro viaggio per giugno, quando il nonno Filippo avrebbe compiuto cento anni”. La stampa britannica, è certo, avrà il suo bel daffare, pur privata di un certo tasso di spettacolarità: “Niente funerali di Stato”. Lo riferiscono fonti di palazzo alla Bbc, precisando che la cerimonia sarà di natura privata, pur con gli onori del caso, “nel rispetto delle consuetudini e delle volontà” del defunto. Il corpo resterà nel castello di Windsor fino al rito religioso, che si svolgerà nell’adiacente cappella di St. George, dove si sono sposati fra gli altri Harry e Meghan”.

Nipoti coltelli

Tutti lo piangono, ma le cadute di stile sono già iniziate. Per ora, nulla a che fare con la direttrice di un noto tabloid britannico che, alla Bbc in un anniversario ora non precisabile, ricordava la notte in cui morì Lady D., scoppiando in lacrime. “Piange per la principessa?”, chiedeva l’inviato della Bbc; “No, piango perché per il giornale fu una notte indimenticabile”. Per non farci mancare nulla, appreso della morte di Filippo, ‘Fox and Friends’, per bocca del presentatore Brian Kilmeade, ha individuato nel terzetto composto dal nipote Harry e consorte (Meghan), di concerto con Oprah Winfrey (l’intervistatrice della depauperata giovane coppia di reali), il capro espiatorio della morte dell’anziano regnante. “Dicono che Filippo fosse andato su tutte e le furie”, ha commentato Kilmeade, alludendo alle accuse di razzismo indirizzate da Meghan alla famiglia del marito: “Filippo stava cercando di riprendersi dai suoi ultimi problemi di salute e gli è arrivata in testa questa tegola”. Kilmeade dice di capire Piers Morgan – il sostituto (con poca fortuna) di Larry King nell’omonimo ‘Live’ – dimessosi dal suo show su Itv dopo che gli spettatori britannici, sconcertati dalle accuse mosse da questi alla moglie di Harry durante un’intervista, ne avevano chiesto la testa per aver sostenuto, Morgan, che Harry, parlando a Winfrey, avrebbe aggiunto stress al nonno in ospedale (un po' contorto come concetto, ma così è il gossip).

Tom Jones e le Filippine

Perché volenti o nolenti, e ce ne scusiamo, si finisce sempre nel gossip. È anche vero che il Principe consorte ci ha messo del suo, sempre che siano veri gli aneddoti di – parafrasando Ligabue, che in Inghilterra non ha mai sfondato – una vita da gaffeur, qui riassunta per sommi e sin troppo noti punti. 1. Cina, anno 1986. Il principe sconsiglia ad alcuni studenti britannici di rimanere troppo a lungo in Asia: “Altrimenti vi verranno gli occhi a mandorla...”. 2. In Australia, incontrando il leader degli aborigeni, chiede: “Vi tirate ancora le lance?”. 3. Parlando a un’infermiera filippina dell’ospedale di Luton: “Le Filippine devono essere mezze vuote, visto che siete tutti qui a mandare avanti la sanità nazionale”. Ma per un quadro esaustivo delle gaffe del principe consorte, basta digitare in Internet “Gaffes Filippo” e ne esce una sinfonia. A proposito di musica: a Sir Elton John, di casa a Windsor (in quanto vicino di casa Windsor), a margine di uno dei suoi concerti reali – ve n’è uno superbo del 1976 dove il pianista sostituisce i vocaboli più scabrosi della sua ‘Saturday Night’s (Alright For Fighting)’ con buffetti lessicali a uso e consumo reale – Filippo dice (confidandosi a metà concerto) “vorrei che spegnesse il microfono”. E per fare un complimento a Tom Jones, in altra reale occasione, chiede al gallese se per caso fa “i gargarismi con i ciottoli”. Vere gaffe o invenzioni della stampa?

Detto fuori dai denti...

Otto giorni di lutto nazionale (e poi dicono degli argentini con Maradona...). Philip Mountbatten, Duca di Edimburgo, nato principe Filippo di Grecia e Danimarca, per tutti ‘Il Principe Filippo’, se n’è andato senza strafare, sempre un passo indietro come da protocollo. Un passo indietro, ma anche due. Così indietro da fare tenerezza, e chiamare figure secondarie della storia più recente: Max Repetto degli 883, un passo dietro a Max Pezzali; Paolo Bertolucci (quello basso), un passo dietro ad Adriano Panatta (quello alto); Ciccio Ingrassia (anche lui quello alto), un passo indietro a Franco Franchi (un finto basso), e tante altre coppie un po’ zoppe, a confutare la regola secondo la quale dietro un grande uomo c’è sempre una grande donna. D’altra parte, ‘The Crown’, nel raccontare la genesi della coppia reale, conferma che quel passo indietro fu una reale imposizione. E a questo proposito, detto fuori dai reali denti: al posto suo, voi sareste rimasti?

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved