sanremo-le-pagelle-e-tutta-musica-leggerissima
'Il maestro è andato via, metti un po’ di musica leggera', Colapesce Dimartino (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Culture
La recensione
7 ore

Nel ‘Gatto’ sold out, Ascona applaude Tullio De Piscopo

Il Jazz Cat Club riparte col botto: tutti in piedi per il grande batterista in trio con Dado Moroni e Aldo Zunino, nel nome del jazz e di Pino Daniele
Settimane Musicali
8 ore

Il weekend di ‘Piemontesi & Friends’, un anno dopo

La formula che nel 2020 consentì di dare continuità al Festival torna dal 24 al 26 settembre nella chiesa del Collegio Papio di Ascona con sei concerti
Spettacoli
17 ore

Terence Hill sveste la tonaca, ultimo ciak per ‘Don Matteo’

Dopo oltre 250 episodi, a più di 20 anni dalla messa in onda della prima puntata, la serie di Rai 1 dà l’addio al volto più popolare
Culture
1 gior

Teatro Sociale ’21-’22, è tempo di ripartire ‘Insieme’

Dal prossimo 25 settembre a maggio 2022, con ‘regole certe’. A colloquio con Gianfranco Helbling, direttore artistico
Società
1 gior

TikTok in Cina limita l’uso ai bambini sotto i 14 anni

È la prima azienda di video nel settore ad avere questi limiti. Nel 2019, Douyin aveva già iniziato a sperimentare ‘misure anti-dipendenza’
Arte
1 gior

Premi svizzeri d’arte e di design, c’è anche Sonnenstube

Il collettivo itinerante di Lugano è tra i vincitori, nella categoria Critica, edizione e mostre, dei riconoscimenti consegnati durante Art Basel
Streaming
1 gior

‘The Ferragnez - La serie’ su Amazon Prime Video

La quotidianità di Fedez e Chiara Ferragni tra la fine del 2020 e i primi mesi del 2021 in otto episodi in arrivo a dicembre
Arte
1 gior

Nove ‘Picasso’ ceduti alla Francia dalla figlia Maya

Sei dipinti, due sculture e un taccuino appartenuto al gigante della pittura. Le opere saranno presentate integralmente al pubblico a partire da aprile 2022
Spettacoli
1 gior

Agli Emmy Awards trionfano ‘The Crown’ e ‘Ted Lasso’

La saga della Royal Family premiata come migliore serie drammatica, primo riconoscimento nella categoria per Netflix
Musica
2 gior

Esce ‘Outsider’, l’album solista di Roger Taylor dei Queen

Nato durante il lockdown, è dedicato ‘a tutti gli outsider, quelli che si sentono lasciati in disparte’
Cinema
2 gior

A ‘Belfast’ di Kenneth Branagh il Toronto Film Festival

Scritto nelle prime settimane di lockdown, è ‘un ritorno a casa’. Premio del pubblico sezione Midnight Madness alla Palma d’oro di Cannes Titane di Julia Ducournau
Culture
2 gior

Premio Chiara alla carriera a Mario Botta

L’architetto ticinese riceverà il riconoscimento il 10 ottobre al Teatro Sociale di Luino
Spettacoli
2 gior

Stefano Knuchel sulle tracce di Hugo Pratt

‘Hugo in Argentina’ del regista locarnese, un inaspettato ritratto del creatore di Corto Maltese
Spettacoli
2 gior

Miglior canzone di sempre, Aretha supera Dylan e Beatles

La bibbia del rock, Rolling Stone, aggiorna la sua storica classifica dei 500 brani migliori dopo 17 anni e cambia le carte in tavola
Società
2 gior

Moro e Faranda, la giustizia che riconosce l’umanità

Incontro dedicato alla giustizia riparativa, al Festival Endorfine, con la figlia di Aldo Moro e gli ex Br Adriana Faranda e Franco Bonisoli
Libri
3 gior

Pizzicannella, ‘Rito di passaggio’: niente sarà più come prima

Per i quattro protagonisti, e per l’autore del romanzo Alessio Pizzicannella, al suo esordio letterario per Baldini+Castoldi: l’intervista
Arte
3 gior

Morto lo scrittore e pittore grigionese Jacques Guidon

Nato a Zernez nel 1931, aveva lavorato come insegnante prima di intraprendere diversi viaggi di studio e di lavoro in Europa, Stati Uniti, Messico e Canada
Arte
4 gior

‘Paesaggi a confronto’ a Villa dei Cedri

Dal 18 settembre a Bellinzona, curato da Carole Haensler, l’omaggio alla pittura paesaggistica elvetica dalla seconda metà del XIX secolo alla Prima guerra mondiale
Spettacoli
4 gior

Concerto per l’infanzia, al Fevi c’è Loredana Bertè

Si aggiunge ai grandi nomi del tradizionale appuntamento locarnese. Sabato 18 settembre alle 21, tappa ticinese del ‘Figlia di... Summer Tour’
Culture
4 gior

L’Accademia di architettura secondo Walter Angonese

Il nuovo direttore, entrato in carica al posto di Riccardo Blumer, ha incontrato la stampa per parlare delle sfide che attendono l’istituzione
Culture
4 gior

Il teatro spagnolo piange Alfonso Sastre

Figura intellettuale di lunga traiettoria e caratterizzata dall’impegno politico anti-franchista e di sinistra, si è spento nei Paesi Baschi
Spettacoli
4 gior

Addio a Jane Powell, star di ‘Sette spose per sette fratelli’

Stella hollywoodiana, si è spenta nel Connecticut all’età di 92 anni. Recitò con Fred Astaire in ‘Sua altezza si sposa’
Musica
4 gior

Il Jazz Cat Club ricomincia da De Piscopo-Moroni-Zunino

’Around Pino’ è il concerto in programma lunedì 20 settembre alle 20.30 al Teatro del Gatto di Ascona, dedicato da De Piscopo all’amico fraterno Pino Daniele
Musica
4 gior

Il tour d’addio di Elton John slitta al 2023, Zurigo inclusa

Colpa del dolore persistente all’anca dopo una caduta, per la quale è prevista l’operazione. L’appuntamento all’Hallenstadion è rimandato per il 1° e il 2 luglio 2023
Musica
4 gior

Rod Stewart torna inedito con ‘The Tears of Hercules’

Il singolo ‘One More Time’ è già pubblicato, l’album esce il 12 novembre: ‘Credo che questo sia il mio miglior album in molti anni’, scrive l’artista britannico
Sogno o son Festival
03.03.2021 - 08:330
Aggiornamento : 04.03.2021 - 17:28

Sanremo, le pagelle: è tutta 'Musica leggerissima’...

...ma la dobbiamo cantare, lo dice Fossati. E pure Colapesce Dimartino. I Måneskin spaccano, ma in testa c'è Annalisa, poi Noemi e Fasma (Fasma chi?)

Premesso che Matilda De Angelis canta molto meglio di alcuni Big e che Loredana Bertè è la sola e unica Madame, dopo le prime quattro ore di spettacolo il 71esimo Festival della Canzone Italiana nella persona della giuria demoscopica ha prodotto la seguente classifica parziale: 1° Annalisa, 2° Noemi, 3° Fasma, 4° Francesca Michielin e Fedez, 5° Francesco Renga, 6° Arisa, 7° Maneskin, 8° Max Gazzè, 9° Colapesce Dimartino, 10° Coma_Cose, 11° Madame, 12° Ghemon, 13° Aiello. Al netto delle infatuazioni personali, partendo da Arisa per finire a Fasma, affetto dal Morbo di Hildebrand (da Andy Hildebrand, inventore dell'Autotune), noi le prime 13 canzoni le abbiamo ascoltate così:

Arisa, ‘Potevi fare di più – L’amore tossico scritto per la Regina dal Re di Napoli Giggino (D’Alessio, non Di Maio) viaggia per concetti basilari come “A che serve truccarmi se nemmeno mi guardi” e “A che serve morire se ogni giorno mi uccidi”. Ma l'allusione melodica alla di lei splendida ‘La notte’ (Sanremo 2012) è almeno eccessiva. Il tubo metallico legacapelli, invece, è trasmissione a sé. Giudizio: come il titolo

Aiello, ‘Ora– Ha la timbrica di Giusy Ferreri e il suo “sesso ibuprofene” è candidato al Premio In Tutti I Luoghi In Tutti I Laghi, il nostro annuale riconoscimento (senza trofeo) ai testi che si distinguono per drammatica originalità (vedi in fondo alla pagina). Importante nel trattamento delle malattie reumatiche, l’ibuprofene è “un principio attivo dotato di proprietà analgesica, antinfiammatoria e antipiretica che rientra nella famiglia dei farmaci antinfiammatori non steroidei” che non era mai stato cantato a Sanremo. Giudizio: da assumersi con moderazione, ma anche no

Colapesce Dimartino, ‘Musica leggerissima – “Il maestro è andato via, metti un po’ di musica leggera”. La musica leggera e taumaturgica, quella che “rimane in sottofondo dentro ai supermercati”, quella delle “parole senza mistero, allegre ma non troppo”, che unite agli anni Ottanta che danzano su decadenti pattini a rotelle, ci salverà. Forse. Giudizio: meravigliosi come i meravigliosi anni Ottanta

Coma_Cose, ‘Fiamme negli occhi – L’amore al tempo di Fausto e Francesca. “Ondeggio come fa una foglia, anzi come la California” è riuscito paragone che sta tra l’autobiografico (California è il nome d’arte di Francesca) e la faglia di Sant’Andrea. “Galleggio in una vasca piena di risentimento”, invece, ha un retrogusto di Elio e le Storie Tese (“Seduto nella vasca emetto certe bolle che, salendo a galla, corron sulla schiena fandomi felice; giunte in superficie non mi piaccion più”, da ‘Abitudinario’, 1992. E il destino vuole che a dirigere l’orchestra sia Carmelo, alias Vittorio Cosma). Menzione al tostapane che cade dentro la vasca, momento horror di un testo tutt’altro che orribile. Giudizio: Come? Cosa?

Noemi, ‘Glicine – Mengoniana nella ballad, pezzaliana negli accenti (“Ricordo ancora quella sera guardavamo lé / le code delle navi dalla spiaggia spariré“), parafrasando la Pennelli Cinghiale, per una grande voce ci vuole una grande canzone. E ‘Glicine’ non è la migliore canzone cantata dalla Rossa. Che però è la più brava di tutte, e male che vada arriva terza. Giudizio: a prescindere

Annalisa, ‘Dieci – Annalisa Scarrone è laureata in Fisica con una tesi sulla pompa di calore geotermica, è cresciuta a Joni Mitchell, Depeche Mode e Mina, cita Heisenberg e Gödel, e canta tanto bene. E ‘Dieci’ non le fa onore. Giudizio: ‘Sei’

Max Gazzè e la Trifluoroperazina Monstery Band, ‘Il farmacista – Introdotto dal “Si-può-fare” del Frankenstein Junior, tra Leonardo da Vinci, Nostradamus e il dottor Betto Covidelli, sublime interpretazione farmacologica del tempo presente, in contesto ritmico che è marchio di fabbrica, forse anche troppo di fabbrica. Giudizio: divino

Francesca Michielin e Fedez, ‘Chiamami per nome – Un nastro di raso srotolato tra microfoni che sotto i riflettori richiama altro tipo di rotolo, per una canzone firmata (anche) A. Mahmoud. “Prima prosciughiamo il mare, poi versiamo lacrime per poterlo ricolmare” è una delle attitudini di chi ama. Nel trionfo di baby, baby Michielin ci mette la grazia e il Ferragnez l’autotune. Giudizio: chiamami ancora noia

Francesco Renga, ‘Quando trovo te – È una canzone con la sciatica, quella sensazione che forse è meglio alzarsi, ma fa male uguale e allora è meglio seduti; ma anche da seduti non è che sia meglio; e allora ci si alza di nuovo; ma forse era meglio prima. Senza capire bene da dove arrivi il dolore. Giudizio: alla carriera

Ghemon, ‘Momento perfetto – La mission: dimenticare la tutina premaman con cui Giovanni Luca Picariello da Avellino si presentò nel 2019 per celare i chili di troppo. Quest'anno, con look da Vitas Gerulaitis agli U.S. Open del ’79, il brano è ancora meglio di ‘Rose viola’ e sfrutta assai l'orchestra, ma ancor si fa fatica a mettere d’accordo faccia e stile. Giudizio: momento imperfetto, forse già passato prossimo

Madame, ‘Voce – “C’è un distacco fenomenale tra me e tutte quelle puttane. Non la do per dare, pensano sia mutante. Quanta strada devi fare per vedermi in mutande” (da ‘17’); “La vita mi fa ‘click’ sul clito', eh. Sa che godo quando preme il dito, eh” (da ‘Clito’); “Basta così, mi sono un pochino scartavetrata il culo” (da ‘La promessa dell’anno’). E poi, la 19enne trapper che per nome ha una canzone del fu trasgressivo Renato Zero, va a Sanremo e – nelle mani di Caterina Caselli – la trasgressione diventa: “Dove sei finita amore, come non ci sei più. E ti dico che mi manchi”. Giudizio: aridatece Johnny Rotten

Måneskin, ‘Zitti e buoni – Da maledire per la å danese difficile da digitare e per il “giallo di siga” che fa veramente truzzo. Da benedire per tutto il resto, che è il meglio di quanto ascoltato da Aiello fino a Fasma. Giudizio: buoni (e a proposito di Fasma...)

Fasma, ‘Parlami – Forse è l’Anticristo. Giudizio: taci

---

La frase della serata: «Buonasera pubblico di pigiamini a casa» (Matilde De Angelis)

Premio In Tutti I Luoghi In Tutti I Laghi 2021
Per la prima serata: “Sesso ibuprofene” – Aiello, ‘Ora’

L’albo d’oro:
2017 – “E smettila di smettere” – Marco Masini, ‘Che giorno è’
2018 - “Prendimi la mano, scappiamo via lontano. In un mondo senza nebbia, in un mondo senza rabbia” - Giovanni Caccamo, ‘Eterno’
2019 – “Scoprire nuove tenebre tra le tue cosce dietro le orecchie” – Ex-Otago, ‘Solo una canzone’
2020 – ‘Innamorata di un altro cabròn, esta es la historia de un amor’ - Elettra Lamborghini, ‘Musica (e il resto scompare)’

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved