sanremo-le-pagelle-e-tutta-musica-leggerissima
'Il maestro è andato via, metti un po’ di musica leggera', Colapesce Dimartino (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Culture
Spettacoli
52 sec

SOLOcon Amleto, William Shakespeare per Emanuele Santoro

Domenica 30 gennaio alle 17 al Teatro paravento di Locarno, per l’adattamento e l’interpretazione dell’attore e regista
Spettacoli
7 ore

Neil Young contro Spotify per le fake news sui vaccini

Il cantautore statunitense vuole ritirarsi dalla piattaforma di streaming a causa del controverso podcast di Joe Rogan
Spettacoli
12 ore

Peter Dinklage affossa Biancaneve: ‘Favola arretrata sui nani’

Citando la prima Biancaneve ispanica, il Tyrion Lannister del Trono di Spade dice che è giunto il tempo di riscrivere la storia in modo progressista.
Spettacoli
12 ore

Ballerini del Super Bowl in rivolta: ‘Mai più gratis’

Ad accendere la miccia, la ballerina e attivista Taja Riley, che su Instagram denuncia che la maggior parte dei ballerini non pagati sono afroamericani.
Cinema
15 ore

Cina, la censura cambia il finale a ‘Fight Club’

Nel cult di David Fincher ora è la polizia a vincere. Tutti indignati come quando il ‘Bohemian Rhapsody’ cinese fu privato dei riferimenti gay.
Villa dei Cedri
17 ore

Arte e artisti di ‘Requiem for my dream’, performance

Quando e perché è iniziato il processo di svalutazione dell’arte? In quale misura gli artisti se ne sono resi complici? Le risposte venerdì 28 gennaio
Spettacoli
17 ore

In ‘Batgirl’ un personaggio trans, la prima volta di DC Comics

Si tratta di Alysia Yeoh, il cui ruolo sarà interpretato da Ivory Aquino, lei stessa transessuale.
Spettacoli
17 ore

A Soletta il cinema riscopre il mondo del lavoro

Il nuovo sguardo sulla realtà che ci circonda del documentario svizzero alle Giornate del cinema svizzero
Società
18 ore

Scagionata dopo aver baciato Richard Gere

L’attrice di Bollywood era accusata di oscenità e indecenza. Il gesto aveva scatenato la furia di gruppi radicali indù.
Spettacoli
21 ore

Premi del cinema svizzero, favorito ‘Soul of a Beast’

Otto candidature per il film di Lorenz Merz, in concorso al Festival di Locarno. Sei nomination per ‘La Mif’ di Frédéric Baillif
Scienze
21 ore

Nanoplastiche piovono a chili sulle vette alpine

Misurazioni effettuate in Austria, nei pressi dell’Osservatorio del Sonnenblick, parlano di 42 chili di particelle al chilometro quadrato
Spettacoli
1 gior

Evan Rachel Wood ancora contro Marylin Manson: ‘Stupro sul set’

L’attrice protagonista di ‘Westworld’ accusa la rockstar di aver abusato di lei approfittando di una scena di sesso simulato per un videoclip
Scienze
1 gior

Il telescopio spaziale James Webb è arrivato a destinazione

Ha raggiunto il suo punto di osservazione a 1,5 milioni di chilometri dalla Terra. Lo ha annunciato la Nasa.
Musica
1 gior

Bob Dylan, il catalogo delle registrazioni è della Sony

L’accordo, avvenuto in luglio ma reso pubblico soltanto ora, potrebbe portargli in tasca anche più di quanto incassato da Bruce Springsteen.
Spettacoli
1 gior

Al Sociale il Dolore di Marguerite Duras

Mercoledì 26 gennaio a Bellinzona lo spettacolo di Margherita Saltamacchia. A seguire, la proiezione del documentario ‘La speranza vive intera’
Spettacoli
1 gior

Osi in Auditorio con il controtenore Bejun Mehta

Giovedì 27 gennaio per la serie ‘Play&Conduct’ appuntamento con il cantante statunitense di origine indiana e le arie di Händel
Società
1 gior

Scoperte due pericolose falle nell’app Zoom

Già adottati i provvedimenti del caso. Ma non è escluso che qualcuno non sia già riuscito a sfruttare le vulnerabilità
Spettacoli
1 gior

‘Il suono della bellezza’, Eurovision Torino è un po’ svizzero

Il tema dell’evento si richiama agli esperimenti scientifici sulle onde sonore dello scienziato e filosofo svizzero Hans Jenny
Spettacoli
1 gior

Giornate di Soletta, in attesa dei premi

Ultimi giorni del festival del cinema svizzero. Abbiamo visto il documentario del ticinese Tommaso Donati e ‘Une histoire provisoire’ di Romed Wyder
Spettacoli
1 gior

Tv, è morto lo studioso e autore Paolo Taggi

Da ‘Domenica In’ e il ‘Gioco del mondo’ a importanti lavori teorici sulla televisione. Il ricordo di Domenico Lucchini, direttore del Cisa
Musica
2 gior

Swiss Diagonales Jazz continua a Biasca e Olivone

MusiBiasca annuncia: sabato 29 gennaio, la Casa Cavalier Pellanda recupera Sauter&Schläppi e presenta Sc’ööf; domenica 30 all’Osteria Centrale, Tie Drei
Società
2 gior

Morto lo stilista Thierry Mugler

Autore, fra l’altro, dei corsetti di Madonna e degli abiti di Sharon Stone, è morto all’età di 73 anni per cause naturali
Cinema
2 gior

L’Africa delle donne arriva a Soletta

Tutti in piedi per ‘L’Afrique de femmes’, nove ritratti di donne di altrettanti Paesi africani. Incontro con il regista, Mohammed Soudani
Musica
2 gior

‘Tuo padre, mia madre, Lucia’ e Giovanni Truppi

La città di Napoli che arriva prima della musica, un mestiere cui essere fedeli, Capossela con cui duettare a Sanremo: il cantautore si racconta
La recensione
2 gior

Osi in Auditorio: Riccardo Minasi e lo Sturm und Drang

Di giovedì al Lac, splendida interpretazione costellata d’impetuosi contrasti dinamici, ma anche di momenti di serenità danzante
Sogno o son Festival
03.03.2021 - 08:330
Aggiornamento : 04.03.2021 - 17:28

Sanremo, le pagelle: è tutta 'Musica leggerissima’...

...ma la dobbiamo cantare, lo dice Fossati. E pure Colapesce Dimartino. I Måneskin spaccano, ma in testa c'è Annalisa, poi Noemi e Fasma (Fasma chi?)

Premesso che Matilda De Angelis canta molto meglio di alcuni Big e che Loredana Bertè è la sola e unica Madame, dopo le prime quattro ore di spettacolo il 71esimo Festival della Canzone Italiana nella persona della giuria demoscopica ha prodotto la seguente classifica parziale: 1° Annalisa, 2° Noemi, 3° Fasma, 4° Francesca Michielin e Fedez, 5° Francesco Renga, 6° Arisa, 7° Maneskin, 8° Max Gazzè, 9° Colapesce Dimartino, 10° Coma_Cose, 11° Madame, 12° Ghemon, 13° Aiello. Al netto delle infatuazioni personali, partendo da Arisa per finire a Fasma, affetto dal Morbo di Hildebrand (da Andy Hildebrand, inventore dell'Autotune), noi le prime 13 canzoni le abbiamo ascoltate così:

Arisa, ‘Potevi fare di più – L’amore tossico scritto per la Regina dal Re di Napoli Giggino (D’Alessio, non Di Maio) viaggia per concetti basilari come “A che serve truccarmi se nemmeno mi guardi” e “A che serve morire se ogni giorno mi uccidi”. Ma l'allusione melodica alla di lei splendida ‘La notte’ (Sanremo 2012) è almeno eccessiva. Il tubo metallico legacapelli, invece, è trasmissione a sé. Giudizio: come il titolo

Aiello, ‘Ora– Ha la timbrica di Giusy Ferreri e il suo “sesso ibuprofene” è candidato al Premio In Tutti I Luoghi In Tutti I Laghi, il nostro annuale riconoscimento (senza trofeo) ai testi che si distinguono per drammatica originalità (vedi in fondo alla pagina). Importante nel trattamento delle malattie reumatiche, l’ibuprofene è “un principio attivo dotato di proprietà analgesica, antinfiammatoria e antipiretica che rientra nella famiglia dei farmaci antinfiammatori non steroidei” che non era mai stato cantato a Sanremo. Giudizio: da assumersi con moderazione, ma anche no

Colapesce Dimartino, ‘Musica leggerissima – “Il maestro è andato via, metti un po’ di musica leggera”. La musica leggera e taumaturgica, quella che “rimane in sottofondo dentro ai supermercati”, quella delle “parole senza mistero, allegre ma non troppo”, che unite agli anni Ottanta che danzano su decadenti pattini a rotelle, ci salverà. Forse. Giudizio: meravigliosi come i meravigliosi anni Ottanta

Coma_Cose, ‘Fiamme negli occhi – L’amore al tempo di Fausto e Francesca. “Ondeggio come fa una foglia, anzi come la California” è riuscito paragone che sta tra l’autobiografico (California è il nome d’arte di Francesca) e la faglia di Sant’Andrea. “Galleggio in una vasca piena di risentimento”, invece, ha un retrogusto di Elio e le Storie Tese (“Seduto nella vasca emetto certe bolle che, salendo a galla, corron sulla schiena fandomi felice; giunte in superficie non mi piaccion più”, da ‘Abitudinario’, 1992. E il destino vuole che a dirigere l’orchestra sia Carmelo, alias Vittorio Cosma). Menzione al tostapane che cade dentro la vasca, momento horror di un testo tutt’altro che orribile. Giudizio: Come? Cosa?

Noemi, ‘Glicine – Mengoniana nella ballad, pezzaliana negli accenti (“Ricordo ancora quella sera guardavamo lé / le code delle navi dalla spiaggia spariré“), parafrasando la Pennelli Cinghiale, per una grande voce ci vuole una grande canzone. E ‘Glicine’ non è la migliore canzone cantata dalla Rossa. Che però è la più brava di tutte, e male che vada arriva terza. Giudizio: a prescindere

Annalisa, ‘Dieci – Annalisa Scarrone è laureata in Fisica con una tesi sulla pompa di calore geotermica, è cresciuta a Joni Mitchell, Depeche Mode e Mina, cita Heisenberg e Gödel, e canta tanto bene. E ‘Dieci’ non le fa onore. Giudizio: ‘Sei’

Max Gazzè e la Trifluoroperazina Monstery Band, ‘Il farmacista – Introdotto dal “Si-può-fare” del Frankenstein Junior, tra Leonardo da Vinci, Nostradamus e il dottor Betto Covidelli, sublime interpretazione farmacologica del tempo presente, in contesto ritmico che è marchio di fabbrica, forse anche troppo di fabbrica. Giudizio: divino

Francesca Michielin e Fedez, ‘Chiamami per nome – Un nastro di raso srotolato tra microfoni che sotto i riflettori richiama altro tipo di rotolo, per una canzone firmata (anche) A. Mahmoud. “Prima prosciughiamo il mare, poi versiamo lacrime per poterlo ricolmare” è una delle attitudini di chi ama. Nel trionfo di baby, baby Michielin ci mette la grazia e il Ferragnez l’autotune. Giudizio: chiamami ancora noia

Francesco Renga, ‘Quando trovo te – È una canzone con la sciatica, quella sensazione che forse è meglio alzarsi, ma fa male uguale e allora è meglio seduti; ma anche da seduti non è che sia meglio; e allora ci si alza di nuovo; ma forse era meglio prima. Senza capire bene da dove arrivi il dolore. Giudizio: alla carriera

Ghemon, ‘Momento perfetto – La mission: dimenticare la tutina premaman con cui Giovanni Luca Picariello da Avellino si presentò nel 2019 per celare i chili di troppo. Quest'anno, con look da Vitas Gerulaitis agli U.S. Open del ’79, il brano è ancora meglio di ‘Rose viola’ e sfrutta assai l'orchestra, ma ancor si fa fatica a mettere d’accordo faccia e stile. Giudizio: momento imperfetto, forse già passato prossimo

Madame, ‘Voce – “C’è un distacco fenomenale tra me e tutte quelle puttane. Non la do per dare, pensano sia mutante. Quanta strada devi fare per vedermi in mutande” (da ‘17’); “La vita mi fa ‘click’ sul clito', eh. Sa che godo quando preme il dito, eh” (da ‘Clito’); “Basta così, mi sono un pochino scartavetrata il culo” (da ‘La promessa dell’anno’). E poi, la 19enne trapper che per nome ha una canzone del fu trasgressivo Renato Zero, va a Sanremo e – nelle mani di Caterina Caselli – la trasgressione diventa: “Dove sei finita amore, come non ci sei più. E ti dico che mi manchi”. Giudizio: aridatece Johnny Rotten

Måneskin, ‘Zitti e buoni – Da maledire per la å danese difficile da digitare e per il “giallo di siga” che fa veramente truzzo. Da benedire per tutto il resto, che è il meglio di quanto ascoltato da Aiello fino a Fasma. Giudizio: buoni (e a proposito di Fasma...)

Fasma, ‘Parlami – Forse è l’Anticristo. Giudizio: taci

---

La frase della serata: «Buonasera pubblico di pigiamini a casa» (Matilde De Angelis)

Premio In Tutti I Luoghi In Tutti I Laghi 2021
Per la prima serata: “Sesso ibuprofene” – Aiello, ‘Ora’

L’albo d’oro:
2017 – “E smettila di smettere” – Marco Masini, ‘Che giorno è’
2018 - “Prendimi la mano, scappiamo via lontano. In un mondo senza nebbia, in un mondo senza rabbia” - Giovanni Caccamo, ‘Eterno’
2019 – “Scoprire nuove tenebre tra le tue cosce dietro le orecchie” – Ex-Otago, ‘Solo una canzone’
2020 – ‘Innamorata di un altro cabròn, esta es la historia de un amor’ - Elettra Lamborghini, ‘Musica (e il resto scompare)’

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved