sanremo-al-via-ibrahimovi-matilda-de-angelis-e-le-canzoni
Zlatan Ibrahimović: 'Noi atleti unisce mondo, politica divide mondo'
ULTIME NOTIZIE Culture
Spettacoli
6 ore

Neil Young contro Spotify per le fake news sui vaccini

Il cantautore statunitense vuole ritirarsi dalla piattaforma di streaming a causa del controverso podcast di Joe Rogan
Spettacoli
11 ore

Peter Dinklage affossa Biancaneve: ‘Favola arretrata sui nani’

Citando la prima Biancaneve ispanica, il Tyrion Lannister del Trono di Spade dice che è giunto il tempo di riscrivere la storia in modo progressista.
Spettacoli
11 ore

Ballerini del Super Bowl in rivolta: ‘Mai più gratis’

Ad accendere la miccia, la ballerina e attivista Taja Riley, che su Instagram denuncia che la maggior parte dei ballerini non pagati sono afroamericani.
Cinema
14 ore

Cina, la censura cambia il finale a ‘Fight Club’

Nel cult di David Fincher ora è la polizia a vincere. Tutti indignati come quando il ‘Bohemian Rhapsody’ cinese fu privato dei riferimenti gay.
Villa dei Cedri
16 ore

Arte e artisti di ‘Requiem for my dream’, performance

Quando e perché è iniziato il processo di svalutazione dell’arte? In quale misura gli artisti se ne sono resi complici? Le risposte venerdì 28 gennaio
Spettacoli
16 ore

In ‘Batgirl’ un personaggio trans, la prima volta di DC Comics

Si tratta di Alysia Yeoh, il cui ruolo sarà interpretato da Ivory Aquino, lei stessa transessuale.
Spettacoli
17 ore

A Soletta il cinema riscopre il mondo del lavoro

Il nuovo sguardo sulla realtà che ci circonda del documentario svizzero alle Giornate del cinema svizzero
Società
17 ore

Scagionata dopo aver baciato Richard Gere

L’attrice di Bollywood era accusata di oscenità e indecenza. Il gesto aveva scatenato la furia di gruppi radicali indù.
Spettacoli
20 ore

Premi del cinema svizzero, favorito ‘Soul of a Beast’

Otto candidature per il film di Lorenz Merz, in concorso al Festival di Locarno. Sei nomination per ‘La Mif’ di Frédéric Baillif
Scienze
20 ore

Nanoplastiche piovono a chili sulle vette alpine

Misurazioni effettuate in Austria, nei pressi dell’Osservatorio del Sonnenblick, parlano di 42 chili di particelle al chilometro quadrato
Spettacoli
1 gior

Evan Rachel Wood ancora contro Marylin Manson: ‘Stupro sul set’

L’attrice protagonista di ‘Westworld’ accusa la rockstar di aver abusato di lei approfittando di una scena di sesso simulato per un videoclip
Scienze
1 gior

Il telescopio spaziale James Webb è arrivato a destinazione

Ha raggiunto il suo punto di osservazione a 1,5 milioni di chilometri dalla Terra. Lo ha annunciato la Nasa.
Musica
1 gior

Bob Dylan, il catalogo delle registrazioni è della Sony

L’accordo, avvenuto in luglio ma reso pubblico soltanto ora, potrebbe portargli in tasca anche più di quanto incassato da Bruce Springsteen.
Spettacoli
1 gior

Al Sociale il Dolore di Marguerite Duras

Mercoledì 26 gennaio a Bellinzona lo spettacolo di Margherita Saltamacchia. A seguire, la proiezione del documentario ‘La speranza vive intera’
Spettacoli
1 gior

Osi in Auditorio con il controtenore Bejun Mehta

Giovedì 27 gennaio per la serie ‘Play&Conduct’ appuntamento con il cantante statunitense di origine indiana e le arie di Händel
Società
1 gior

Scoperte due pericolose falle nell’app Zoom

Già adottati i provvedimenti del caso. Ma non è escluso che qualcuno non sia già riuscito a sfruttare le vulnerabilità
Spettacoli
1 gior

‘Il suono della bellezza’, Eurovision Torino è un po’ svizzero

Il tema dell’evento si richiama agli esperimenti scientifici sulle onde sonore dello scienziato e filosofo svizzero Hans Jenny
Spettacoli
1 gior

Giornate di Soletta, in attesa dei premi

Ultimi giorni del festival del cinema svizzero. Abbiamo visto il documentario del ticinese Tommaso Donati e ‘Une histoire provisoire’ di Romed Wyder
Spettacoli
1 gior

Tv, è morto lo studioso e autore Paolo Taggi

Da ‘Domenica In’ e il ‘Gioco del mondo’ a importanti lavori teorici sulla televisione. Il ricordo di Domenico Lucchini, direttore del Cisa
Sogno o son Festival
02.03.2021 - 14:180
Aggiornamento : 16:23

Sanremo al via: Ibrahimović, Matilda De Angelis e le canzoni

Al via questa sera. Amadeus: 'Si farà tardi’. L'attrice di ‘The Undoing’: 'Sull'isola deserta porto Dalla, Bon Iver e Belafonte'. Il ricordo di Claudio Coccoluto

«Cosa mi aspetta non lo so. Non so niente del programma», dice il calciatore; «Nessuno sa nulla di nessuno. Nessuno sa cos’accadrà», dice il presentatore; cosa che «per un direttore di rete è preoccupante», commenta il direttore di rete. Zlatan Ibrahimović, con tutto il suo adduttore sinistro leso, prende posto e dopo il breve sketch degno della migliore improvvisazione comica – anche involontaria – la conferenza n.2 del Festival di Sanremo no-Covid comincia. È il giorno 1 dell’Amadeus Bis, dello spettacolo e della gara tra cantanti, 13 Big e 4 Nuove Proposte questa sera, l’altra metà domani. «La preparazione è sembrata più lunga, ci sembra sia passata un’eternità, ma così non è», esordisce il direttore artistico, che dedica la serata e quelle a venire «a tutti coloro che hanno permesso che il Festival possa andare in onda. Ora sta a noi far sì che sia valorizzato al meglio». Un Festival che «prova a rimettere in moto la musica e tutto il resto». Un Festival dagli applausi finti, «sperimentati in altri programmi, importanti perché ti aiutano psicologicamente, ti sostengono. Magari troveremo qualche idea scenografica, qualcosa di allegro di contorno, strada facendo». A proposito d'idee: «Saranno cinque serate con tanto varietà e tanta musica, finiremo tardi, perché mi piace che sia uno show ricco e ampio. Pur con tutto il diritto di spegnere per andare a dormire, lo scorso anno il pubblico ha apprezzato», chiude Amadeus.


Quadratini

‘Io vagabondo’

A prendersi la scena, in un incontro più sintetico di ieri, è inizialmente Ibra, prodigo di massime degne del miglior Vujadin Boškov come «Noi atleti unisce mondo, politica divide mondo». Nel valzer di allusioni calcistiche tra lui, milanista, e i conduttori, interisti, che ci accompagneranno per tutta la settimana, alcuni punti fermi: «Penso che tutto andrà bene. Nessuno mi può giudicare perché non è il mio mondo, se faccio bene è ancora meglio, così ho un altro lavoro quando smetto di giocare». Nel non sapere cosa farà, si sa però che Ibra canterà ‘Io vagabondo’ con il connazionale Siniša Mihajlović: «Se Sinisa non sa cantare, allora saremo allo stesso livello».

Altri punti fermi: «Sono qui perché voglio restituire quello che l’Italia mi ha dato» e «perché Amadeus vuole spaccare tutti i record: mi presento». Ancora: «Non voglio essere troppo programmato, voglio essere Zlatan» e, in risposta a chi gli fa i conti in tasca: «I soldi che entrano li diamo a charity, non ti preoccupare». Per la sezione musical-gossip della nostra rubrica, la playlist di Zlatan Ibrahimović è: «House, reggae, hip hop, un po’ di slavo e d’italiano, e pure svedese. Ma è un mix segreto». Quanto all’ipotesi di una riappacificazione col centravanti dell’Inter Lukaku dopo la mezza rissa del derby, da tenersi sul palco dell’Ariston: «Quello che succede in campo rimane in campo. Ma se vuole venire, è il benvenuto».


Matilda De Angelis

Matilda

La scena la ruba definitivamente Matilda De Angelis, una volta espletato il lancio della fiction Rai e specificato lo stilista (Prada): «La prima volta che ho visto il palco mi sono messa a piangere, è magico e tira fuori il meglio e il peggio di tutti. Spero di tirare fuori il meglio di me, in questo Festival che speriamo unico nel suo genere, con queste caratteristiche». Matilda De Angelis, attrice nata a Bologna, di recente ne ‘L’incredibile storia dell’Isola delle Rose’, ma soprattutto ‘The Undoing – Le verità non dette’, serie Hbo diretta da Susanne Bier in cui De Angelis recita con Nicole Kidman e Hugh Grant, segue il Festival da «sei, sette anni, perché sono cresciuta senza la televisione». Oggi, «a casa del mio agente, con il suo compagno, guardo Sanremo e faccio anche il totoclassifica».

Matilda ha trascorsi nella musica: «Ho studiato chitarra, violino, tutto male, poi a 16 anni ho iniziato a suonare in un gruppo, girando l’Europa su un Iveco Daily del ’98, come artista di strada e in festival soprattutto del Regno Unito, cosa che mi ha permesso d’imparare l’inglese, un background frickettone che mi è servito. E poi il bello di un artista è quello di potersi trasformare a proprio piacimento». Matilda Ama Lucio Dalla, Tiromancino, Afterhours, Madame («Talento smisurato, si muove in un ambiente prettamente maschile come quello del rap, chapeau»), Francesca Michielin, Gaia, e altri giovani che stanno rivoluzionando la canzone: «Sono cresciuta con musica più indie, ma quest’anno a Sanremo c’è anche Toffolo dei Tre Allegri Ragazzi Morti, la mia adolescenza più totale». Non s’ispira a nessuno in particolare e sull’isola deserta porterebbe: «Un disco di Bon Iver, per rilassarmi, uno di Lucio Dalla per ricordarmi di Bologna, e uno di Henry Belafonte per ricordarmi del mio nome e della mia famiglia».

Ricordi e programmi

La morte di Claudio Coccoluto arriva anche a Sanremo. Amadeus: «Lo ricorderemo, perché grande dj e ragazzo fantastico, che purtroppo, ancora giovane, se n’è andato». Coccoluto, 59 anni, spentosi questa mattina nella sua casa di Latina per un male incurabile, fu nel 2003, 2007 e 2013 membro della giuria degli esperti, portatovi dal lungimirante Baudo, che volle introdurre anche un dj nel gruppo di valutatori. C’è un altro lutto, la morte del padre di Ignazio Boschetto de Il Volo. Ma Boschetto, mercoledì, non mancherà nel tributo dei tre tenori al maestro Ennio Morricone.

Questa sera inizia la gara dei giovani, regolata dalle tre giurie, la Demoscopica al 33%, quella della Sala stampa al 33% e il televoto al 34%. In ordine d’uscita: Gaudiano, Elena Faggi, Avincola e Folcast. Da questo gruppo usciranno i primi 2 finalisti. A seguire, valutati dalla Demoscopica, i Big nel seguente ordine d'uscita:

Arisa
Colapesce e Dimatrino
Aiello
Francesca Michielin e Fedez
Max Gazzè
Irama
Madame
Maneskin
Ghemon
Coma_Cose
Annalisa
Francesco Renga
Fasma

Gli ospiti: Diodato (vincitore 2020), Loredana Berté, Matilde De Angelis, l’infermiera Alessia Bonari (tra i selfie più iconici della pandemia), la Banda della Polizia con Stefano di Battista e la ginnasta Olg’a Kapranova. Ospiti fissi, Achille Lauro e Zlatan Ibrahimovic.

Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved