sapere-potere-agire-la-filosofia-svizzera-a-lugano
ULTIME NOTIZIE Culture
Arte
1 ora

‘Una raccolta d’arte moderna italiana’ al Masi

Carrà, Campigli, Manzù, Rosai, Scipione e Sironi in mostra a Lugano da domenica 22 maggio al 29 gennaio 2023
Culture
1 ora

Fabio Andina vince il Prix du public Rts

L’autore ticinese è stato insignito per il suo romanzo ‘Jours à Leontica’ (’La pozza del Felice’ in italiano)
Culture
5 ore

Seicento in fuga: la versione di Bargniff

In diretta da un’infame bettola milanese, l’intervista al ‘protagonista assoluto’ (o così dice lui) dell’ultimo romanzo di Carlo Silini
Culture
11 ore

Chiamarsi fuori: ‘A una voce’ di Sabina Zanini

Un romanzo d’esordio stupefacente su un bancario un po’ Bartleby, un po’ Fantozzi, ma con dentro un giardino incantato. E poi c’è Paganini
Spettacoli
22 ore

Margot Robbie nel prequel di ‘Ocean’s Eleven’

Secondo le prime indiscrezioni, la trama sarebbe ambientata negli anni ’60 in Europa, lontano da Las Vegas
Musica da camera
23 ore

Verbano Musica Estate, il ritorno è nell’Aria

Tra Locarno, Ascona e Cannobio, dal 29 maggio al 19 giugno, la seconda edizione, illustrata da Tommaso Maria Maggiolini, direttore artistico
Cinema
1 gior

Simboli, culture, società: torna OtherMovie Lugano Film Festival

Dal 25 al 31 maggio tra Mendrisio, Lugano e Massagno, con ‘un programma che rilassi, visto il momento’, dice il direttore Drago Stevanovic
Cannes 75
1 gior

Cannes, ci sono film al posto delle nuvole

Emozioni in ‘Armageddon Time’ di James Gray; altre ancora in ‘EO’ di Jerzy Skolimowski. ‘Harka’, di Lotfy Nathan, è una testimonianza
Culture
1 gior

La responsabilità di giovani e adulti a Storie controvento

Al festival di letteratura per ragazzi lo scrittore francese Christophe Léon ha presentato il suo romanzo ‘Reato di fuga’
Musica
1 gior

Frequenze libere, Trio Libelle allo Spazio Elle

Raphael Loher, Nils Fischer e Silke Strahl per il sesto appuntamento della rassegna, domenica 22 maggio alle 17.30 a Locarno
Concerti
2 gior

Enrico Pieranunzi a Jazz in Bess

Tra i più noti e apprezzati protagonisti della scena jazzistica internazionale, è atteso domenica 22 maggio alle 20.30
Danza
2 gior

Manca poco al Lugano Dance Project

Tra mercoledì 25 e domenica 29 maggio, Lugano si trasforma nella città della danza
Spettacoli
2 gior

Dagli Aphrodite’s Child a ‘Blade Runner,’ addio a Vangelis

Il compositore greco, autore di celebri colonne sonore e tastierista della band prog-rock con Demis Roussos è morto oggi a 79 anni
Streaming
2 gior

Fughe di notizie su ‘Stranger Things’, Netflix nella bufera

Tra le carte di un Monopoly promozionale, ve ne sarebbero alcune che rivelerebbero particolari della trama ancora top secret della quarta stagione
24.08.2021 - 21:27

Sapere, potere, agire: la filosofia svizzera a Lugano

Intervista a Guenda Bernegger, presidente della Società svizzera di filosofia che terrà il suo congresso biennale in Ticino dal 27 al 29 agosto

“Sapere, potere, agire”: tre concetti che la Società svizzera di filosofia ha scelto come tema del congresso biennale che si terrà, dal 27 al 29 agosto, a Lugano, con un programma che non si vuole riservato ad accademici ma aperto a tutti gli interessati, con la possibilità di partecipare anche a singoli conferenze o di seguire online alcuni degli eventi (programma completo sul sito www.societafilosofica.ch).

Ad anticipare i lavori veri e propri, un Café Philo dedicato alla coerenza che si è tenuto nei giorni scorsi e, domani mercoledì 25 agosto alle 18 alla Biblioteca cantonale di Lugano, una conferenza pubblica di Giacomo Marramao che – ci anticipa la presidente della Società svizzera di filosofia Guenda Bernegger – «ci accompagnerà al tema scompigliando un po’ le carte, facendoci riflettere sui rischi dell’impotenza del potere».

La Società svizzera di filosofia ha una storia lunga che, spiega sempre Bernegger, il pubblico avrà modo di conoscere con i numeri della rivista ‘Studia philosophica’, la cui pubblicazione è iniziata nel 1941 e che saranno esposti alla Biblioteca cantonale di Lugano. Insieme al congresso biennale, questa pubblicazione rappresenta la principale attività realizzata in comune dall’associazione nazionale. «La Società svizzera di filosofia è infatti una società “mantello” – spiega Bernegger – che sostiene le associazioni regionali come la Società filosofica della Svizzera italiana. Ogni gruppo, anche per via delle realtà accademiche presenti sul territorio, ha sensibilità diverse: per noi è molto importante il dialogo con i non esperti e questo lo si vede nelle attività che si organizzano in Ticino, come i Café Philo e le letture guidate di un classico del pensiero filosofico, attività che partono dall’idea che la riflessione filosofica debba essere parte dell’educazione civica di una persona». Questo approccio lo si puo cogliere anche nel tema del congresso che viene organizzato nella regione di provenienza del presidente – «quindi quest’anno tocca a noi, ma poi per un po’ il Ticino potrà tirare il fiato» scherza Bernegger –, con quei tre concetti che, se da una parte sono sufficientemente ampi da permettere di affrontare diversi argomenti, dall’altro ha una chiara impronta etica, di filosofia pratica più che teoretica. «Sì, congressi precedenti hanno avuto temi più specifici, e focalizzati sulla filosofia accademica, ma la scelta di un titolo come “Sapere, potere, agire” non è stata fatta per escludere un certo tipo di riflessione filosofica, bensì per chinarsi su argomenti che sono al contempo importanti e attuali» precisa Bernegger. Il pensiero va subito alla pandemia, al rapporto tra conoscenze scientifiche e scelte politiche e personali, «pensiamo al cosiddetto consenso informato che poggia proprio sull’idea che il sapere dia alle persone un potere decisionale che poi si traduce, o può tradursi, in un agire. Altro importante tema di riflessione è il potere che deriva dal nascondere le informazioni, dal privare gli altri del sapere». Ma, aggiunge subito Bernegger, «abbiamo evitato di fare un convegno sulla “filosofia della pandemia”, perché credo che siamo tutti un po’ logorati e vogliamo ampliare lo sguardo».

E che lo sguardo è ampio lo si vede dal programma. Si comincia il pomeriggio di venerdì 27 agosto con un’introduzione di Adriano Fabris (“L’agire del pensiero, il sapere dell’etica, il potere della filosofia“) seguita da una sessione dedicata alle “Pratiche filosofiche”, con anche una tavola rotonda dedicata a esperienze quali la consulenza filosofica e i café philo. Alle 20, Roberta De Monticelli terrà una conferenza – dedicata alla filosofa ginevrina “Jeanne Hersch, maestra di ricerca morale” – sull’amarezza della politica, partendo dalle figure del presidente statunitense Woodrow Wilson e del politico italiano Altiero Spinelli. Sabato si discuterà, al mattino, di etica – con ovviamente alcuni approfondimenti di etica medica – mentre al pomeriggio la sessione del congresso sarà incentrata sulla politica  e una sessione “Politica”. I lavori si chiuderanno domenica con una relazione conclusiva di Ugo Balzaretti (“Leben und Macht”, in tedesco) e le presentazioni di contributi di ricercatori internazionali, selezionati attraverso un “call for papers” che, con una certa sorpresa degli stessi organizzatori, «è circolato parecchio e abbiamo ricevuto proposte non solo dalla Svizzera e dalle regioni vicine: la pandemia ci ha abituati a superare i confini». Anche per rispondere a questo interesse, da lunedì sono previste ulteriori sessioni online.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
guenda bernegger società svizzera filosofia
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved