niccolo-castelli-e-il-fare-cinema-alle-giornate-di-soletta
Solothurner Filmtage / moduleplus
Niccolò Castelli
ULTIME NOTIZIE Culture
Culture
2 ore

‘Quando suoni in un’orchestra, senti la musica che ti abbraccia’

Incontro con Sara Capone e Jonas Morkunas, due dei quattro giovani che saranno accompagnati dall’Osi nel Concerto dei Solisti del Conservatorio
JazzAscona
12 ore

Adonis Rose: ‘Che Ascona diventi un crogiolo, come New Orleans’

Musicista dalla carriera straordinaria, Adonis Rose è il coordinatore musicale delle due città. Tre anni dopo, torna con un’orchestra da Grammy
Scienze
12 ore

Sull’Etna come sulla Luna: Interact si prepara all’esplorazione

Le pendici del vulcano come luogo di allenamento e simulazione del rover in vista della missione sul satellite per prelevare campioni da analizzare
Culture
13 ore

Da Hassler a Chesnokov alla Cattedrale di Lugano

Sabato 2 luglio alle 20.30 il Coro St. John’s Voice, diretto da Graham Walker
Culture
13 ore

‘Brahms, il progressista’ al Montebello Festival

Una conferenza in onore del 125° anniversario dalla morte di Johannes Brahms, alla Biblioteca cantonale di Bellinzona martedì 5 luglio alle 18.30
Scienze
15 ore

La depressione postnatale può colpire i genitori simultaneamente

Una revisione dei dati globali rileva che circa una madre e un padre su 30 soffre del “baby blues”, che colpisce spesso entro l’anno di vita del bambino
Arte
16 ore

Lo Spazio Officina per i ‘Libri d’artista svizzeri’

La presentazione del volume curato da Susanne Bieri farà tappa unica a Chiasso, giovedì 7 luglio, dalle 18
Spettacoli
16 ore

Violoncello solo: concerto di Mattia Zappa

L’appuntamento è per domenica 3 luglio nella chiesa di Santo Stefano a Miglieglia. Il musicista locarnese proporrà fra le altre pagine di Bach
Spettacoli
18 ore

Al JazzAscona un omaggio alle tastiere di Joe Zawinul

Martedì 28 e mercoledì 29 giugno, il festival musicale propone oltre 30 appuntamenti, fra cui un concerto gospel e laboratori di burlesque
Video
Musica
22 ore

Julian Fiorentino Iorio, Lugano’s Got Talent

Dieci anni da compiere, innamorato di Charlie Parker, suona il sax come uno navigato. Sabato scorso la Smum lo ha applaudito
Culture
1 gior

Il coraggio di Lilly, che ad Ascona accolse migliaia di bambini

Intervista a Mattia Bertoldi, autore del romanzo storico sulla donna zurighese che diede rifugio a quattromila giovani in situazioni difficili
Musica
1 gior

A JazzAscona la serata dei canadesi The Dead South

L’energico bluegrass rock della popolare band, i ticinesi Freddie & The Cannonballs, un workshop per trombettisti. Tutto il programma di lunedì 27.
Spettacoli
1 gior

A San Bernardino il Floating Notes Festival 2022

La seconda edizione, il 22 e 23 luglio, firmata da Kety Fusco con diversi artisti svizzeri
27.04.2022 - 05:30
Aggiornamento: 19:40

Niccolò Castelli e il fare cinema alle Giornate di Soletta

Il regista ticinese, anche direttore della Ticino film commission, sarà il nuovo direttore del festival del cinema svizzero

La direzione delle Giornate cinematografiche di Soletta è adesso al completo: ad affiancare la direttrice amministrativa Monica Rosenberg sarà, dal primo agosto, il regista ticinese Niccolò Castelli.

Ad annunciarlo, ieri, il comitato delle Giornate di Soletta e la Ticino film commission di cui Castelli è direttore, carica che manterrà in parallelo alla direzione artistica di Soletta: la fondazione che promuove il Cantone come location per produzioni audiovisive è anzi convinta che le due realtà "potranno in futuro consolidare ulteriormente i loro rapporti a favore di una maggiore identità e coesione nazionale". Il presidente Nicola Pini, citato nel comunicato della Ticino film commission, parla di "una bella opportunità per la Ticino Film Commission, che vedrà ulteriormente rafforzati il suo posizionamento e la sua credibilità tra gli addetti ai lavori svizzeri".

Castelli è stato invitato a partecipare al concorso per la direzione per via della sua esperienza in più settori del cinema: dopo gli studi a Bologna e Zurigo, dove nel 2008 ha conseguito un master in cinema alla ZHdK, ha lavorato come regista e sceneggiatore indipendente di cortometraggi, documentari e lungometraggi, con buone conoscenze nell’industria cinematografica svizzera. È infatti membro del consiglio dell’Associazione svizzera regia e sceneggiatura film e di Suissimage, la cooperativa svizzera per i diritti d’autore nelle opere audiovisive, nonché di varie altre associazioni legate al settore. Al festival di Soletta è stato per due volte nel comitato di selezione e il suo lungometraggio ‘Atlas’, prodotto dalla Imagofilm di Villi Hermann, aveva aperto la 56ª edizione nel 2021.

«Tra i motivi per cui mi hanno scelto penso ci sia il mio percorso» ci ha spiegato Castelli: «La mia esperienza nel promuovere il cinema, nel promuovere il fare cinema oltre che nel fare cinema e poi anche i contatti che ho avuto con tutti gli attori in gioco: istituzioni, distributori, cineasti…».

Il nuovo assetto delle Giornate cinematografiche

In qualità di direttore artistico Niccolò Castelli sarà responsabile della gestione concettuale, dei contenuti e del design nelle aree del programma, della comunicazione e dei media, e contribuirà anche a formare la direzione strategica del festival.

Il festival di Soletta si è dotato di una doppia direzione, artistica e operativa, dopo un periodo turbolento che ha portato all’allontanamento della direttrice Anita Hugi che aveva denunciato gravi problemi di gestione e di conflitti con il consiglio d’amministrazione. La direzione artistica dell’edizione 2021 era stata temporaneamente affidata a Marianne Wirth e David Wegmüller. Un accordo tra le parti era stato trovato negli scorsi mesi grazie alla mediazione dell’Ufficio federale della cultura.

Niccolò Castelli come affronta questo contesto difficile? «Non voglio entrare nel merito del passato ma voglio guardare al futuro» la risposta. «Ci sono sicuramente delle sfide aperte ma riguardano soprattutto il grande cambiamento nel modo di fare e di fruire il cinema avvenuto negli ultimi anni. Anche la politica sta cercando di adeguarsi, la legge sul cinema che voteremo il 15 maggio ne è un esempio».

Le storie del cinema e del fare cinema

Per discutere dei contenuti della prossima edizione del festival è ovviamente presto, «anche perché dovrò confrontarmi con il team molto rodato e che ha una grande esperienza sia del festival sia del cinema svizzero e che mi accompagnerà in questo viaggio». Qualche indicazione Castelli l’ha comunque data, guardando in particolare alla dimensione del fare cinema: «Questo è certamente un momento molto interessante per portare il fare cinema, per posizionare il festival di Soletta come luogo in cui parlare del fare cinema oltre che delle storie del cinema stesso. Cosa che era anche alle origini delle Giornate di Soletta, festival nato da chi faceva cinema».

A parlare è di nuovo il curriculum di Castelli: «Il fatto che io sia un regista e porti questa esperienza penso sia importante proprio per portare un dialogo sul futuro del mondo del cinema e per mostrare cosa significa raccontare storie con questo mezzo anche al pubblico».

La direzione della Ticino film commission, adesso delle Giornate di Soletta: Niccolò Castelli avrà ancora tempo per dirigere qualche film? «Non a breve termine: adesso mi voglio concentrare su queste due attività che per me sono comunque come dirigere un film, perché si tratta sempre di coordinare i talenti di varie persone. Ma certamente prima o poi tornerò a raccontare storie mie al cinema e magari i film che vedrò a Soletta mi daranno lo stimolo per tornare a scrivere e dirigere».IAS

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
cinema direttore festival niccolò castelli
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved