comitato-di-castellinaria-rinnovato-in-assemblea
Ti-Press
Uno scatto con la presidente Flavia Marone e Giancarlo Zappoli, direttore artistico, durante la passata edizione
ULTIME NOTIZIE Culture
Spettacoli
1 ora

Niente Metallica, in 11’000 chiedono il rimborso del biglietto

Rischio deficit per gli organizzatori dell’‘Out in the Green’ di Frauenfeld, rimasto orfano all’ultimo, causa Covid, della band più attesa
Spettacoli
6 ore

Sean Ardoin: il cajun nelle vene

Erede e innovatore della grande tradizione creola, il musicista zydeco spiega perché è importante coltivare e promuovere la propria eredità culturale
Arte
16 ore

Thomas Hoepker, protagonista di una mostra e un film

La Bildhalle di Zurigo dedica al fotografo Magnum una retrospettiva. E domani esce nelle sale svizzerotedesche il documentario di Nahuel Lopez.
Spettacoli
16 ore

James Bond, il prossimo film può attendere

La produttrice dei film dell’agente 007, Barbara Broccoli, ha annunciato che nessun nuovo lungometraggio verrà girato prima di due anni
Arte
17 ore

È morto Sam Gilliam, famoso per le sue tele drappeggiate

L’artista 88enne era nato in Mississippi, partecipò ad Art Basel e fu il primo afroamericano a rappresentare gli Stati Uniti alla Biennale di Venezia
Culture
17 ore

Alborghetti racconta i suoi ‘Corpuscoli di Krause’ al Ciani

L’incontro dedicato alla raccolta poetica del Premio svizzero di letteratura si svolgerà venerdì 1° luglio, alle 18, nell’ambito di Chilometro Zero
Spettacoli
18 ore

Osi Brass sull’alpe Foppa per la prima data di ‘be connected’

L’Orchestra della Svizzera italiana lancia una nuova rassegna in luoghi e modalità inediti. Domenica 3 luglio è la data inaugurale.
Arte
18 ore

La presidenza dell’Associazione dei musei svizzeri ad Haensler

La direttrice del Museo Villa dei Cedri di Bellinzona è stata nominata all’unanimità dall’assemblea generale. Entrerà in carica il prossimo 1° agosto.
Società
19 ore

I dimenticati della pandemia al centro del Premio Carla Agustoni

Il concorso di quest’anno è aperto ai lavori dei giornalisti della stampa scritta. Il termine di consegna è il 31 agosto 2022.
Spettacoli
21 ore

Johannes ‘il progressista’ Brahms al Montebello Festival

La 16esima edizione della manifestazione internazionale della musica da camera omaggia il compositore a 125 anni dalla sua morte. Dal 5 al 15 luglio.
Spettacoli
22 ore

Bo Dollis, Nojo e Falls nella notte di JazzAscona

Il programma di domani, giovedì 30 giugno, propone l’esibizione di alcune stelle della musica di New Orleans e alcuni debutti (dalle 20)
Musica
1 gior

Coro Clairière ed Edvard Grieg Youth Choir, il Lac è posticipato

Causa disagi del traffico areo internazionale, salta il concerto previsto questa sera nella Hall. Confermato quello norvegese del 6 agosto
Fotografia
1 gior

‘Frontstage’ di Massimo Rana, il rock in mostra a Morcote

Ventotto ritratti in bianco e nero dagli AC/DC a Frank Zappa, dal 2 al 17 luglio, ogni weekend nella Sala Maspoli del Municipio
09.06.2022 - 11:20
Aggiornamento: 15:17

Comitato di Castellinaria rinnovato in assemblea

Si è tenuta il 7 giugno ed è stata anche l’occasione per tirare le somme degli ultimi due anni con uno sguardo al futuro

Una 34esima edizione oltre le aspettative sotto più punti di vista quella svoltasi dal 13 al 20 novembre dello scorso anno. Stiamo scrivendo di Castellinaria, il Festival del cinema giovane. Alla Biblioteca cantonale di Bellinzona si è svolta martedì scorso l’assemblea ordinaria, un momento utile a stilare un bilancio della manifestazione nell’anno della ripresa dello svolgimento in presenza, dopo un’edizione "pandemica" da remoto (l’edizione del 2020 si è svolta completamente online), che ha dato una notevole propulsione ai cambiamenti in atto.

Processo di digitalizzazione accelerato dalla pandemia

Al di là dei canonici lavori assembleari, la presidente Flavia Marone ha sottolineato l’importanza del ritorno in sala, nonostante abbia altresì osservato che dopo l’edizione del 2020, la 34esima non abbia perso nulla, anzi "si è presentata al pubblico di giovani e di adulti, più ricca di contenuti, di umanità, di appuntamenti collaterali", si legge nel comunicato stampa. La rassegna cinematografica è quindi cresciuta e per certi versi "la pandemia può essere vista come un’opportunità perché ha accelerato un processo che, prima o poi, sarebbe stato realtà, come l’adozione di una piattaforma che ha permesso di raggiungere realtà scolastiche discoste e consentito l’espansione di una rete internazionale di contatti". La 34esima edizione ha segnato anche la continuazione delle collaborazioni già stabilite e ne ha viste nascere di nuove come quella con Kinokultur per la mediazione culturale, che opera in Ticino grazie alla collaborazione con Castellinaria. Ringraziando i collaboratori e i volontari per l’impegno profuso, la presidente non ha mancato di mettere l’accento sul "grande sviluppo dei decentramenti sia cantonali che nazionali e l’importanza che costituiscono nell’espansione del Festival oltre Bellinzona".

Le fa eco la direttrice operativa, Cristiana Giaccardi, puntualizzando come "la digitalizzazione abbia contribuito al raggiungimento di un nuovo pubblico e il ritorno in sala, condizionato tuttavia dalle restrizioni, abbia spinto il Festival alla costruzione di una piattaforma che ha aiutato a raggiungere le scuole più lontane. Registrando peraltro un incremento di pubblico", riferisce la nota. Ma il contributo del processo non è circoscritto, infatti ha ricordato che ha dato un importante contributo all’ampliamento della mediazione culturale, alla creazione della conferenza internazionale CastellinEurope e anche al mantenimento dell’atelier ‘Pitching Lab’, rivolto a giovani registi.

Premi e film: cartine tornasole per la qualità

La partecipazione di alcune pellicole così come i premi ricevuti, lo ha sottolineato il direttore artistico Giancarlo Zappoli, sono una chiara conferma del livello qualitativo, riconosciuto internazionalmente, espresso dalla rassegna. Nell’occasione, Zappoli ha rammentato l’iniziativa in collaborazione con il Border Crossing Children’s Film Festival, che "in tre occasioni ha portato al cinema i bambini ucraini rifugiati in Ticino e i loro compagni di scuola". Nell’ambito della mediazione culturale è stato realizzato "un percorso visivo tradotto in lezione/conferenza sul tema ‘Dante nel cinema’ – in occasione del 700° della morte del sommo poeta – al quale hanno partecipato diversi licei del Cantone". Nel solco di questa iniziativa, seguirà "Vedere un libro. Leggere un film. Siddhartha di Hermann Hesse", ancora in occasione di una ricorrenza, anzi due: nel centenario del romanzo e del cinquantenario dell’uscita del film di Conrad Rooks.

Rinnovo del comitato

Per ciò che concerne l’ordine del giorno, sul fronte dei conti la manifestazione ha chiuso con un utile, in linea con l’obiettivo di non avere una gestione deficitaria, ciò è stato possibile grazie anche agli sponsor pubblici e privati. Inoltre sono state approvate alcune modifiche statutarie ed è stato rinnovato il comitato, i cui membri sono stati riconfermati nella loro carica escluso Filippo Demarchi, che ha lasciato l’incarico di responsabile della sezione cortometraggi Castellincorto e delegato di Cinema&Gioventù, al quale subentrano la regista Agnese Làposi, per la gestione per Castellincorto, e Sarah Simic, coordinatrice di attività cinematografiche e culturali presso cineclub e Ong, per Cinema&Gioventù. Quale rappresentante del Municipio di Bellinzona è entrato in comitato Renato Bison, capodicastero Cultura.

La 35esima edizione si svolgerà in questo contesto positivo dal 19 al 26 novembre prossimi.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
castellinaria cinema
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved