Arte
23.11.2018 - 06:000

Fumetti e cultura popolare

Simonetta Agnello Hornby e Massimo Fenati presentano “La mennulara” al LAC

Qualche giorno fa ero in un bar a leggere questo libro. Mentre sono assorto nelle vicende di Maria Rosalia Inzerillo, mi accade di sentire una voce di donna commentare “…legge fumetti… non è mica un bambino…”.
Ecco. Dopo aver sedato con un OM mentale la tentazione di argomentare con la signora sull’assurdità del commento evidentemente rivolto a me, ho iniziato a
riflettere su quanto il fumetto sia ancora considerato, a torto, nella peggiore delle ipotesi intrattenimento da bambini, nella migliore un sottoprodotto della cultura popolare.
Naturalmente è vero che le origini di questa forma espressiva stanno proprio in quelle pagine dei giornali popolari che venivano fruite anche dagli analfabeti, che magari imparavano i primi rudimenti della lettura proprio grazie all’aiuto delle immagini. È vero anche che il fumetto si è sviluppato a partire e parallelamente alla letteratura per l’infanzia. Ma nel corso del Novecento, e da almeno quarant’anni, le cose sono cambiate, soprattutto nell’Europa francofona, e un fumetto più adulto, serio, letterario, culturalmente rilevante e nobile si è imposto nelle librerie e nelle biblioteche di tutto il mondo.
È proprio a questo genere che appartiene il libro che vi consigliamo questa settimana, al di là del fatto che si tratta della trasposizione a fumetti di un bellissimo romanzo della Agnello Hornby. La costruzione delle tavole, la sceneggiatura e l’espressività dei personaggi disegnati da Massimo Fenati rendono questa graphic novel un’opera letteraria e grafica di grandissimo pregio.

Simonetta Agnello Hornby e Massimo Fenati presenteranno il loro libro domani mattina,
sabato 24, nella Hall del LAC alle 11:00. Modera l’incontro Natascha Fioretti.

La mennulara. Graphic Novel
di Simonetta Agnello Hornby
e Massimo Fenati
Feltrinelli, 2018
192 pagine

Tags
agnello
fumetti
massimo
fumetto
agnello hornby
simonetta agnello
hornby
simonetta
fenati
cultura
© Regiopress, All rights reserved