Ticino

Sono 31 le scuole e gli enti che hanno aderito allo sciopero

Stando alla Rete per la difesa delle pensioni (ErreDiPi) il 29 febbraio si asterranno dal lavoro molti istituti dell'intero cantone

(Ti-Press)
22 febbraio 2024
|

Sono al momento 31 le scuole e gli enti che hanno aderito allo sciopero dei dipendenti pubblici e parapubblici del 29 febbraio. Lo ha indicato in un comunicato la Rete per la difesa delle pensioni (ErreDiPi) che parteciperà alla manifestazione alle quale hanno anche aderito i sindacati Vpod e Ocst. Concretamente si asterranno dal lavoro il Servizio medico psicologico di Bellinzona, Locarno, Lugano e Mendrisio, così come vari reparti dell’Organizzazione Sociopsichiatrica Cantonale di Mendrisio e la Sezione della circolazione (sospensione del lavoro in officina, la mattina). Fra le scuole comunali nella lista vi sono quelle di Arbedo, Riviera, Capriasca, Canobbio, Coldrerio e Terre di Pedemonte, Intragna e Onsernone. Fra le Scuole medie quelle di Bellinzona 1 e 2, Breganzona, Canobbio, Caslano, Castione, Giubiasco, Losone, Morbio Inferiore, Pregassona, Viganello e Camignolo (che deciderà formalmente lunedì). Fra i licei cantonali quelli di Lugano 1, 2 e 3, così come di Bellinzona. Secondo ErreDiPi il Liceo di Mendrisio deciderà formalmente lunedì, mentre quello di Locarno dovrebbe farlo a breve. Inoltre, "in quasi tutte le sedi scolastiche non citate ci sono gruppi di colleghi e colleghe che sciopereranno". Anche "negli uffici qualcuno sciopererà, molti parteciperanno al corteo dalle 17 in stazione a Bellinzona".

Ricordiamo ErreDiPi ha mantenuto la propria adesione allo sciopero in particolare per protestare contro la mancata concessione del carovita: l'indennità una tantum di 400 franchi e i due giorni e mezzo di vacanza in più per gli impiegati come proposto dal Consiglio di Stato non sono reputate misure sufficienti. Inoltre, una altro motivo per battersi è dato dal fatto che nel Preventivo 2024 approvato dal parlamento è stata mantenuta la non sostituzione, nella misura del venti per cento, del personale partente.

Leggi anche:
Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE