ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
50 min

‘Dovete osare, la possibilità di fare bene è concreta’

Congresso del Centro, il presidente Dadò sprona candidati e candidate a scendere in campo. Ovvero, a fare campagna
Ticino
3 ore

‘Approfondiremo il tema, ma così su due piedi sono scettico’

Speziali dice la sua sulla congiunzione delle liste con l’Udc per le ‘federali’. Per il presidente Plr: ‘Differenze piuttosto evidenti tra i due partiti’
Bellinzonese
6 ore

‘Fin lì era filato tutto liscio, poi la bottigliata in testa’

Per il sindaco di Cadenazzo Marco Bertoli, il battibecco di Carnevale sarebbe nato da una sigaretta accesa all’interno del capannone
Bellinzonese
10 ore

Coriandoli ma non solo: a Cadenazzo volano pure pugni e calci

Prima serata di bagordi carnascialeschi segnata da una persona ferita al capannone. Il presidente: ‘Episodio fortunatamente isolato e circosrcritto’
Locarnese
15 ore

Brissago, il bando di pesca finisce imbrigliato nelle reti

Il Tribunale amministrativo concede l’effetto sospensivo al ricorso di un professionista che contesta l’ampliamento dell’area inizialmente concordata
Luganese
1 gior

‘Spetta agli organizzatori gestire i propri rifiuti’

Il Municipio risponde a un’interrogazione in cui si questionava sull’impatto ambientale delle manifestazioni pubbliche
Luganese
1 gior

Lac, bilancio condizionato dalla pandemia del Covid

L’ente culturale fa segnare un leggero utile d’esercizio, i conti in Consiglio comunale
Bellinzonese
1 gior

Bodio: riprendono i mercatini benefici dell’Associazione Alessia

A partire da mercoledì 1 febbraio nello stabile ex Monteforno
Ticino
1 gior

Città dei mestieri, ‘un punto centrale, ora bisogna irradiarsi’

Presentato il bilancio del terzo anno: in continua crescita gli utenti alla ricerca di informazioni su formazione professionale e mondo del lavoro
Mendrisiotto
1 gior

Truffe per almeno due milioni di franchi: venti mesi sospesi

Condannato alle Assise correzionali di Mendrisio un 67enne per fatti avvenuti tra il 2012 e il 2014. Danneggiate oltre 19 persone.
Bellinzonese
1 gior

Porte aperte alle Scuole Santa Maria di Bellinzona

Giovedì 9 febbraio possibilità di assistere alle lezioni e incontrare i docenti di scuole elementari e medie
01.12.2022 - 20:03
Aggiornamento: 22:16

‘È una risposta concreta ai bisogni degli anziani’

La commissione parlamentare Sanità e sicurezza sociale firma il rapporto di Lorenzo Jelmini favorevole alla Pianificazione integrata

e-una-risposta-concreta-ai-bisogni-degli-anziani
Il relatore Lorenzo Jelmini, deputato del Centro/Ppd (Ti-Press)

Ricevuto di recente il preavviso favorevole della commissione parlamentare della Gestione agli aspetti finanziari del dossier, la Sanitaria ha firmato stamane il rapporto del deputato del Centro/Ppd Lorenzo Jelmini che chiede al plenum del Gran Consiglio di dare luce verde anche ai contenuti di quel dossier. Di "approvare" quindi la Pianificazione integrata per gli anziani 2021-2030 proposta dal governo con il messaggio varato lo scorso dicembre. Scontata la soddisfazione del relatore della commissione granconsiliare Sanità e sicurezza sociale. «Finalmente questa importante Pianificazione potrà essere discussa dall’intero parlamento: una volta entrata in vigore, ci sarà una nuova impostazione della gestione del settore, incentrato in particolare sulle case per anziani e i servizi di cura a domicilio, a beneficio della popolazione anziana residente nel cantone – sottolinea Jelmini interpellato dalla ‘Regione’ –. Mi dispiace solo che per una questione di tempi il tema non possa passare nella seduta di Gran Consiglio che si apre il 12 dicembre. Il plenum si pronuncerà pertanto a gennaio. Poco male, anche perché la prossima sessione è già piuttosto carica, considerato che all’ordine del giorno figura pure il Preventivo 2023 del Cantone».

‘Progetto condotto in modo rigoroso’

Secondo la Sanitaria, il progetto di Pianificazione integrata è stato condotto "in modo rigoroso e completo" da parte del Consiglio di Stato. "Il giudizio favorevole – si legge ancora nel rapporto stilato da Jelmini – si fonda in particolare sullo spirito innovativo del progetto, sull’attenta elaborazione dei contenuti e l’ampio coinvolgimento dei partner sul territorio nell’ambito della pre-consultazione e della consultazione". La commissione Sanità e sicurezza sociale, inoltre, "saluta positivamente l’introduzione di nuovi elementi qualitativi" e invita il governo a proseguire con "il monitoraggio del settore nel rispetto delle tempistiche indicate all’elenco delle priorità". Afferma poi di condividere "l’indicazione di una maggior promozione e creazione di reti integrate regionali", ricordando nel contempo "la necessità di garantire anche prestazioni specialistiche offerte con criteri uniformi su tutto il territorio cantonale".

‘La sfida demografica’

La commissione parlamentare ritiene insomma che la prospettata Pianificazione "rappresenti una risposta concreta che mette al centro i bisogni degli anziani e delle loro famiglie e, più in generale, la persona con i suoi valori". Valori che si fondano "sulla libertà di scelta e l’autodeterminazione, che si vuole garantire attraverso il consolidamento della presa in carico domiciliare, del principio d’inclusione, del rafforzamento della qualità delle prestazioni e di una migliore accessibilità ai servizi con la promozione di reti di cura integrate". Non solo. "La sfida demografica, i cambiamenti della società e più in generale i bisogni emergenti di questo settore richiederanno un nuovo approccio in termini di monitoraggio e intervento, ai quali la Pianificazione integrata propone di rispondere attraverso aggiornamenti regolari, così da poter adeguare tempestivamente l’offerta ai nuovi bisogni", evidenzia la Sanitaria, dicendosi "consapevole dell’impatto finanziario di questo delicato settore, come pure del fatto che lo stesso sia strettamente correlato all’evoluzione dei bisogni e soprattutto all’invecchiamento della popolazione". La Pianificazione, riprende Jelmini, «si prefigge una migliore e più efficiente presa a carico degli anziani, potenziando fra l’altro le cure a domicilio per permettere loro di stare a casa propria il più a lungo possibile. Con anche l’obiettivo di contenere l’incremento dei costi del settore, dovuto soprattutto al forte invecchiamento della popolazione in Ticino».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved