08.09.2022 - 14:03
Aggiornamento: 14:38

Nasce l’Ufficio delle scienze forensi

Garantirà per il tramite dei medici legali che qui operano le prestazioni di medicina fino a oggi assicurate su mandato

nasce-l-ufficio-delle-scienze-forensi
Ti-Press
La raccolta di prove

A partire dal primo di ottobre sarà operativo l’Ufficio delle scienze forensi quale organo indipendente e autonomo dell’Amministrazione cantonale. L’ufficio, con sede a Bellinzona, nell’ex Archivio cantonale, e diretto da Rosa Maria Martinez (che vanta una solida esperienza in qualità di medico legale maturata all’Istituto di medicina legale dell’Università di Zurigo), garantirà per il tramite dei medici legali che qui operano le prestazioni di medicina forense fino a oggi assicurate su mandato, in particolare in favore del Ministero pubblico. Una misura decisa dal governo allo scopo di consolidare una struttura riconosciuta nell’ambito della medicina forense a beneficio della giustizia, senza comportare nuovi oneri finanziari a carico dello Stato.

In conferenza stampa, il consigliere di Stato e direttore del Dipartimento delle istituzioni Norman Gobbi, il procuratore generale del Ministero pubblico Andrea Pagani e la direttrice della Divisione della giustizia Frida Andreotti ne hanno presentato i contenuti. Esso costituisce un rafforzamento, visto che le conoscenze medico legali supportano la magistratura nel fornire risposte oggettive per accertare i fatti, raccogliere elementi probatori e verificare l’attendibilità della situazione dal punto di vista medico. L’ufficio si avvarrà della collaborazione di medici legali nelle persone di Luisa Andrello, che da anni collabora con le Autorità di perseguimento penale cantonali, e di Matteo Moretti, che ha avviato la propria collaborazione all’inizio del 2022. Tra le prestazioni garantite figurano a titolo principale la reperibilità continua 24 ore su 24, 365 giorni all’anno, per gli interventi diretti e i consulti di medicina forense, in particolare quelli di natura urgente (sopralluoghi sul luogo di ritrovamento di cadaveri o di reati contro la vita o l’integrità della persona) e di natura programmata (autopsie ecc.). Un’attività in marcato aumento, visto che il numero di autopsie è passato dalle 46 effettuate nel 2015 alle 110 svolte nel 2021.

La creazione del nuovo ufficio costituisce inoltre un primo tassello nella riorganizzazione del settore della medicina legale, per il quale è in corso un progetto che vorrebbe concretizzare un Istituto di medicina legale del Canton Ticino, nel merito del quale il Consiglio di Stato ha incaricato il Dipartimento delle istituzioni di proseguire con i relativi approfondimenti a livello universitario.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved