ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
19 ore

Ferite di media gravità per centauro finito fuori strada

L’incidente è avvenuto sul mezzogiorno di sabato lungo la strada cantonale che da Carabietta conduce ad Agnuzzo
Bellinzonese
20 ore

Scontro fra due auto a Cadenazzo: un ferito

Il tratto di via Ala Campagna è stato chiuso per oltre un’ora per consentire le operazioni di soccorso e il recupero dei veicoli accidentati
Video
Ticino
1 gior

La Chiesa si mette in attesa ‘un po’ particolare’ del Natale

Messaggio alla Diocesi ticinese del vescovo Alain de Raemy in occasione domenica dell’inizio del cammino d’Avvento
Luganese
1 gior

A2, PoLuMe anche da Gentilino alla Vedeggio-Cassarate

L’Ustra conferma: in autostrada si potrà usare la terza corsia d’emergenza come ‘dinamica’ in caso di necessità fino a Lugano nord
Ticino
1 gior

Cantonali ’23, Andrea Giudici torna in pista. E lo fa con l’Udc

Deputato liberale radicale dal 2003 al 2019, l‘avvocato locarnese proverà a tornare in Gran Consiglio: ’I democentristi rappresentano meglio le mie idee’
VIDEO
Locarnese
1 gior

‘Non si può ammazzare una donna per un ciuffo di capelli’

Tre 18enni che frequentano il Liceo Papio hanno deciso di compiere un gesto simbolico a sostegno delle donne iraniane che lottano per i propri diritti
Bellinzonese
1 gior

‘Hanno dato il massimo ma sono stati travolti da una tempesta’

La difesa dei vertici della casa anziani di Sementina chiede l’assoluzione contestando anche le direttive di Merlani. Morisoli: ‘Fatto il possibile’
Ticino
1 gior

Targhe, il governo rilancia con 2 proposte. Dal Centro nuovo No

Il Consiglio di Stato tende la mano con delle alternative di calcolo. Gli iniziativisti non ci stanno, la sinistra sì. Ognuno per la sua strada, ancora
31.07.2022 - 15:32
Aggiornamento: 01.08.2022 - 18:24

Gobbi: ‘Indebolire la neutralità è indebolire la Svizzera’

Il Consigliere di Stato nel discorso per il 1°Agosto ad Airolo ha criticato la politica di Berna sulle sanzioni contro la Russia

gobbi-indebolire-la-neutralita-e-indebolire-la-svizzera
Ti-Press

"Personalmente ritengo che i passi importanti compiuti dal nostro Consiglio federale in questo specifico quadro internazionale siano stati affrettati e pericolosamente in contrasto con il concetto elvetico di neutralità". Così si è espresso oggi il Consigliere di Stato Norman Gobbi nel suo discorso per i festeggiamenti del 1° Agosto tenuto ad Airolo questa mattina.

Gobbi ha inizialmente elogiato il Comune leventinese, a cui "il coraggio ma anche i sacrifici non sono mancati", facendo riferimento al progetto del raddoppio della galleria autostradale del San Gottardo e alla conseguente riqualifica territoriale come esempio di successo: "scegliere di vivere (come ha fatto il sottoscritto con la sua famiglia), di lavorare (come tanti di voi) e di promuovere ricerca e cultura (come ha fatto l’USI) qui ad Airolo significa poter guardare al resto della nostra nazione da una posizione di assoluta centralità" ha dichiarato il Consigliere di Stato.

Il quale, come detto, ha poi fatto riferimento all’invasione russa dell’Ucraina affrontando il tema della neutralità, definendola "uno dei nostri valori-guida", e lanciando l’affondo a Berna: "la ripresa, da parte della Svizzera, delle sanzioni dell’Unione europea nei confronti della Russia, a causa dell’aggressione militare ai danni dell’Ucraina, possono rappresentare un evidente metodo di guerra". Per Gobbi, se da una parte è giusto condannare l’aggressione e l’aggressore, dall’altra "si tratta però di riuscire a mantenere una libertà assoluta di fronte a un conflitto". E sul tema delle sanzioni contro la Russia, constatando che esse non hanno prodotto all’interno del Paese "uno sconquasso", il Consigliere di Stato si interroga: "siamo proprio sicuri che questa sia la via da seguire per ricondurre alla ragione l’aggressore o che sia l’unica via da seguire? Permettetemi di avanzare più di un dubbio".

Norman Gobbi, sottolineando l’importanza di riflette sulla neutralità svizzera "non in maniera astratta – come spesso viene fatto durante questi discorsi celebrativi – ma in modo pertinente", si dice poi favorevole all’iniziativa popolare Udc che vuole iscrivere il principio della neutralità integrale nella Costituzione federale, che "permetterebbe agli svizzeri di discutere e di esprimersi su una materia – come dimostrano i fatti – non astratta, ma sostanziale".
Svizzeri che, secondo il direttore del Dipartimento delle Istituzioni, "sono decisamente favorevoli alla neutralità e che giudicano negativamente quanto deciso nel campo delle sanzioni contro la Russia dal Consiglio federale". Una neutralità che, per Gobbi, "rafforza la posizione della Svizzera nel contesto internazionale. La rende, come la storia ci dimostra, unica e rispettata". "Indebolire questo valore", ha sottolineato, "significa indebolire la Svizzera su tutti i piani, anche su quello economico". Concludendo poi con un auspicio: "Difendere e mantenere le nostre unicità".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved