maltempo-passato-il-primo-fronte-ma-l-allerta-non-finisce
Rescue Media
Mattinata imbiancata...
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
33 min

Nara, torna la gita enogastronomica ‘Ul gir di alp’

È ancora possibile iscriversi per la passeggiata di undici chilometri con sette tappe che si terrà domenica 14 agosto
Locarnese
1 ora

‘Castello incantato’, dalle rive lacustri alla montagna

La rassegna dedicata al teatro di burattini e marionette farà tappa nel Gambarogno e a Cardada nei prossimi giorni
Locarnese
1 ora

Moghegno, lunedì la festa patronale

Oltre alla funzione religiosa, vi sarà un pranzo in comune all’ombra dei faggi; nel pomeriggio lotteria e musica
Bellinzonese
1 ora

‘Più zone naturali per combattere le isole di calore’

È la richiesta dei Verdi in un’interpellanza rivolta al Municipio di Bellinzona, che riprende a sua volta una proposta della Lista civica di Mendrisio
Mendrisiotto
2 ore

Mendrisio, quell’edificio merita di essere tutelato

Interrogazione chiede lumi al Municipio sul lavoro della commissione preposta ad allestire la lista dei beni culturali di interesse locale
Bellinzonese
3 ore

Il cinema di Pieraccioni sotto le stelle di Dalpe

Giovedì 11 agosto alle 21.15 nei prati allo skilift Bedrina verrà proiettato il nuovo film del regista italiano. Entrata libera
Mendrisiotto
4 ore

Chiasso, torna in settembre Penz...iamo

Alla tradizionale corsa podistica di 10 chilometri, si aggiunge un percorso di due miglia per chi vuole divertirsi senza l’assillo della competizione
Locarnese
4 ore

Abusi edilizi, Municipio di Losone bacchettato dagli Enti locali

Vanno contro le disposizioni pianificatorie cantonali alcune licenze legate alla sopraelevazione d’immobili rilasciate. Parte l’interrogazione
Bellinzonese
5 ore

Alla scoperta della villa di Mèdra tra natura e cultura

L’omonima associazione domenica 21 agosto organizza una visita guidata per conoscere la storia e gli aspetti naturalistici del territorio
Bellinzonese
5 ore

Carì, serata jazz a 2’000 metri

Sabato 13 agosto a partire dalle 17 il clarinettista Marco Santilli si esibirà in un trio ad hoc sulla terrazza dell’osteria Belvedere
Luganese
6 ore

Approvvigionamento energetico, Ail stoccano gas in Italia

Il Ticino è dipendente dalla disponibilità del Paese limitrofo, unica rete alla quale è collegato, a continuare a lasciar transitare gas verso la Svizzera
Locarnese
7 ore

Gordola, il percorso alternativo per le bici non si trova

Il Municipio risponde all’interpellanza che chiedeva un tracciato più sicuro in collina, in direzione diga della Verzasca. Proposta che non convince
28.06.2022 - 11:57
Aggiornamento: 15:36

‘Maltempo, passato il primo fronte. Ma l’allerta non finisce’

Nel pomeriggio previste nuove precipitazioni, anche abbondanti. E tra giovedì e venerdì in arrivo un’altra grossa perturbazione

È un martedì mattino, vigilia di festa dei Santi Pietro e Paolo, particolarmente bagnato quello che ha caratterizzato un po’ tutto il cantone. Con tanto di forte grandinata in alcune regioni del Locarnese, del Bellinzonese e della Mesolcina.

Un fronte di maltempo peraltro preannunciato e previsto da MeteoSvizzera, che proprio in previsione di questo fenomeno negli scorsi giorni aveva diramato un’allerta meteo.

Disagi e allagamenti si sono puntualmente verificati un po’ in tutto il cantone, con cadute di alberi e allagamenti (in particolare di sottopassaggi) che hanno costretto alla chiusura di più tratti stradali, creando non pochi disagi a una circolazione già rallentata proprio a causa delle abbondanti precipitazioni.

Che, avvertono ancora da Locarno Monti, non sono tuttavia finite, sebbene dopo la burrasca si è entrati in una sorta di fase di tregua...

«La preallerta per forti temporali resta infatti ancora in vigore, e lo resterà fino alle 20 di questa sera – sottolinea Lorenzo Di Marco –. Questo primo passaggio di una cellula abbastanza potente che ha interessato praticamente quasi l’intero cantone e il Moesano ora ce la siamo lasciato alle spalle, ma dietro, dalla Pianura Padana, continua l’afflusso di aria instabile da sud-ovest. Non a caso si delinea già l’arrivo di un’ulteriore linea temporalesca, ragion per cui non è escluso (e anzi anche probabile) che anche nel corso del pomeriggio si possano verificare altri fenomeni di una certa intensità».

Per certa intensità è da intendere della portata delle precipitazioni (con grandine) di stamane? «Ora come ora è difficile da dire. A livello di previsione si può ipotizzare che il pericolo maggiore dell’evento che ci attendiamo nel pomeriggio possa derivare dall’accumulo di precipitazioni anziché dalla grandine, visto che quest’ultima era legata alla cellula molto importante che ora è appunto passata».

E sui quantitativi di acqua caduti dal cielo stamattina, cosa si può dire? «Essendo l’evento ancora parzialmente in corso, possiamo fare solo una stima di massima, ma stiamo comunque parlando di un quantitativo di precipitazioni di tutto rispetto».

Sufficienti per placare la ‘sete’ di laghi, fiumi e, in generale, dell‘agricolutura dovuta al perdurare della siccità di quest’inverno e di buona parte della primavera? «Le precipitazioni cadute nel corso della mattinata sono sì state importanti, ma sono di quelle classiche da ‘sbarramento’, capaci di procurare dai 100-150 millimetri di acqua su un territorio esteso. Più che altro si è trattato di picchi, anche fino ai 100 millimetri, ma di carattere locale. In parole povere, eventi di questa portata aiutano la vegetazione a sopravvivere piuttosto che a compensare il deficit idrico accumulato negli scorsi mesi. L’acqua, per dirla in altri termini, ci serve, ma non in questo modo, e non così, tutta assieme... Anche perché poi ci sono i fenomeni indesiderati, come la grandine, o gli ’effetti collaterali’, quali gli smottamenti».

E per i prossimi giorni, cosa ci si deve attendere? «Domani prevediamo una temporanea ristabilizzazione della meteo: una giornata probabilmente abbastanza soleggiata, con solo una tendenza a rovesci temporali pomeridiani sulle Alpi».

Da giovedì il barometro tornerà a segnare brutto tempo: «Tra giovedì e venerdì sulla nostra regione dovrebbe transitare un’altra perturbazione. che potrebbe anche essere analoga a quella che ha interessato Ticino e Mesolcina nella mattinata odierna. La tempistica e la distribuzione spaziale delle precipitazioni è ancora da definire con chiarezza, ma per ordine di grandezza potrebbe anche essere simile all’evento di oggi».

Meglio dovrebbe andare nel weekend: «Premesso che il quadro può ancora evolvere, ma al momento attuale per il weekend le previsioni parlano di tempo ben soleggiato e temperature in aumento, con le massime che dovrebbero oltrepassare i 30 gradi. E dunque tornerà d’attualità anche il discorso delle ondate di caldo».

Ma per il momento e prima di allora, dunque, dal cielo dovrebbe cadere ancora diversa acqua...

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
grandine maltempo meteosvizzera
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved