ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
1 ora

Asta di beneficenza per i bambini del Kenya

Martedì 7 febbraio, dalle 14.30 alle 16.30, all’interno del centro diurno ‘Alcentrodì’ di Ascona, a favore dell’associazione ‘The Dreamers Association’
Locarnese
1 ora

Semine e novellame, così il Dipartimento ne orienta la rotta

All’Assemblea della Società di pesca Onsernone-Melezza Christophe Molina ha illustrato gli indirizzi del Dipartimento in materia di gestione ittica
Luganese
1 ora

‘Il Centro’ di Agno accoglie una nuova presidenza

Thierry Cerclé avrà al suo fianco la vice Graziella Lamprecht, in rappresentanza anche della sezione ‘Giovani del Centro’
Locarnese
1 ora

Aperitivo a Locarno con i candidati Udc

Appuntamento rivolto ad amici e simpatizzanti e organizzato dalla sezione regionale
Bellinzonese
1 ora

La Città di Bellinzona cerca apprendisti

In scadenza nei prossimi giorni i concorsi d’assunzione in otto professioni
Locarnese
1 ora

Carnevale muraltese, annullato lo spettacolo del Duo Rossi

Cancellato l’evento di venerdì 10 febbraio che avrebbe anticipato i festeggiamenti del sabato, che prevedono dalle 12 l’arrivo dei regnanti e la risottata
Bellinzonese
2 ore

Personico, Giornico e Bodio si ‘aggregano’ nei 18enni

Una cerimonia unica per i tre Comuni della bassa Leventina
Bellinzonese
2 ore

Premiate le migliori vetrine natalizie di Bellinzona

Quasi 1’900 persone hanno espresso la loro preferenza online
Luganese
2 ore

Comano ecco i numeri estratti della lotteria

Alla festa patronale di domenica sono usciti: 16586; 16821; 16705; 16290; 13693 e 16237. Se avete questi numeri fatevi avanti allo 091 941 48 58
16.06.2022 - 16:48

Preconsuntivo 2022, previsti trenta milioni in meno di deficit

L’aggiornamento al 30 aprile dei conti cantonali vede un rosso di 105,3 milioni rispetto ai 134,9 preventivati. Il governo: ‘Dati da prendere con cautela’

preconsuntivo-2022-previsti-trenta-milioni-in-meno-di-deficit
Ti-Press
Il disavanzo resta alto

È un deficit di oltre cento milioni di franchi quello annunciato dal Consiglio di Stato con il preconsuntivo 2022 aggiornato al 30 aprile, per la precisione -105,3 milioni. Sebbene si navighi ancora in una situazione preoccupante, si tratta comunque di una trentina di milioni ‘guadagnati’ rispetto al preventivo fissato a -134,9 milioni.

Una situazione cambiata (e migliorata) perché se da un lato le maggiori spese sono di 37,2 milioni di franchi, i maggiori ricavi ammontano a complessivi 66,8 milioni di franchi.

L’impatto dell’accoglienza dei profughi

Per quanto concerne le maggiori spese rispetto a quanto preventivato, si legge nella nota governativa, "le stesse sono influenzate in modo importante dal conflitto in Ucraina e dal conseguente afflusso di persone con statuto S in Svizzera e quindi in Ticino. Allo stato attuale si prevede l’erogazione di 12,7 milioni di franchi di prestazioni sociali per persone con statuto S (9,5 milioni dei quali coperti dalla Confederazione) e una spesa di 4,6 milioni di franchi per la gestione dei centri per l’emergenza Ucraina (interamente rimborsati dalla Confederazione). Anche la crisi sanitaria, seppur in misura minore degli scorsi due anni, comporterà maggiori spese rispetto a quanto previsto, in particolare 10 milioni di contributi per i casi di rigore (8 dei quali coperti da rimborsi della Confederazione) e 2,1 milioni di franchi di spese legate all’organizzazione dell’emergenza sanitaria".

Si segnalano poi "aumenti di 4 milioni di franchi della spesa del personale (dovuti principalmente all’assunzione di personale per la gestione dei richiedenti l’asilo ucraini, dell’emergenza sanitaria e dei casi di rigore), di 4 milioni per le prestazioni complementari, di 3 milioni di spese per l’energia e di 2,1 milioni di spese per interventi di corpi pompieri nei boschi. A controbilanciare parzialmente questi aumenti intervengono il mancato utilizzo per 3,4 milioni dei contributi previsti per lo scudo fiere, minori spese per 2 milioni per la partecipazione al premio assicurazione malattia e minori spese per interessi per 2 milioni di franchi".

Aumentano i contributi della Bns e i gettiti

Sul fronte dei ricavi "la Banca nazionale svizzera, considerati gli ottimi risultati conseguiti nel 2021, ha distribuito a Confederazione e Cantoni 6 miliardi di franchi. Per il Canton Ticino l’importo incassato è quindi risultato di 162,6 milioni di franchi, ossia 25,6 milioni in più rispetto al preventivo. Aumentano pure le imposte, sia in relazione all’aumento dei gettiti fiscali previsti (27,2 milioni di franchi) sia in relazione alla mancata entrata in vigore nel 2022 della riforma dell’imposta di circolazione, che avrebbe comportato un minor ricavo di 8,8 milioni di franchi".

Ciò detto, il governo ribadisce che "i dati presentati con questo preconsuntivo sono da considerare con cautela, non solo perché provvisori, ma anche in relazione alle incertezze e alla volatilità del momento. Rileviamo in particolare che gli impatti del conflitto attuale sull’economia mondiale e di riflesso su quella nazionale e cantonale potranno delinearsi meglio soltanto nel corso dell’anno. Ciò potrebbe quindi avere delle ripercussioni sulle previsioni economiche sulla base delle quali vengono valutati i ricavi fiscali".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved