ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
9 min

Airolo ha omaggiato i suoi 18enni

Il ricevimento ufficiale organizzato dal Municipio si è tenuto sabato 26 all’Infocentro A2 Gottardo Sud
Bellinzonese
16 min

‘Raccontami una storia in ucraino’ a Bellinzona

L’attività promossa dalla biblioteca interculturale BiblioBaobab si terrà mercoledì 30 novembre dalle 10 alle 11 nella sua sede
Mendrisiotto
17 min

Castel San Pietro, torna scintillante il mercatino di Natale

La manifestazione si terrà sul sagrato della chiesa dalle 14.30 in avanti, con 40 bancarelle e diverse occasioni di divertimento
Mendrisiotto
24 min

Breggia festeggia i suoi diciottenni

Il sindaco Gaffuri ha augurato ai giovani del comune un degno accesso alla maggiore età
Mendrisiotto
26 min

Luca Baluta vince il torneo scacchistico di Stabio

Il giovane momò Noah Pellegrini è arrivato secondo, sul podio anche Christian De Lucia
Mendrisiotto
34 min

Pompieri e beneficenza, torna la raccolta fondi per Telethon

L’appuntamento è per sabato 3 dicembre dalle 8 alle 17 sia in piazzale del Municipio di Mendrisio sia al Centro di pronto intervento
Ticino
39 min

Non cambia l’età limite per restare in Magistratura: 70 anni

La commissione parlamentare ‘Giustizia e diritti’ silura la proposta di Filippini di scendere a 68. La democentrista ritira l’iniziativa
Ticino
45 min

Docenti, ne mancano di tedesco e matematica

Presentata l’offerta formativa per l’anno 2023/24. Bertoli: ‘In Ticino la copertura è comunque sufficiente, non come in altre regioni della Svizzera’
Bellinzonese
1 ora

Gudo, festa di San Nicolao con Acli

Appuntamento per domenica 4 dicembre dalle 11.30 al campo sportivo
laR
 
15.06.2022 - 16:11
Aggiornamento: 16.06.2022 - 16:16

Salario minimo, il governo: ‘Nella legge anche per i distaccati’

Il Consiglio di Stato, dopo il no alla mozione Abate a Berna, sfrutta il margine cantonale. Vitta: ‘Ora il principio è più solido‘. Durisch: ’Soddisfatto’

salario-minimo-il-governo-nella-legge-anche-per-i-distaccati
Ti-Press
Prima era solo nel Regolamento. Parola finale al Gran Consiglio

Detto, fatto. Bocciata ieri dal Consiglio degli Stati, e definitivamente, la mozione dell’ex ‘senatore’ Fabio Abate che chiedeva come i datori di lavoro esteri fossero tenuti a rispettare i salari minimi cantonali per i distaccati in Svizzera, il governo ticinese imprime un cambio di passo. Annunciato ieri a ‘laRegione’ dal direttore del Dipartimento finanze ed economia Christian Vitta, oggi il Consiglio di Stato ha licenziato un messaggio con il quale - in risposta a un’iniziativa parlamentare elaborata di Ivo Durisch (Ps) - propone al Gran Consiglio una modifica non da poco.

"A scanso di ogni equivoco", si legge nel rapporto governativo, la proposta è quella di concretizzare nella Legge sul salario minimo quanto già definito nel Regolamento, ovvero "modificare l’articolo 2 capoverso 1 della Legge per estendere il campo d’applicazione a tutte le persone che lavorano sul territorio cantonale".

Vitta: ‘Abbiamo fatto tutto quello che potevamo’

Una modifica, rileva a ‘laRegione’ il direttore del Dfe Christian Vitta, «che ha lo scopo di dare un po’ più di solidità a questo principio. Chiaramente avremmo preferito fosse adottato a livello federale perché avrebbe dato ancora più forza e uniformità di applicazione in Svizzera, ma con questa nostra decisione che accoglie la richiesta di Durisch si avrà la possibilità di sottoporre alla legge tutti i rapporti di lavoro, interinali compresi». Insomma, prosegue Vitta, «sicuramente abbiamo fatto quello che era nelle nostre possibilità sfruttando il margine che avevamo a livello cantonale. Sperando che regga».

Durisch: ‘Bene, ma ora pensiamo all’inflazione’

Soddisfatto è anche il capogruppo socialista Ivo Durisch che da noi raggiunto commenta che «benché penso e spero che la presa di coscienza sia precedente alla bocciatura agli Stati di ieri di questa mozione» adesso «c’è un atto chiaro e formale che tutela il salario minimo e tutti i lavoratori, perché questa del mancato assoggettamento a norma di legge dei distaccati era una maglia troppo larga per il tessuto economico del nostro Cantone».

È soddisfatto ma rilancia, Durisch. Perché «per noi il problema resta sempre il montante di questo salario minimo, che è insufficiente, e vogliamo aumentarlo a 21,50 franchi orari per tutti con la nostra iniziativa popolare». Ma nel frattempo, l’auspicio del capogruppo del Ps è che «siccome avremo il 3% di inflazione, che andrà a erodere quanto siamo riusciti a ottenere in più di salario minimo rispetto alla proposta governativa, mi aspetto una chiara posizione dal governo stesso applicando questo rincaro ai salari: su un montante di 20 franchi orari si andranno a perdere 70 centesimi di inflazione».

Leggi anche:

Gli Stati affossano il salario minimo ai lavoratori distaccati

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved