07.06.2022 - 16:01
Aggiornamento: 18:17

È ancora lotta al coleottero giapponese

Molto piccolo, simile al maggiolino degli orti, ma può provocare danni ingenti ad agricoltura e vegetazione. Partita la campagna di sensibilizzazione

e-ancora-lotta-al-coleottero-giapponese
Dfe

È di forma ovale, più piccolo di una moneta da 5 centesimi, il capo e la parte superiore del torace sono di un bel color verde o rosa metallico, le parti che coprono le ali sono color rame... e può portare danni ingenti ad agricoltura e vegetazione. Stiamo parlando del coleottero giapponese, che si è affacciato in Svizzera per la prima volta nel 2017 nel Sud del Ticino e continua a preoccupare visto il pericolo che comporta.

Per questo motivo, il Dipartimento finanze ed economia ha lanciato una campagna di sensibilizzazione per la popolazione con la quale invita a seguire le indicazioni del Servizio fitosanitario. Simile al maggiolino degli orti, "da cui si distingue grazie ai cinque ciuffi di peli bianchi presenti ai lati dell’addome e due sull’ultimo segmento addominale. In caso di ritrovamenti di larve o adulti sospetti è quindi "indispensabile" contattare il Servizio fitosanitario (091 814 35 85 o coleottero.giapponese@ti.ch) e "conservare in un barattolo chiuso gli individui per permetterne l’identificazione e valutare la miglior strategia d’intervento".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved