ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
4 ore

A Tesserete si celebra l’antropologo Bruno Manser

L’8 dicembre avrà luogo l’annuale riunione delle associazioni a tutela del territorio, con la partecipazione della Bruno Manser Fonds
Luganese
5 ore

Lugano, uno spettacolo per le persone con disabilità

Sabato 3 dicembre, per la Giornata internazionale delle persone con disabilità, si terrà al Lac un’azione performativa
Luganese
5 ore

Tesserete, posticipato il mercatino natalizio

L’evento si sarebbe dovuto tenere domenica 4 dicembre, ma è stato spostato all’11 dicembre a causa del meteo
Luganese
5 ore

Lugano, il Grand Tour of Switzerland al Parco San Michele

Lugano Region, in collaborazione con Svizzera Turismo, ha installato una postazione fotografica nel celebre punto panoramico
Mendrisiotto
5 ore

Evasione fiscale in un locale a luci rosse di Chiasso

Le prime indicazioni parlano di diversi milioni di franchi non dichiarati. Sequestrato materiale informatico.
Ticino
5 ore

‘In Gendarmeria mancano effettivi’

Gli agenti affiliati all’Ocst chiedono le necessarie risorse affinché la Cantonale possa operare in modo adeguato. Il sindacato ha ora due copresidenti
Locarnese
6 ore

Locarno, arrestata la vittima del pestaggio in Rotonda

Il 26enne dello Sri Lanka è stato trasferito in Ticino su ordine della Procura. Per lui, che nega ogni addebito, si ipotizza l’accusa di tentato omicidio
GALLERY
Mendrisiotto
6 ore

Mendrisio incontra i suoi 18enni al cinema

La cerimonia si è tenuta al multisala, dove i festeggiati hanno incontrato il Municipio e assistito alla proiezione del film ‘Domani’
25.03.2022 - 17:12
Aggiornamento: 18:09

‘Serve una Commissione d’inchiesta sulla pandemia’

La chiedono una trentina di associazioni corona-scettiche a livello nazionale, tra cui gli Amici della Costituzione

di Generoso Chiaradonna
serve-una-commissione-d-inchiesta-sulla-pandemia
Archivio Ti-Press
Un momento di una manifestazione di piazza degli scorsi mesi

Una commissione extraparlamentare d’inchiesta indipendente per appurare quanto di errato è stato fatto dalle autorità pubbliche, in particolare dal Consiglio federale e dai componenti della task force Covid, a proposito della gestione della pandemia. «Vogliamo capire se il santo sia valso la candela, come si dice in dialetto», ha affermato Isa De Luca della sezione ticinese dell’associazione Amici della Costituzione durante una conferenza stampa convocata questa mattina a Castione in un centro fitness. Alla richiesta si sono unite una trentina di associazioni corona-scettiche. Non si capisce chi dovrebbe istituire tale commissione visto che il processo democratico – in Svizzera – è stato rispettato. Per due volte le decisioni del Consiglio federale sono state approvate dal Parlamento e contestate davanti al popolo che poi le ha avallate. La legge Covid è stata infatti accettata a larga maggioranza l’ultima volta il 28 di novembre dello scorso anno. «Un appoggio viziato dalla paura instillata nelle persone», ha affermato da parte sua Jürg Heim, sempre degli Amici della costituzione. Secondo Heim non sarebbero stati indagati, né dalla stampa né da autorità pubbliche, i conflitti d’interesse che i membri della task force scientifica avrebbero avuto. Un’affermazione non confutabile dai fatti, comunque.

La richiesta di una Commissione indipendente d’inchiesta è stata formalizzata negli scorsi giorni attraverso una lettera aperta inviata a tutti gli eletti nei vari livelli istituzionali federali e cantonali. «Dopo due anni in modalità pandemica, è urgente fare una pausa e analizzare a fondo ciò che è stato», ha ricordato ancora Isa De Luca. «Nella più grande crisi globale del dopoguerra, molte persone sono state scosse e gli sconvolgimenti sociali sono profondi. Inoltre, molti indizi ci fanno capire che si starebbe ancora lavorando intensamente su misure che finora non hanno prodotto alcun beneficio dimostrabile e che violano la Costituzione e i diritti umani», si legge nella lettera aperta. La contrarietà dei corona-scettici è nei confronti dei test Pcr, ritenuti fallaci, dell’obbligo della mascherina nei luoghi chiusi e del vaccino. La mascherina – secondo i contrari – farebbe più danno che altro mentre il vaccino sarebbe pericoloso e ancora in fase di test: «Solo in Europa ci sono stati 41mila morti a causa delle reazioni avverse al vaccino», ha affermato Isa De Luca. Un dato – precisiamo noi – non suffragato né delle autorità sanitarie nazionali e internazionali, né da studi scientifici accreditati. «Ed è per questa ragione che c’è bisogno di una Commissione indipendente», ha affermato da parte sua Maria Invernizzi, altra aderente all’associazione Amici della Costituzione.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved