ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
3 ore

A Riazzino si discute della ‘metafisica dopo Kant’

Orizzonti filosofici propone una conferenza con Massimo Marassi, professore di Filosofia teoretica dell’Università Cattolica di Milano
Ticino
3 ore

Alleanza Lega-Udc: Zali attacca, Marchesi imperturbabile

Alla festa elettorale leghista volano parole roventi. Ma il presidente democentrista replica: ‘Non intendo alimentare sterili polemiche’
Mendrisiotto
4 ore

Il Nebiopoli 2023? ‘Un Carnevale da grandi numeri’

Il presidente Alessandro Gazzani tira le somme di quest‘ultima edizione chiassese. ’Il villaggio è diventato troppo stretto’
Locarnese
6 ore

Per la Stranociada un successo… incontenibile

Organizzatori soddisfatti per le 10mila persone sulle due serate, ma qualcuno lamenta ‘caos organizzativo’ alla risottata della domenica
Ticino
8 ore

Interpellanza sul caso del pianista ucraino sostituito

Ay e Ferrari (Pc) chiedono fra l’altro al governo se ‘simili misure dal sapore censorio non giovino alla credibilità della politica culturale del Cantone’
Locarnese
9 ore

Plr e Verdi Liberali di Gordola: ‘Moltiplicatore fisso all’84%’

Il gruppo in Cc si esprime in vista della seduta di martedì sostenendo il rapporto di maggioranza. Municipio e minoranza propongono un aumento
Bellinzonese
9 ore

Valle di Blenio, ultime settimane per distillare a Motto

Il Consorzio Alambicco comunica che l’attività terminerà il 28 febbraio
Bellinzonese
11 ore

Gara dei parlamentari: vincono Buri e Ghisla

Il tradizionale slalom dei granconsiglieri si è svolto ieri a Campo Blenio
Mendrisiotto
12 ore

Castel San Pietro celebra i 100 anni di Elena Solcà

Per sottolineare l’importante traguardo familiari e comunità della casa anziani don Guanella si sono stretti attorno alla festeggiata
Luganese
13 ore

Consegnato alla Fondazione Vanoni l’incasso della riffa

L’iniziativa benefica delle sezioni Plr Centro+Loreto e Molino Nuovo ha permesso di sostenere il progetto ‘Appartamento protetto’ con 900 franchi
Luganese
14 ore

Una serata per parlare di inclusione scolastica

L’appuntamento è per martedì 14 febbraio al cinema Lux di Massagno. Verrà inoltre proiettato il film ‘Tutto il mio folle amore’
Locarnese
16 ore

Grave incidente ad Avegno, un motociclista rischia la vita

Un 56enne del Locarnese ha perso il controllo del mezzo andando a sbattere contro lo spartitraffico riportando gravi ferite
26.01.2022 - 17:07
Aggiornamento: 17:33

A2-A13: il governo è soddisfatto per le scelte di Berna

Il Consiglio di Stato si rallegra per le decisione del Consiglio federale d’includere i progetti A2-A13 e PoLuMe nel Programma di sviluppo delle strade

a2-a13-il-governo-e-soddisfatto-per-le-scelte-di-berna
Il rendering del progetto A2-A13

Il Consiglio di Stato ticinese è soddisfatto per la decisione del Consiglio federale d’includere i progetti A2-A13 e PoLuMe nel Programma di sviluppo strategico delle strade nazionali (Prostra). “Il collegamento veloce A2-A13 risolve le notevoli criticità già oggi presenti sugli assi stradali esistenti, sgravando dal traffico di transito regionale le località fortemente congestionate su ambo i versanti della valle e creando i presupposti per l’auspicata valorizzazione delle aree insediative interessate”, si legge nel comunicato diffuso dal governo. “Esiste un coordinamento con lo sviluppo territoriale previsto lungo queste vie di comunicazione. La compatibilità ambientale sarà accertata nel corso delle successive fasi di progettazione. Il progetto ha seguito un processo di pianificazione completo e presenta un progredito stato di avanzamento. Esso rappresenta una buona base per gli ulteriori approfondimenti da parte della Confederazione, fra cui la verifica del possibile accorpamento fra infrastrutture in un’area già molto sollecitata come il Piano di Magadino, nonché la verifica degli eventuali effetti sinergici con il miglioramento dell’offerta di trasporto pubblico”. Il governo cantonale si rallegra per il raggiungimento “di questo nuovo importante traguardo, frutto della strategia messa in atto dal Dipartimento del territorio volta ad anticipare la progettazione dell’opera”. Il Consiglio di Stato evidenzia che “il Consiglio federale ha esaminato 16 grandi progetti ricevuti dai Cantoni e ne ha ritenuti solo tre per la prossima fase del Prostra, tra cui il collegamento veloce A2-A13, ciò che rappresenta un autentico punto di svolta nell’ambito dei grandi progetti stradali”.

Tempistiche confermate

Al momento il progetto generale è in fase di completamento, inserito nell’Orizzonte di investimento 2040 del Prostra e gestito, nel prosieguo del suo iter, dalla Confederazione. L’iter concernente il dossier, annuncia il governo, conferma le tempistiche annunciate. In questo senso, dopo l’approvazione nel 2016 da parte del Gran Consiglio del credito di 9,6 milioni di franchi per l’allestimento del progetto di massima per la realizzazione del Piano generale del collegamento stradale A2-A13, il governo si era adoperato affinché venisse presentato un progetto condiviso all’indirizzo della Confederazione. A questo proposito il Consiglio di Stato “rammenta che nel dicembre del 2019 aveva trasmesso all’Ustra – filiale di Bellinzona – i piani aggiornati e definitivi del Progetto Generale allestito dal Dt. L’anticipo della progettazione ha consentito dunque di accelerare le tempistiche del processo di realizzazione, nonché di creare le premesse che hanno portato alla decisione odierna del Consiglio federale”.

Il risultato raggiunto, continua il Consiglio di Stato ticinese, è stato reso possibile anche grazie all’ottima e fattiva collaborazione – nonché al supporto – del Gruppo di accompagnamento politico, del quale fanno parte rappresentanti dei Comuni di Cadenazzo, Gambarogno e Sant’Antonino, della Commissione intercomunale dei trasporti del Locarnese e Vallemaggia, della Commissione regionale dei trasporti del Bellinzonese (CRTB), del Wwf, dell’Unione contadini ticinesi, del Tcs e di Agrifutura.

Potenziamento tra Lugano e Mendrisio

Il governo saluta con altrettanta soddisfazione la decisione odierna del Consiglio federale d’includere nel pacchetto di misure contemplate dal Prostra anche il progetto concernente il potenziamento Lugano Sud-Mendrisio (PoLuMe). Nella fattispecie, il Consiglio di Stato si rallegra per la decisione del Consiglio federale di anticipare al 2030 il progetto PoLuMe, finora previsto per l’Orizzonte 2040, poiché “riferito a un grande agglomerato urbano” e in quanto “contribuisce a rimuovere importanti criticità”. Inoltre, secondo il Consiglio federale “lo stato di pianificazione raggiunto giustifica il passaggio all’Orizzonte realizzativo 2030”. A tale proposito il governo ricorda “che la relativa progettazione – come auspicato dal Dt – tiene in considerazione non solo gli aspetti urbanistici e ambientali, ma anche e soprattutto l’inserimento dell’opera nel paesaggio”.

Leggi anche:

Sviluppo strade nazionali: c’è l’A2-A13, non la Stabio-Gaggiolo

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved