parco-veicoli-piu-efficiente-grazie-al-sistema-bonus-malus
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
44 min

Valle Muggio, progetti in 4 punti: dai formaggini al ‘macello’

Creati i gruppi di lavoro all’assemblea dell’associazione per i prodotti Muggio e Val Mara. La bozza già accettata dall’Ufficio federale agricoltura
Ticino
46 min

Blättler: nella lotta alla mafia dobbiamo fare di più’

Il nuovo procuratore generale della Confederazione: il fenomeno esiste ora dobbiamo trasformare gli elementi che raccogliamo in atti di accusa
Ticino
4 ore

Edilizia, gli aumenti delle materie prime offuscano l’orizzonte

Gli impresari costruttori in assemblea a Mendrisio hanno toccato anche il tema delle infiltrazioni mafiose in Svizzera
Luganese
5 ore

Morcote, al via la stagione estiva per la famiglia

Il primo appuntamento è per domenica 22 a Parco Scherrer, quando andrà in scena lo spettacolo gratuito ‘Aspettando CartaSìa’
Mendrisiotto
5 ore

Sagra della castagna 2022, aperte le iscrizioni

Gli artigiani interessati si devono annunciare entro l’11 giugno. La manifestazione si terrà a Morbio Superiore
Luganese
5 ore

Rovio, verranno sostituiti i tre ippocastani abbattuti

Ha suscitato qualche polemica il taglio degli alberi in piazza. La decisione era stata presa dall’esecutivo in carica fino all’aggregazione
Ticino
5 ore

Imposte di circolazione, i dubbi di Plr e Ps restano

Le due iniziative popolari del Ppd continuano a non convincere del tutto. Speziali: ‘È finanziariamente sostenibile?’. Passalia: ‘Basta, si vada al voto’
Luganese
5 ore

Costi, qualità di vita, moltiplicatore: perché si lascia Lugano

Sebbene il trend demografico si sia invertito, uno studio evidenzia che il saldo migratorio nei confronti dei comuni ticinesi è ancora negativo
Mendrisiotto
5 ore

Si allarga il gremio dell’Ente regionale per lo sport

L’assemblea accoglie Vacallo. In vista anche l’ingresso di Balerna e Brusino Arsizio. Vistati regolamento e statuti
Mendrisiotto
5 ore

Al Serpiano si possono provare le hand bike

L’associazione Ti-Rex Sport ne ha acquistate quattro, che sarà possibile noleggiare per provare il percorso inaugurato lo scorso anno
Luganese
6 ore

Lugano, arriva la prima scuola estiva di criptovalute

Primo passo concreto per il ‘Lugano’s Plan B’. 50 studenti lavoreranno a stretto contatto con esperti e leader del settore a livello mondiale
Ticino
6 ore

‘Le proposte sulla gestione Covid di Ostinelli non ci competono’

La Commissione sanità e sicurezza sociale si esprime sulla petizione del medico che chiedeva un cambio di strategia secondo i suoi suggerimenti
Luganese
6 ore

Sette nuovi diplomati tra i conduttori di cani da terapia

Il gruppo ha finito la formazione e si potrà mettere ora a disposizione delle istituzioni del Cantone
17.01.2022 - 18:36
Aggiornamento : 19:05

Parco veicoli più efficiente grazie al sistema bonus-malus

Il gettito delle imposte di circolazione è previsto stabile per quest’anno. In costante e rapida crescita i mezzi elettrici o ibridi plug-in

«Il parco veicoli ticinesi è certamente più moderno rispetto a soli 5-6 anni. Infatti, su oltre 324mila veicoli, ovvero calcolando tutti i mezzi (dalle moto, ai veicoli agricoli) con targa e relativa licenza di circolazione, oltre 178mila veicoli (più del 50% del totale) sono stati immatricolati dopo il primo gennaio 2009, ovvero quando è entrato in vigore il sistema di calcolo dell’imposta di circolazione con i bonus-malus legati alle emissioni di CO2 dei veicoli», ci spiega Aldo Barboni, aggiunto e sostituto Capo della Sezione della circolazione commentando i dati su immatricolazioni a fine 2021 e imposte di circolazione per il 2022.

In questi giorni, i detentori di un veicolo immatricolato riceveranno la fattura dell’imposta di circolazione la cui base non è stata modificata, tanto che il gettito previsto – per le sole automobili – sarà analogo a quello del 2021 (104,8 milioni di franchi, contro i 104,9 milioni dell’anno precedente). In totale le entrate saranno pari a 134,4 milioni di franchi al quale si aggiungono altri 3,6 milioni per le imposte di navigazione. «Si tratta di centomila franchi in meno e questo nonostante il numero di auto in circolazione sia leggermente aumentato (225’042 contro le 224’887 del 2020)», afferma Barboni ricordando che questo risultato è anche dovuto al fatto che negli anni le nuove automobili sono diventate più efficienti dal punto di vista delle emissioni di CO2. Anche il sistema di calcolo influisce visto che gli automobilisti sono diventati più attenti da questo punto di vista. «Come detto, l’imposta di circolazione per il prossimo anno non ha subito modifiche rispetto a quella degli ultimi tre anni, così come i coefficienti bonus-malus legati alle emissioni di CO2 dei veicoli immatricolati per la prima volta dopo il 1° gennaio 2009», continua il responsabile della Sezione della circolazione. Tali coefficienti sono stati riconfermati, permettendo di mantenere la riduzione complessiva del gettito di oltre cinque milioni di franchi rispetto all’ipotetico gettito senza la modifica di questi parametri. In futuro il sistema potrebbe cambiare. Il Gran Consiglio si dovrà esprimere su un messaggio del Consiglio di Stato che chiede di allineare le imposte di circolazione richieste in Ticino alla media nazione, seguendo comunque i principi di sostenibilità ambientale e di copertura dei costi dell’infrastruttura stradale.

Attualmente però convivono almeno due sistemi di calcolo: quello con l’etichetta energetica dal 2009 (bonus-malus) e quello senza. «I veicoli soggetti al vecchio calcolo sono 47mila, comunque in rapido calo rispetto a soli due anni fa quando erano ancora 69mila. Tra questi sono in circolazione 2’773 veicoli immatricolati tra il 1986 e il 1997 (categoria B01) e altri 2’875 immatricolati prima del 1986 contrassegnati sulla licenza di circolazione con la dicitura B00, ma non sono considerati veicoli d’epoca (questi sono 3’424). Questi ultimi pagano una tassa fissa di 120 franchi.

Le motorizzazioni alternative (elettriche e ibride plug-in) stanno conoscendo una rapida diffusione. «Sono circa 6’500 con un tasso di crescita di circa il 20% l’anno», precisa Aldo Barboni che sottolinea come la Sezione della circolazione sia uno degli ambiti dell’amministrazione cantonale più sollecitati dall’utenza. «Ogni anno emettiamo circa 580mila fatture. Siamo il primo ufficio dell’amministrazione che dallo scorso novembre si è dotato delle nuove polizze con codice QR». «Un sistema innovativo – continua Barboni – che permetterà di effettuare i pagamenti anche digitalmente in modo rapido e semplice tramite scansione per chi è dotato di e-banking, ma non impedisce ai più ‘tradizionalisti’ di recarsi allo sportello postale».

L’innovazione però non c’è stata solo nel sistema di pagamento. «L’emergenza sanitaria ha richiesto e continua a richiedere numerosi accorgimenti tra cui il distanziamento fisico. Nel contempo è necessario comunque disbrigare le pratiche richieste dall’utenza. Per questa ragione è stato introdotto un sistema di gestione degli sportelli tramite appuntamenti fissabili via telefono ed e-mail. Un sistema che ha dato ottimi risultati. Inoltre – conclude Barboni – molte pratiche (dal cambio indirizzo, alla ristampa delle targhe eccetera) è possibile richiederle via web. Il sito della Sezione della circolazione riceve circa mezzo milione di visite l’anno».

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
barboni bonus-malus parco veicoli sezione circolazione
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved