ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
5 min

Tirocinio, ‘i contratti sciolti non allungano la formazione’

Lo fa sapere il Dipartimento dell’educazione cultura e sport (Decs), che ha anche aperto il concorso per la nomina dei docenti per il prossimo anno
Grigioni
17 min

Val Calanca, strada forse riaperta prima del weekend

Nella migliore delle ipotesi i lavori di sgombero inizieranno domani. Anche oggi il meteo ha ostacolato la valutazione dei rischi di nuovi scoscendimenti
Luganese
38 min

Il Convento del Bigorio apre le sue porte per una giornata

L’8 dicembre sarà possibile visitare gli spazi di un monumento cantonale protetto, dal coro dei frati alla cappella Botta
Luganese
42 min

Sottrasse mezzo milione a un conoscente, ma non fu riciclaggio

Appropriazione indebita: inflitti 15 mesi di carcere, sospesi con la condizionale, a un 39enne comparso di fronte alle Assise criminali di Lugano
Bellinzonese
1 ora

Corsi di potatura secca di alberi da frutta

Sabato 10 dicembre dalle 9.30 alle 12.30 a Malvaglia e sabato 17 dicembre dalle 9.30 alle 12.30 a Stabio
Bellinzonese
1 ora

Ultima tappa per completare la fibra ottica nel Bellinzonese

Amb e Swisscom comunicano che l’anno prossimo saranno connessi anche a Pianezzo, Paudo, Claro, Gudo, Moleno e Preonzo
Locarnese
1 ora

Museo e atelier Remo Rossi, è ‘BIANCA’ l’idea vincente

Lo studio Buzzi Architetti ha vinto il concorso a inviti per la progettazione di complesso e spazio espositivo dedicati allo scultore morto 40 anni fa
Bellinzonese
1 ora

‘Via Roggia dei Mulini rimarrà sicura anche con le palazzine’

Il Municipio di Bellinzona risponde all’interpellanza di Boscolo e Sansossio, confermando che il comparto rientra nella mobilità sostenibile
Bellinzonese
1 ora

Patriziato di Carasso in assemblea

Giovedì 15 dicembre alle 20.15 nella sala patriziale sarà, fra l’altro, discusso il preventivo 2023 che prevede un avanzo d’esercizio di 260mila franchi
Mendrisiotto
2 ore

Stabio, consegnate le Menzioni comunali 2022

Il Municipio incontra la popolazione per lo scambio di auguri e premia sportivi e cittadini meritevoli. Oltre a un edificio ecosostenibile
Ticino
2 ore

‘Il nuovo accordo fiscale è molto favorevole per i frontalieri’

Lo scrive in una lettera ai giornali lombardi il ministro dell’Economia italiano Giorgetti, che fa il punto della situazione sull’annoso dossier
Bellinzonese
2 ore

La ‘Mostra d’arte solidale’ allo Spazio aperto di Bellinzona

L’inaugurazione con musica e rinfresco si terrà domenica 11 dicembre alle 16
Luganese
2 ore

Lugano, dibattito sulla protezione dei diritti umani

Convegno all’Usi, sabato 10 dicembre, per discutere del tema partendo dall’Esame periodico universale dell’Assemblea generale dell’Onu
17.01.2022 - 18:36
Aggiornamento: 19:05

Parco veicoli più efficiente grazie al sistema bonus-malus

Il gettito delle imposte di circolazione è previsto stabile per quest’anno. In costante e rapida crescita i mezzi elettrici o ibridi plug-in

di Generoso Chiaradonna
parco-veicoli-piu-efficiente-grazie-al-sistema-bonus-malus
Ti-Press

«Il parco veicoli ticinesi è certamente più moderno rispetto a soli 5-6 anni. Infatti, su oltre 324mila veicoli, ovvero calcolando tutti i mezzi (dalle moto, ai veicoli agricoli) con targa e relativa licenza di circolazione, oltre 178mila veicoli (più del 50% del totale) sono stati immatricolati dopo il primo gennaio 2009, ovvero quando è entrato in vigore il sistema di calcolo dell’imposta di circolazione con i bonus-malus legati alle emissioni di CO2 dei veicoli», ci spiega Aldo Barboni, aggiunto e sostituto Capo della Sezione della circolazione commentando i dati su immatricolazioni a fine 2021 e imposte di circolazione per il 2022.

In questi giorni, i detentori di un veicolo immatricolato riceveranno la fattura dell’imposta di circolazione la cui base non è stata modificata, tanto che il gettito previsto – per le sole automobili – sarà analogo a quello del 2021 (104,8 milioni di franchi, contro i 104,9 milioni dell’anno precedente). In totale le entrate saranno pari a 134,4 milioni di franchi al quale si aggiungono altri 3,6 milioni per le imposte di navigazione. «Si tratta di centomila franchi in meno e questo nonostante il numero di auto in circolazione sia leggermente aumentato (225’042 contro le 224’887 del 2020)», afferma Barboni ricordando che questo risultato è anche dovuto al fatto che negli anni le nuove automobili sono diventate più efficienti dal punto di vista delle emissioni di CO2. Anche il sistema di calcolo influisce visto che gli automobilisti sono diventati più attenti da questo punto di vista. «Come detto, l’imposta di circolazione per il prossimo anno non ha subito modifiche rispetto a quella degli ultimi tre anni, così come i coefficienti bonus-malus legati alle emissioni di CO2 dei veicoli immatricolati per la prima volta dopo il 1° gennaio 2009», continua il responsabile della Sezione della circolazione. Tali coefficienti sono stati riconfermati, permettendo di mantenere la riduzione complessiva del gettito di oltre cinque milioni di franchi rispetto all’ipotetico gettito senza la modifica di questi parametri. In futuro il sistema potrebbe cambiare. Il Gran Consiglio si dovrà esprimere su un messaggio del Consiglio di Stato che chiede di allineare le imposte di circolazione richieste in Ticino alla media nazione, seguendo comunque i principi di sostenibilità ambientale e di copertura dei costi dell’infrastruttura stradale.

Attualmente però convivono almeno due sistemi di calcolo: quello con l’etichetta energetica dal 2009 (bonus-malus) e quello senza. «I veicoli soggetti al vecchio calcolo sono 47mila, comunque in rapido calo rispetto a soli due anni fa quando erano ancora 69mila. Tra questi sono in circolazione 2’773 veicoli immatricolati tra il 1986 e il 1997 (categoria B01) e altri 2’875 immatricolati prima del 1986 contrassegnati sulla licenza di circolazione con la dicitura B00, ma non sono considerati veicoli d’epoca (questi sono 3’424). Questi ultimi pagano una tassa fissa di 120 franchi.

Le motorizzazioni alternative (elettriche e ibride plug-in) stanno conoscendo una rapida diffusione. «Sono circa 6’500 con un tasso di crescita di circa il 20% l’anno», precisa Aldo Barboni che sottolinea come la Sezione della circolazione sia uno degli ambiti dell’amministrazione cantonale più sollecitati dall’utenza. «Ogni anno emettiamo circa 580mila fatture. Siamo il primo ufficio dell’amministrazione che dallo scorso novembre si è dotato delle nuove polizze con codice QR». «Un sistema innovativo – continua Barboni – che permetterà di effettuare i pagamenti anche digitalmente in modo rapido e semplice tramite scansione per chi è dotato di e-banking, ma non impedisce ai più ‘tradizionalisti’ di recarsi allo sportello postale».

L’innovazione però non c’è stata solo nel sistema di pagamento. «L’emergenza sanitaria ha richiesto e continua a richiedere numerosi accorgimenti tra cui il distanziamento fisico. Nel contempo è necessario comunque disbrigare le pratiche richieste dall’utenza. Per questa ragione è stato introdotto un sistema di gestione degli sportelli tramite appuntamenti fissabili via telefono ed e-mail. Un sistema che ha dato ottimi risultati. Inoltre – conclude Barboni – molte pratiche (dal cambio indirizzo, alla ristampa delle targhe eccetera) è possibile richiederle via web. Il sito della Sezione della circolazione riceve circa mezzo milione di visite l’anno».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved