ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
1 min

Patriziati, il Tram dice no alle deleghe di competenze

L’Assemblea patriziale non può delegare decisioni – come sugli investimenti – all’Ufficio patriziale. Respinto il ricorso a Carona. ‘Ma c’è un problema’
Luganese
11 min

‘Anno sabbatico’ per il giornalino di Carnevale di Tesserete

I festeggiamenti che si terranno dal 23 al 25 febbraio non saranno accompagnati dalla satira. Or Penagin è alla ricerca di nuovi redattori
Locarnese
6 ore

A Riazzino si discute della ‘metafisica dopo Kant’

Orizzonti filosofici propone una conferenza con Massimo Marassi, professore di Filosofia teoretica dell’Università Cattolica di Milano
Ticino
7 ore

Alleanza Lega-Udc: Zali attacca, Marchesi imperturbabile

Alla festa elettorale leghista volano parole roventi. Ma il presidente democentrista replica: ‘Non intendo alimentare sterili polemiche’
Mendrisiotto
8 ore

Il Nebiopoli 2023? ‘Un Carnevale da grandi numeri’

Il presidente Alessandro Gazzani tira le somme di quest‘ultima edizione chiassese. ’Il villaggio è diventato troppo stretto’
Locarnese
10 ore

Per la Stranociada un successo… incontenibile

Organizzatori soddisfatti per le 10mila persone sulle due serate, ma qualcuno lamenta ‘caos organizzativo’ alla risottata della domenica
Ticino
12 ore

Interpellanza sul caso del pianista ucraino sostituito

Ay e Ferrari (Pc) chiedono fra l’altro al governo se ‘simili misure dal sapore censorio non giovino alla credibilità della politica culturale del Cantone’
Locarnese
13 ore

Plr e Verdi Liberali di Gordola: ‘Moltiplicatore fisso all’84%’

Il gruppo in Cc si esprime in vista della seduta di martedì sostenendo il rapporto di maggioranza. Municipio e minoranza propongono un aumento
09.01.2022 - 16:46

Mascherine alle Elementari, Bertoli esclude l’homeschooling

Domani ricomincia la scuola con le nuove regole. Niente diritto all’insegnamento in famiglia per i genitori no mask

mascherine-alle-elementari-bertoli-esclude-l-homeschooling
Ti-Press

Da domani si torna a scuola e la novità più discussa è certamente l’obbligo di mascherina già a partire dalla prima elementare. Una misura in vigore almeno fino al 25 febbraio – ultimo giorno di lezione prima delle vacanze di Carnevale – per frenare la diffusione della contagiosissima variante Omicron, che però non ha mancato di suscitare malumori e proteste. Ma mentre i genitori ‘no mask’ scendono nelle piazze e chiedono il diritto all’homeschooling – l’insegnamento in famiglia – le autorità escludono categoricamente queste opzioni.

Erano circa cinquecento, ieri in Piazza Governo a Bellinzona, i manifestanti contro il nuovo obbligo di mascherina a scuola anche per i più piccoli, mentre oltre quattromila sono le firme in calce a una petizione in materia rivolta al governo cantonale. Alcuni genitori minacciano di non mandare a scuola i loro figli, com’era già successo quando a inizio dicembre l’obbligo fu introdotto a partire dalla quarta elementare. Altri rivendicano appunto la possibilità di accedere all’insegnamento in autonomia a casa, opzione categoricamente esclusa dal direttore del Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport Manuele Bertoli: «La legge prevede questa possibilità solo in situazioni molto particolari legate a esigenze estremamente specifiche dell’alunno, ma sicuramente non è questo il caso».

In effetti, l’articolo 90 della Legge della scuola recita: “Per ragioni particolari d’ordine psichico o fisico il Dipartimento può eccezionalmente autorizzare l’insegnamento obbligatorio impartito presso le famiglie, accertando e vigilando che esso corrisponda alle esigenze della Costituzione federale, della presente legge, delle disposizioni esecutive e dei piani di studio”. Difficile ritenere ‘eccezionale’ la situazione soggettiva di pochi alunni nel contesto di una pandemia globale.

D’altronde, lo stesso Bertoli aveva già annunciato la settimana scorsa che sarà «il primo a essere felice quando si potranno togliere queste restrizioni, soprattutto per i bambini più piccoli». Col nuovo anno va poi ricordato che si sono di fatto superate le quarantene di classe, a favore di un sistema che obbliga all’isolamento solo gli alunni positivi o con un familiare positivo.

Leggi anche:

In Ticino mascherina dalla prima elementare ed eventi con il 2G

Coronavirus: ancora proteste in Svizzera

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved