in-ticino-mascherina-dalla-prima-elementare-ed-eventi-con-il-2g
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
54 min

Manupia in concerto alla Spiaggetta di Arbedo-Castione

La collaudata coverband ticinese si esibirà alle 21
Locarnese
1 ora

Formazza-Rovana, sul confine i lupi uccidono un vitello

All’alpe di Cravariola azzannato a morte un bovino. I cani mettono in fuga i due predatori. Anche il vescovo emerito da Mogno difende la pastorizia
Ticino
1 ora

Polizia unica, Dafond in commissione: demolendo non si migliora

Il presidente dell’Associazione comuni ticinesi in audizione alla ‘Giustizia e diritti’ ribadisce: ‘La polizia di prossimità ha un ruolo fondamentale’
Bellinzonese
1 ora

Abusò del figlio e di altri bambini, 4 anni e 6 mesi di carcere

Condannato un uomo sulla settantina: tra le mura di casa ha approfittato di una dozzina di ragazzini, la maggior parte durante sedute di massaggi
Bellinzonese
1 ora

Porte aperte al Teatro Sociale di Bellinzona

Durante l’estate, per cinque sabati, in concomitanza con il mercato cittadino, sarà possibile visitare la struttura dalle 10 alle 13
Bellinzonese
1 ora

Per valorizzare le ‘Ville’ della Val Malvaglia

Il Cantone ha promosso un incontro con le autorità federali in modo da assicurare le opere di recupero e trasformazione della regione
Locarnese
2 ore

Il BaseCamp 2022 del Festival si terrà alle Elementari di Losone

Il Comune ha confermato che l’Istituto scolastico accoglierà dal 3 al 13 agosto i giovani che nel 2019 e nel 2021 si erano ritrovati all’ex caserma
Bellinzonese
2 ore

Introduzione dei 30 km/h sulla strada principale a Daro

Il progetto, in pubblicazione fino al 29 agosto, ha lo scopo di migliorare la sicurezza dei pedoni e in particolare del percorso casa-scuola
04.01.2022 - 12:14
Aggiornamento: 20:58

In Ticino mascherina dalla prima elementare ed eventi con il 2G

Per i grandi eventi sportivi e culturali ci sarà anche l’obbligo della mascherina e di restare seduti, oltre a limitazioni della capienza a due terzi

Mascherine obbligatorie in classe a partire dalla prima elementare dal 10 gennaio 2022, data di riapertura delle scuole, fino al 25 febbraio 2022 e obbligo di certificato 2G e mascherina per gli spettatori dei grandi eventi sportivi e culturali (con più di mille spettatori), i quali dovranno rimanere seduti al proprio posto e consumare cibi o bevande solo nelle strutture della ristorazione. Il numero massimo di spettatori presenti sarà inoltre limitato ai due terzi della capacità delle strutture: per ridurre gli assembramenti prima e dopo gli eventi, potranno essere occupati solo i posti delle tribune. Queste le misure decise ieri dal Consiglio di Stato, riunito parte in presenza e parte in videoconferenza, per limitare la diffusione della variante Omicron in Ticino.

L’evoluzione della situazione epidemiologica, spiega il governo, “rimane preoccupante”, con un numero di nuovi casi giornalieri molto elevato. E se da un lato, nonostante un aumento dei ricoveri, l’impatto sul settore ospedaliero rimane al momento limitato, il numero molto elevato di isolamenti e quarantene inizia a influenzare alcuni servizi alla popolazione e attività economiche essenziali.

Il governo “ha convenuto che per il momento non sono necessarie misure drastiche, come la chiusura di attività economiche: ha tuttavia introdotto alcuni provvedimenti nei settori che prevedono contatti sociali numerosi e prolungati, come la scuola e i grandi eventi”. Dunque, il porto obbligatorio della mascherina fin dalla prima elementare (notizia già anticipata nella serata di ieri da LiberaTv), e l’uso della regola 2G per i grandi eventi sportivi e culturali, con limitazioni circa il numero massimo di persone e l’uso obbligatorio, anche qui, della mascherina. Disposizioni, queste, che resteranno in vigore fino al 16 gennaio 2022.

Per quanto riguarda le scuole, il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport raccomanda inoltre ai genitori e agli allievi di ogni ordine scolastico di eseguire un autotest il giorno prima del rientro in classe, ovvero domenica 9 gennaio 2022. In caso di positività si dovrà evitare la frequenza scolastica per la prima settimana.

Il Consiglio di Stato “coglie l’occasione per ricordare che restano in vigore tutte le disposizioni federali già note, come l’obbligo del telelavoro e le disposizioni particolari per le attività al chiuso e gli incontri privati” e invita la popolazione “ad assumere comportamenti prudenti, limitando al minimo la frequenza e il numero di contatti sociali, rispettando scrupolosamente le norme di protezione personali (mascherina, distanza, igiene delle mani e arieggiamento dei locali) e facendosi testare al minimo sintomo”.

Leggi anche:

Con Omicron, mascherina in classe dalla prima elementare

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved