ULTIME NOTIZIE Cantone
Video
Ticino
1 ora

La Chiesa si mette in attesa ‘un po’ particolare’ del Natale

Messaggio alla Diocesi ticinese del vescovo Alain de Raemy in occasione domenica dell’inizio del cammino d’Avvento
Luganese
5 ore

A2, PoLuMe anche da Gentilino alla Vedeggio-Cassarate

L’Ustra conferma: in autostrada si potrà usare la terza corsia d’emergenza come ‘dinamica’ in caso di necessità fino a Lugano nord
Ticino
5 ore

Cantonali ’23, Andrea Giudici torna in pista. E lo fa con l’Udc

Deputato liberale radicale dal 2003 al 2019, l‘avvocato locarnese proverà a tornare in Gran Consiglio: ’I democentristi rappresentano meglio le mie idee’
VIDEO
Locarnese
5 ore

‘Non si può ammazzare una donna per un ciuffo di capelli’

Tre 18enni che frequentano il Liceo Papio hanno deciso di compiere un gesto simbolico a sostegno delle donne iraniane che lottano per i propri diritti
Bellinzonese
13 ore

‘Hanno dato il massimo ma sono stati travolti da una tempesta’

La difesa dei vertici della casa anziani di Sementina chiede l’assoluzione contestando anche le direttive di Merlani. Morisoli: ‘Fatto il possibile’
Ticino
13 ore

Targhe, il governo rilancia con 2 proposte. Dal Centro nuovo No

Il Consiglio di Stato tende la mano con delle alternative di calcolo. Gli iniziativisti non ci stanno, la sinistra sì. Ognuno per la sua strada, ancora
Ticino
14 ore

‘Polizia unica? Sfruttiamo le potenzialità del sistema attuale’

Fsfp in assemblea. E sul delicato e controverso dossier si attende che la politica decida.‘Venga però sentita anche la nostra Federazione’
Luganese
14 ore

La proposta: due vie a senso unico a Cassarate

In un’interrogazione, la consigliera comunale Lara Olgiati (Plr) ritiene che la modifica viaria delle vie Pico e Vicari migliorerebbe traffico e sicurezza
Gallery
Mendrisiotto
14 ore

Boffalora: al posto della villetta arrivano due palazzine

Altro cantiere residenziale in vista alla porta nord di Chiasso. L’operazione annuncia un investimento di oltre 6 milioni di franchi
Luganese
14 ore

Il 46° parallelo a Lugano? ‘Lo promuoverà l’ente turistico’

Non sarà il Comune, se non indirettamente, ad assumersi la promozione della latitudine geografica che attraversa la città
Locarnese
15 ore

Picchiò un ragazzo in Piazza Grande, 3 anni di carcere

Un 19enne di origini siriane residente nel Luganese colpevole anche di rapina, infrazione e contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti
Luganese
15 ore

Lugano, viadotto del Brentino: ‘Progetto in pausa’

Slitta qualsiasi ipotesi di riqualifica del comparto, in attesa che si completino gli approfondimenti su altri temi (PoLuMe e svincolo Lugano Sud)
Ticino
16 ore

Il salario minimo legale non sarà adeguato al rincaro

Il Consiglio di Stato boccia la mozione di Ivo Durisch (Ps): ‘Un adeguamento sarebbe contrario alla volontà del legislatore e alla legge’
Locarnese
16 ore

Incendio di Loco, militi ed elicottero impegnati tutto il giorno

Ripresi venerdì mattina i lavori di spegnimento degli ultimi focolai e bonifica delle zone toccate dal rogo boschivo scoppiato giovedì al Monte Cortascio
06.01.2022 - 23:36

Una petizione contro la mascherina alle elementari

La raccolta di firme online ha già raccolto oltre 1’500 adesioni in meno di dieci ore e chiede un passo indietro per le classi prime, seconde e terze

una-petizione-contro-la-mascherina-alle-elementari
Ti-Press
Una novità che crea discussione

No alla mascherina alle scuole elementari. S’intitola così la petizione online lanciata sul sito www.change.org e che in meno di dieci ore ha già raccolto oltre 1’500 adesioni. La raccolta di firme è accompagnata da un lungo testo, indirizzato al direttore del Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport Manuele Bertoli e sostanzialmente chiede di fare un passo indietro per quanto riguarda l’obbligo per gli allievi di prima, seconda e terza elementare di indossare la protezione a partire dal rientro a scuola, lunedì prossimo. Non solo: si chiede anche che l’obbligo già vigente per i ragazzi di quarta e quindi sia altrettanto tolto. Vediamo perché.

Scuola simbolo di normalità

“In primo luogo – si legge –, facciamo presente che tutti noi abbiamo passato gli ultimi due anni tentando faticosamente di mantenere una certa normalità almeno per i nostri figli più piccoli. La Scuola è stata finora una nostra alleata in questo difficile percorso; infatti, sebbene vi fossero innegabilmente alcune differenze rispetto a «prima», i nostri figli potevano trovarvi un luogo di aggregazione privo, almeno per loro, di forti e definitivi simboli riguardanti la pandemia. Con questa ultima decisione, tale alleanza è venuta a cadere. In questo periodo, infatti, si è più volte fatto appello alla solidarietà della comunità al fine di proteggere le fasce più fragili, ma evidentemente la Scuola si è ora dimenticata che, oltre ad anziani e persone a rischio, anche i nostri bambini sono parte integrante della fascia debole della nostra società e in quanto tali meritano protezione”.

Frattura fra Scuola e famiglie

“La sensazione, se non la certezza – continuano gli oppositori –, è che con la recente variante Omicron e la conseguente esplosione dei contagi e di problematiche nonché numerose quarantene, i nostri bambini si vedano assurgere a salvagente del mondo economico, in quanto saranno obbligati a portare la mascherina tutto il giorno con il solo fine di evitare isolamenti di classe che metterebbero in difficoltà le attività professionali in cui operano i genitori, fermo restando che la nuova variante non appare per nulla problematica per la salute dei nostri piccoli. A nostro avviso questa decisione viola gravemente il loro diritto alla tutela che la società tutta deve loro, riducendoli a mero strumento per scopi altri. Da un lato lo Stato, con questa decisione, impone un obbligo che trascina i bambini in un ruolo che non spetta loro, dall’altro, le famiglie rimangono le uniche a tentare di tutelare una normalità per i loro figli. Non neghiamo la nostra profonda delusione nel constatare l’inevitabile frattura che, con questa decisione, si è venuta a creare fra Scuola e famiglie”.

‘Ostacolerà la socializzazione’

E non finisce qui. “Secondariamente, ricordiamo che tutti noi adulti siamo confrontati quotidianamente con la mascherina e sappiamo quanto comprometta la socializzazione e quanto alieni i rapporti fra le persone. In un contesto come la Scuola elementare, in cui l’aspetto socializzante è centrale, la mascherina diviene un vero e proprio ostacolo a un normale scambio fra pari: mimica, espressioni, emotività verranno significativamente compromesse in un’età in cui spesso si sostituiscono ancora al linguaggio verbale. Oltre a ciò, i nostri figli dovranno svolgere anche le attività di educazione fisica indossando la mascherina. Correre, ridere, giocare diverranno attività probabilmente fastidiose, oltre che malsane, il che è una contraddizione in termini. Anche in merito a questi due aspetti, ci chiediamo dove sia la tutela di cui sopra”.

‘Si vogliono modificare le disposizioni per le quarantene’

“Non da ultimo, e basta uscire di casa per accorgersene, sappiamo quanto sia problematico anche per alcuni adulti indossare la mascherina correttamente e non è difficile immaginare che per molti bambini sarà ancor più complesso. A questo punto, ci pare evidente che tale obbligo servirà esclusivamente a poter modificare le disposizioni riguardanti le eventuali quarantene, indipendentemente dal fatto che i bambini possano godere di una reale e maggiore protezione. Concludiamo con un ultimo spunto di riflessione. Lei stesso ha affermato, a mezzo stampa, che i bambini sanno essere recettivi e che accetteranno di buon grado questa «novità». Nessuno di noi mette in dubbio l’innata capacità di adattamento dei nostri figli, ma siamo tutti coscienti che il limite fra manipolazione e vera condivisione è, a volte, estremamente sottile e fragile. Non dimentichiamo che i bambini possono accettare qualunque cosa se imposta da un adulto che sa utilizzare le giuste parole, anche atti terribili. Per questo, è per noi ancor più fondamentale che vi sia una loro tutela a prescindere”.

Leggi anche:

In Ticino mascherina dalla prima elementare ed eventi con il 2G

Mascherine in quarta e quinta elementare da lunedì

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved