ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
4 ore

Lugano, scontro tra un automobilista e un motociclista

Ad avere la peggio il secondo, un 47enne che ha riportato ferite di media gravità. È successo a inizio serata in via Ciani
Luganese
5 ore

50 anni di Fondazione Ipt, 50 anni di aiuto nel lavoro

Domani all’Hotel Splendide Royal di Lugano un evento. Il direttore di Ipt Ticino Marco Romano: ‘Importante opportunità di networking’.
Locarnese
5 ore

Lupi in Rovana, si teme ‘seguano’ le prede al piano

Incontro a Bellinzona tra mondo agricolo, istituzioni locali, Associazione contro i grandi predatori e Cantone per cercare possibili soluzioni al problema
Mendrisiotto
5 ore

Servizio idrico, c’è il sigillo degli Enti locali

Via libera della Sezione alle fondamenta del Consorzio che vede unire le forze del Basso Mendrisiotto
Luganese
6 ore

Lugano, all’ex asilo Ciani arriva il festival Satori

La manifestazione del benessere olistico ‘slegata dalla pura vendita’ e a chilometro zero propone una due giorni con terapisti e prodotti ticinesi
Bellinzonese
7 ore

Villaggio di Natale e pista di ghiaccio confermati a Bellinzona

Il Municipio ha fissato le misure di risparmio energetico ma senza rinunciare alle principali attrattive per le famiglie. Salvo anche il Rabadan
Grigioni
7 ore

Festa del vino con Luis Landrini Trio a Grono

Appuntamento per sabato 8 ottobre dalle 11 alle 18 nella piazzetta Birraria al B Atelier Bistrôt
Mendrisiotto
8 ore

L’insegna copre il trompe l’oeil. Scattano gli interrogativi

A Besazio a un intervento dell’artista Marti si è preferita una pubblicità. E l’AlternativA adesso vuole sapere perché
Luganese
8 ore

Lugano, chiusure viarie per la ‘Ladies run’

La tratta del lungolago verrà sbarrata alle auto dalle 9 alle 16, dalla rotonda del Lac fino a piazza Castello. Lo stesso per la zona di Riva Caccia.
Mendrisiotto
9 ore

‘Il ruolo del piccolo commercio sarà rivalutato’

La Società commercianti del Mendrisiotto ha tenuto la sua assemblea e ha presentato le novità: un servizio di prima consulenza legale e un nuovo sito
Ticino
9 ore

Il capo dell’esercito svizzero al Lac per parlare di sicurezza

Thomas Süssli sarà in Ticino il 18 ottobre in occasione della conferenza organizzata dall’Armsi e risponderà alle domande del pubblico
Bellinzonese
9 ore

Il gruppo blues-rock Fleurs Du Mal in concerto a Bellinzona

Appuntamento per venerdì 7 ottobre alle 22 al Folk Bar. La band romana torna in Ticino dopo tre anni e presenterà il nuovo Cd ‘Gumbo’
Locarnese
10 ore

‘La doppia segnalazione, poi subito l’inchiesta amministrativa’

Locarno, capodicastero e comandante erano stati avvisati contemporaneamente dalla donna delle presunte molestie verbali di un agente
Locarnese
10 ore

‘Il mare mi ha detto: sei in gamba, ma oggi son troppo forte io’

Alessandro Veletta, a causa delle forti correnti, non ha concluso la traversata a delfino dello Stretto di Messina. Ma la sua resta un’impresa benefica
Locarnese
10 ore

Lionza, per Palazzo Tondü ecco i vincitori del concorso

Sabato pomeriggio saranno presentati al pubblico i lavori dei premiati, con visite guidate allo storico edificio
Luganese
10 ore

Lugano, Tpl sospende le corse nella fascia oraria serale

Verranno effettuati dei lavori di manutenzione ordinaria alla funicolare che collega Lugano centro alla stazione ferroviaria.
02.12.2021 - 05:30
Aggiornamento: 16:43

Telethon sollecita la generosità dei ticinesi

La raccolta fondi per la ricerca sulle malattie genetiche rare torna nel fine settimana in piazza. Eventi su tutto il territorio

di Generoso Chiaradonna
telethon-sollecita-la-generosita-dei-ticinesi
Ti-Press
La sfilata dei San Nicolao torna a Lugano sabato 4 dicembre

Gli ultimi anni sono stati particolarmente difficili per la Fondazione Telethon Azione Svizzera. L’assenza di attività e manifestazioni ha ridotto il risultato della raccolta fondi organizzata dalla Fondazione, che devolve il proprio ricavato a sostegno della ricerca nell’ambito delle malattie genetiche rare, nonché a organizzazioni per la presa a carico di persone affette da tali malattie. «L’attività di raccolta fondi si svolge nell’arco dell’intero anno», ci spiega Michele Bertini presidente del comitato Telethon della Svizzera italiana. «Quando la campagna aveva una copertura televisiva, il Ticino è sempre stato il cantone che donava di più: fino a un milione. E questo nell’arco di un solo weekend». «Mancando la tv, non è però venuta meno la generosità dei ticinesi e dell’intera società civile che ha sempre sostenuto Telethon», continua Bertini.

«Prima della pandemia riuscivamo a raccogliere circa 500mila franchi l’anno. Quest’anno puntiamo a confermare questa cifra. Per farlo contiamo sulla generosità dei ticinesi che sappiamo essere sempre grande. Una parte importante di questa somma, oltre che alla ricerca scientifica, va a sostenere direttamente le famiglie delle persone colpite da queste malattie. Parliamo di circa 200 famiglie nel solo Ticino», spiega ancora Bertini.

Lo spirito di Telethon è però rimasto. La caratteristica di Telethon è quella di essere coinvolgente e quindi di sfruttare momenti di aggregazione in piazza, bancarelle e altri eventi. La pandemia ha costretto a rivedere queste attività. «I due anni di pausa pandemica hanno tolto l’essenza dell’aggregazione e messo in difficoltà anche la raccolta fondi. Però le esigenze di chi si trova in questa situazione sono rimaste intatte e le malattie rare non si sono fermate con la pandemia. Per questo abbiamo allargato a tutto l’anno la raccolta fondi, lasciando però il momento clou nel primo fine settimana di dicembre», spiega Bertini. A Lugano, in piazza Rezzonico, sabato 4 dicembre alle 11.30 arriverà la tradizionale sfilata dei San Nicolao sulle Harley. Ci sarà anche il Grott Mobil che servirà polenta, spezzatino e gorgonzola oltre a una fornitissima buvette. L’accesso all’area ristoro sarà possibile solo con Covid pass. Altre manifestazioni sono previste a Bellinzona durante il mercato dell’8 dicembre e in altre località ticinesi.

Oltre a questo, il 12 dicembre è previsto il concerto benefico della Filarmonica di Castagnola. «Non ci saranno più i grandi eventi, ma c’è questo coinvolgimento locale carico di umanità», aggiunge Bertini che ricorda che i fondi andranno all’Associazione malattie genetiche rare (www.malattiegeneticherare.ch) che opera sul territorio a sostegno delle famiglie. È possibile donare anche attraverso il sito www.telethon.ch.

La testimonianza: ‘Un supporto per non sentirsi soli’

Dragana è mamma di un bambino di nove anni affetto da una distrofia muscolare. «Leo ha un’alterazione del collagene 6A1. È questa la definizione esatta della patologia che porta a una distrofia abbastanza rara. La diagnosi l’abbiamo avuta quando aveva un anno e mezzo. Diagnosi che non è stata immediata. Ci sono voluti mesi prima di capire cosa avesse», ci spiega Dragana. «Il sostegno e l’aiuto di Telethon sono stati di grande supporto per noi familiari». Un supporto finanziario, ma soprattutto morale. «Sembrerà una cosa banale, ma quando una famiglia è confrontata con una diagnosi di questo tipo, ci si sente molto soli. Si è magari poco ascoltati e si immagina sempre che queste cose siano molto distanti. Invece con Telethon e l’Associazione per la ricerca sulle malattie rare ci siamo resi conto di non essere da soli. Questo ci ha permesso di confrontarci anche con altre famiglie nella medesima condizione», continua la mamma di Leo.

Queste malattie sono chiamate anche malattie orfane, nel senso che la ricerca scientifica è spesso concentrata su altre patologie più diffuse. L’azione di Telethon è anche tesa ad attirare l’attenzione dell’opinione pubblica su questi temi, in un periodo storico, come l’attuale, contrassegnato dalla pandemia di coronavirus. «Il Covid aggrava ulteriormente la situazione di chi era già colpito da malattie rare. Per questo è ancora più importante sensibilizzare l’opinione pubblica su queste patologie e per sostenere la ricerca scientifica per fare in modo che diventino malattie curabili», afferma ancora la signora Dragana. «Leo è un bambino come gli altri, frequenta la scuola elementare e noi – grazie anche al supporto di Telethon – cerchiamo di farlo sentire come tutti i ragazzi della sua età. Non ha aiutato certamente questo periodo di pandemia che ci ha costretto a isolarci, ma grazie a incontri regolari con altre famiglie legate a Telethon siamo riusciti ad avere anche delle giornate spensierate, di condivisione», aggiunge.

Una situazione che ha anche impedito l’anno scorso di organizzare la raccolta fondi. «Penso che la pandemia abbia costretto tutti a fare i conti sul significato di malattia. Per cui sicuramente sensibilizzare la popolazione in questo momento a capire che ci sono ancora altre problematiche, oltre a quelle che stiamo vivendo, è un modo per riportarci alla realtà», conclude la mamma di Leo.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved