29.09.2021 - 18:32

Pacchi sospetti all’amministrazione cantonale

Polizia e Ministero pubblico hanno avviato degli accertamenti per identificare l’anonimo mittente

pacchi-sospetti-all-amministrazione-cantonale
Depositphotos
Consegne sospette

Sono almeno due i pacchi anonimi arrivati lunedì mattina in diversi uffici dell’Amministrazione cantonale. Il contenuto non è troppo rilevante, ma a colpire l’attenzione di chi se n’è ritrovato uno tra le mani sono state due frasi scritte su un foglio azzurro: “La storia non si ripete ma fa rima con sé stessa” e “Ci sono storie più storie di altre”. Ne ha dato notizia la Rsi durante le Cronache della Svizzera italiana. Una questione presa seriamente dalla polizia e dal Ministero pubblico, che hanno avviato i necessari approfondimenti. Oggi si sono svolti alcuni atti istruttori e gli inquirenti sono tuttora al lavoro per comprendere le motivazioni all’origine di questi invii e per identificare l’anonimo mittente. Un altro pacco sospetto è stato recapitato, sempre lunedì, alla redazione di Patti chiari, trasmissione della Rsi. Si tratta di un pezzo di plexiglass lungo poco meno di un metro e largo una decina di centimetri, sul quale è stato per l’appunto incollato un foglio con le frasi sopraccitate.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved